18°

28°

Spettacoli

«Cose che non si dimenticano»: De Andrè ha cantato De Andrè

«Cose che non si dimenticano»: De Andrè ha cantato De Andrè
Ricevi gratis le news
5

di Mariacristina Maggi
Un emozionale silenzio lo ha accolto in scena: sembrava lui, con il suo incedere elegante, con quel profilo, sguardo malinconico e quel fascino irresistibile, impalpabile: bello quasi quanto lui. Per un attimo un’intera platea è ritornata indietro di dieci anni, quasi per magia...
Non si sa dove vanno a finire le persone che muoiono, ma si sa dove restano: e Fabrizio De André vive ancora nel cuore di tanta, tantissima gente; intere generazioni che hanno amato, sognato, sofferto e pensato attraverso le sue canzoni. Una folla intera (per un tutto esaurito) accorsa sabato «Sotto il cielo di Parma» (la rassegna nel Cortile della Pilotta) al concerto di questo figlio straordinario che è Cristiano De André: o meglio «C», come lo chiamava con amore suo padre.

 Quel padre che tutti avremmo voluto, raccontato alternando le sue canzoni a quei piccoli-grandi momenti familiari che fanno la differenza. Come il ricordo, indelebile e dolcissimo della canzone «Verranno a chiederti del nostro amore» vista scrivere in diretta dal padre e dedicare alle tre del mattino alla madre, spiando dal buco della serratura. «Non dimenticherò mai più quell'abbraccio».
 E poi, aprendo i cassetti della memoria: «Mio padre diceva sempre di avere poche idee, ma in compenso 'fisse': in realtà di idee ne aveva tantissime, ma qualche fissa l’aveva davvero: una era quella di mettersi in competizione con delle cose naturalmente impossibili... Come quando intraprese l’impresa di piantare peperoni a Savignone, cresceva di tutto in quell'orto tranne peperoni... Dopo anni avvistò un peperone in mezzo al campo, morsicato sulla punta: mi diede la colpa e mi rincorse fino a Genova..».

 Aneddoti, parole e musica: la musica di 'Faber' riarrangiata in chiave rock ed una più acustica e intimista, sempre con grande umiltà e gratitudine: un bellissimo progetto diretto da Pepi Murgia (lo stesso regista degli spettacoli del padre) e accompagnato dai bravi musicisti Luciano Luisi (piano, tastiere, programmazione), Osvaldo Di Dio (chitarre), Davide Pezzini (basso e contrabbasso) e Davide De Vito (batteria) che ha visto rivivere dal vivo molti grandi successi di De André -tra i quali «Don Raffaè», «Creuza de mä», «Fiume Sand Creek»,«La canzone di Marinella»,« Amico Fragile», «Il Pescatore», «Se ti tagliassero a pezzetti», il medley «Andrea-La cattiva strada-Il giudice», la risposta allo stupore della canzone di De Gregori «Alice» e ancora l’unica canzone scritta con il padre «Cose che dimentico» - rivelando una fortissima personalità e un talento che - anche se inevitabilmente affonda le radici negli insegnamenti paterni - ha trovato una strada propria: come nel bellissimo, intenso brano «Dietro la porta».

 Cristiano De André non è solo il figlio di uno dei più grandi poeti del '900, ma anche un musicista sensibile (alle prese con chitarra, bouzouki, pianoforte e violino) di grande fascino e carisma; e quel calore nella voce che lo rende l’unico vero erede musicale del padre Fabrizio.
«Buon sangue non mente»: una voce ha gridato tra il pubblico... «A un certo punto - ha dichiarato con sincerità Cristiano - tutti cantavano le canzoni di papà, e mi sono detto, perché non io? Ho iniziato questo progetto con una grande paura, ma anche una grande emozione: spero di averla trasmessa». Touché. Infine, strette di mano e una lunga, toccante standing ovation per dire una cosa soltanto: grazie «C». Grazie dal profondo del cuore.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • 66annna

    18 Settembre @ 18.11

    Questo articolo descrive esattamente quello che abbiamo provato il 25/7 in Pilotta Grazie Cristiano

    Rispondi

  • Laura

    28 Luglio @ 08.27

    Bellissimo,emozionante, elegante, coinvolgente!!! Le canzoni di Fabrizio le conosciamo tutti, ma sentirle cantare da "C" in quel modo stupendo le ha riportate ai giorni nostri con una carica di modernità e oserei dire di eternità veramente incredibile! Grazie, grazie,grazie per l'emozione vissuta! E mi auguro che la storia continui......

    Rispondi

  • eugenio

    27 Luglio @ 13.53

    Buongiorno, esiste un dvd dello spettacolo di De Andrè in Pilotta? Mi interesserebbe enormemente! Grazie

    Rispondi

  • Francesco Cavazzini

    27 Luglio @ 12.48

    E' stato un grande spettacolo ed a me, appassionato di Faber, ha veramente toccato il cuore. Ringrazio il giornalista: quella voce di "buon sangue non mente" ero io!

    Rispondi

    • Isabella

      27 Luglio @ 13.22

      Grazie Cristiano, per lo straordinario concerto, grazie per la profonda emozione che tutti abbiamo vissuto ne sono certa l'altra sera. Grande carisma e fascino, sicuramente è difficille cantare FABER per te ma ci sei riuscito alla grande! Grazie per essere ri -tornato ti aspettavamo Si sono da'ccordo, Buon sangue non mente!!!! Bravo De Andrè!!

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

SERIE A

Parma, che tour de force

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

5commenti

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

2commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design