19°

Spettacoli

Gianni Morandi: «Il mio affetto? Io ve lo canto»

Gianni Morandi: «Il mio affetto? Io ve lo canto»
Ricevi gratis le news
1

Vanni Buttasi


Il ragazzo di Monghidoro è sempre in splendida forma. Prima della «passeggiata» di dieci chilometri, Gianni Morandi racconta alla «Gazzetta», in anteprima, il suo spettacolo che farà tappa a Parma venerdì 13 e sabato 14 febbraio, alle 21, alle Fiere, al Teatro Tenda Lotto.  Il tour «Grazie a tutti» è infatti l'ennesimo successo per un cantante sempre adorato dal pubblico.
Gianni, perché «Grazie a tutti»?
«Ho deciso di fare un viaggio nei miei oltre quarant'anni di carriera: è stato un modo per ringraziare chi, oltre al pubblico che mi ha sempre seguito con affetto, è sempre stato vicino a me, come gli autori, i musicisti, i registi, i giornalisti. E' un grazie sincero ma non è definitivo».
Quaranta brani: tutto Morandi in una sera?
«La selezione è stata difficile, visto che ho inciso più di 500 brani. E questa scelta ricalca le due raccolte di successi, con triplo cd, che sono uscite negli ultimi mesi. Molti dei brani in scaletta sono inseriti in “Grazie a tutti” e alcune novità vengono da “Ancora... Grazie a tutti”. Ci sono tutti i titoli più importanti. Sarò da solo su un palcoscenico rotondo: è una formula in cui mi trovo a mio agio e che piace al pubblico, visto che sono già state 150 mila le persone che hanno visto lo show. Avrò un contatto diretto con gli spettatori per oltre due ore e mezza. Racconterò la mia carriera da quando vidi Domenico Modugno in tivù e mi venne la voglia di cantare. Inoltre, nel foyer del teatro tenda, ci sarà una mostra con le copertine dei miei 45 e 33 giri, alcune anche di provenienza straniera, e poi i manifesti e le locandine dei film che ho girato».
Ma c'è una canzone a cui sei particolarmente legato?
«La primissima. “Andavo a cento all'ora”, avevo 17 anni e pensavo che sarebbe stato l'unico disco, invece... E poi ricordo, con affetto, quando sulla Riviera Adriatica la ascoltai da un juke box: mi fece molto effetto».
Tu, come hai ricordato, hai avuto un grande successo da giovanissimo, poi hai vissuto un periodo di crisi, infine sei ritornato alla grande: perché il pubblico ti aveva abbandonato?
«Sicuramente la colpa non è stata del pubblico. Forse non avevo capito che il vento cambiava. Fu dato un colpo di spugna agli anni Sessanta - ora ritornati di moda - e mi ritrovai spiazzato. Sono stati dieci anni di crisi, in alcuni momenti ho pensato anche di cambiare lavoro. Poi quel periodo è finito e sono ripartito».
Quarant'anni fa con «Scende la pioggia» hai vinto «Canzonissima»: quali ricordi sono legati a questa canzone?
«Ricordo i duelli con Claudio Villa, che giunse secondo. Quella “Canzonissima” fu la più bella con Mina, Walter Chiari e Paolo Panelli. Avevo finito il servizio militare, mia moglie era incinta di Marianna e poi quella vittoria: insomma un periodo bellissimo. La rivalità con Claudio Villa metteva a confronto due generazioni: a lui piaceva la sfida e soprattutto gli piaceva combattere».
Parma è una città che ti ama e in cui ritorni spesso: perché?
«E' una città molto bella, in cui torno volentieri. Innumerevoli le volte in cui sono venuto a cantare, ricordo anche un'esibizione al teatro Ducale e infine quattro anni fa ho tenuto un concerto al palasport. E poi ci unisce l'amore per il calcio. Spesso sono venuto al Tardini: adesso stiamo soffrendo insieme. Spero che il Bologna rimanga in serie A e che il Parma ci raggiunga».
C'è un giovane che potrebbe essere il Morandi degli anni 2000?
«Tiziano Ferro, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro e Cesare Cremonini».
Ti vedremo anche sul palco di Sanremo?
«Penso che andrò ad “aiutare” Pupo, Paolo Belli e Youssou N'dour. Il loro brano è un progetto che nasce attorno alla Nazionale cantanti. Un po' come accadde con “Si può dare di più”. In gara? Non avevo una canzone e poi ero in tour. E soprattutto ci sono già stato tante volte».
E uno spettacolo in televisione?
«Per ora non c'è nulla. Potrebbe essere ripreso dalle telecamere “Grazie a tutti”, ma non c'è nulla di concreto».
Infine parliamo del Morandi atleta: calciatore ma anche maratoneta?
«Rimane l'impegno con la Nazionale cantanti e soprattutto vorrei ritornare a fare quest'anno, per la quinta volta, la maratona di New York. Per restare sul palco due ore e mezza occorre fiato, per questo continuo ad allenarmi».
Così l'eterno ragazzo corre via verso un nuovo successo.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Alessandro

    09 Febbraio @ 12.23

    Largo ai giovani .

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana mantiene il titolo di Miss Italia. "Quelle foto osè erano rubate"

decisione

Carlotta Maggiorana mantiene il titolo di Miss Italia. "Quelle foto osé erano rubate"

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale con una ragazza: è morto "Zanza", re dei playboy

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Cammino dei sapori: dall’Appennino al mare tra natura e gastronomia

La copertina del libro

NOSTRE INIZIATIVE

Il Cammino dei sapori: dall’Appennino al mare tra natura e gastronomia

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

CALCIO

Napoli-Parma: turnover leggero per i crociati, confermati Gervinho e Inglese Diretta dalle 21 

Segui gli aggiornamenti minuto per minuto a partire dalle 21

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

1commento

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

università

UniRankings 2019: l'ateneo di Parma 501esimo nella classifica mondiale

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

FIDENZA

Vandalismo: distrutto il lunotto di una Lancia Y

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

12 TG PARMA

Rifugiati: il Ciac lancia una petizione sul web contro il decreto Salvini Video

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I «like», la morte e il valore della vita

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

mafia

Aemilia, il procuratore generale di Bologna: "Usare l'aula bunker anche per l'appello"

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

SPORT

procura

Moto, Fenati ora è indagato per violenza privata

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

4commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel