13°

26°

intervista

Mirca Viola: «Ragazzine malate di web»

Esce giovedì «Cam girl» sul triste fenomeno delle ragazze che si spogliano a pagamento davanti al pc

Mirca Viola: «Ragazzine malate di web»
Ricevi gratis le news
0

Sono ragazze come tante, precarie da una vita con il conto in rosso, amiche da morire che la crisi ha messo all’angolo. Ragazze della porta accanto: che si spogliano per occhi estranei, smarrendosi tra le maglie larghe della Rete, dove è facile essere chiunque ma si rischia di perdere se stesse. Tu chiamale se vuoi «Cam girl», come le protagoniste, belle e «dannate», del nuovo film di Mirca Viola, da giovedì nella sale. Una pellicola che racconta, senza retorica, «un fenomeno in espansione impressionante. Quello delle ragazze che si spogliano a pagamento davanti a una webcam - spiega la regista - se anni fa poteva essere visto come un gioco esibizionista, adesso per molte giovani è diventato un lavoro vero e proprio. Un business illegale che muove miliardi di euro in nero in cui molte ragazze si sono ritrovate perché senza alternative. In Italia lavoro non ce n’è, qui invece i soldi, apparentemente, sono facili: ma davvero bisogna arrivare a questo punto? Ecco, con il mio film vorrei lanciare un segnale, un allarme».

Hai incontrato delle vere cam girl?
«Sì, anche se, per ovvi motivi, sono molto reticenti a parlare. Qualcuna mi ha raccontato che i soldi sono tanti e si guadagnano in fretta, ma molte altre mi hanno confessato di non essere mai state pagate: imbrogliate e sfruttate da quelli per cui lavoravano. La maggior parte svolge questa attività in modo nascosto, ma in altri casi fidanzati o mariti sono al corrente. Si aggrappano al fatto che non c’è sesso, che tra la donna e il cliente c’è pur sempre uno schermo: ma io penso sia un alibi. Però qual è l’alternativa? Non abbiamo voluto giudicare nessuno con questo film, ma piuttosto cercare di capire».

Giorni fa il preside di una scuola media di Parma ha scritto ai genitori perché guardassero con più attenzione i profili Facebook delle loro figlie...
«Ha fatto bene: i social network nascondono delle insidie. E le ragazzine si espongono troppo, hanno la tendenza a esibirsi, anche perché credono poco in se stesse. Rispetto a quando io ho fatto Miss Italia è davvero un altro mondo».

Rispetto al tuo primo film, «L’amore fa male», che è esperienza è stata questa di «Cam girl»?
«Molto diversa, anche perché qui la maggior parte delle attrici erano debuttanti. E’ stato faticoso gestirle, anche se il film ci ha guadagnato in energia, in spontaneità. Ho girato di corsa, in appena 4 settimane, con un piccolo budget: ma sono contenta del risultato: tutti i personaggi sono credibili, molto veri».

A chi è rivolto il tuo film?
«Ai giovani soprattutto, che vorrei sensibilizzare sui pericoli del web. Credo che a volte puoi imparare più da un film che non dai genitori che ti fanno la morale. Lo so per certo: sono stata una figlia un po' ribelle». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

1commento

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perché ho sempre detto no a Pavarotti"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

25 Aprile, Pizzarotti e "quei parlamentari che non hanno partecipato al corteo..."

politica

25 Aprile, Pizzarotti e "quei parlamentari che non hanno partecipato al corteo..."

Cavandoli: "Entrambe le parti erano mosse da motivazione valide e giuste"

fidenza

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: gravissimo 67enne

borgo gallo

L'accumulatore seriale ha «ridotto» così il palazzo in centro: le foto Video

tg parma

Le voci del corteo del 25 Aprile: "E' la festa più bella e più vera"

sfilata

Parma, 25 Aprile: tutti i colori della libertà Foto

carabinieri

Viale Mentana, arrestato con un etto di hashish il pusher dai mille nomi

4commenti

DEGRADO

Stazione, parcheggio H: vigilanza armata dalle 14,30 alle 22,30

incidenti

Una moto a terra in A1 tra Fidenza e il bivio per l'A15: due in Rianimazione

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

tg parma

Volata finale: entusiasmo ed esperienza le armi del Parma Video

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

2commenti

festa

25 Aprile: un parmense di appuntamenti in piazza, in bici e in musica L'agenda

Concerto in città con Baustelle e Mara Redeghieri

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

striscioni

L'oltraggio di Forza Nuova al 25 Aprile

E la replica dei giovani del Centro Esprit

La polemica

Concerto, via Farini chiusa: «Un danno per il commercio»

4commenti

parma calcio

Lucarelli e Munari, una camera per due

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il 25 aprile e la memoria perduta degli italiani

di Michele Brambilla

SCUOLA

Romagnosi, Boito, Sanvitale Fra Salimbene e Verdi: il grande concerto

ITALIA/MONDO

TECNOLOGIA

WhatsApp vietato ai minori di 16 anni in Europa

cavriago

Non gli andava bene l’orario di consegna: prende la postina a bastonate

SPORT

tifosi violenti

Champions, la polizia inglese conferma: arrestati due romani per tentato omicidio

2commenti

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

NAPOLI

Scheletro di bimbo negli scavi di Pompei. Il direttore: "Grande scoperta"

gusto light

La ricetta "green" - Insalatona di cetrioli con mele e noci

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento