18°

Spettacoli

Film recensioni - Tra le nuvole

Film recensioni - Tra le nuvole
Ricevi gratis le news
1

di Filiberto Molossi

Non so come saremo tra vent'anni, né tra dieci: non so nemmeno come  (e dove) saremo tra un giorno. O tra un'ora. Ma so con assoluta sicurezza che per sapere come siamo adesso (e in che guaio ci siamo cacciati...) bisogna vedere questo film. 
Che, resti tra di noi, è anche la migliore commedia dell'anno. Perché è una rappresentazione lucida e coerente della nostra, incerta, contemporaneità: che no, non è la casa del Grande Fratello dove ragazze col piercing sulla lingua piangono tutto il giorno come   viti tagliate. Ma un posto in cui ti licenziano via chat, ti mollano con un sms e agli amici mostri orgoglioso le tessere «millemiglia» come se fossero le foto dei tuoi figli. 
In sale d'aspetto sempre uguali dove attendi che la vita si faccia finalmente viva, mentre la tecnologia mette fuori gioco gli ultimi scampoli di umanità e resti in fila al check-in del tuo stesso smarrimento,  un grande film su un'epoca precaria. 
Là dove la crisi non è solo occupazionale, ma anche, soprattutto, esistenziale, affettiva, etica, relazionale.  E colpisce tutti, indiscriminatamente: lasciandoti sospeso, nel sogno che ti eri fatto, in quel lassù di cartongesso. Proprio là, in bilico sul vuoto, «Tra le nuvole».
Fresco vincitore del Golden Globe per la migliore sceneggiatura, già applauditissimo qualche mese fa al Festival di Roma, l'opera terza dell'appena 32enne Jason Reitman (dopo gli scomodi e riuscitissimi «Thank you for smoking» e «Juno»), prende il volo in un presente pieno di turbolenze sedendosi in un posto finestrino accanto a Ryan Bingham, professione tagliatore di teste. Single convinto, teorico dello zaino vuoto (meno ti porti dietro del tuo passato meglio stai...), Ryan è pagato per licenziare la gente: troppi esuberi? «Ristrutturazioni» in vista? Arriva lui a indorare la pillola: alleggerendo, con modi soft e frasi di circostanza, il personale per conto terzi. Inviato in ogni angolo d'America, Ryan trascorre più tempo in aereo che a casa. 
E viaggia leggero: il suo appartamento è anonimo come la stanza di un albergo, la sua vita sta in un trolley, la sua famiglia gli è completamente estranea. 
Fino a quando la sua incrollabile, serena e svincolata routine non viene messa a dura prova da due donne: Natalie, collega rampante che con un innovativo programma  di licenziamenti in video conferenza rischia di rendere inutile il suo lavoro, e Alex, attraente donna manager incontrata tra un arrivo e una partenza...
 Tra foto ricordo di posti dove non si è mai stati e gelide e lussuose astanterie da vip class, una commedia del non luogo  molto divertente e molto amara che scatta con cinismo e sarcasmo, ma non senza malinconica empatia,  la realistica polaroid di un'umanità dismessa e sentimentalmente precaria, capace di accorgersi che tutti hanno bisogno di un co-pilota per decollare, ma non sempre in tempo per evitare di precipitare.
 Scritto benissimo, pieno di battute brillanti e di considerazioni  appropriate, il film di Reitman, golden boy della new wave hollywoodiana (con una scarpa nella vecchia: suo padre è l'ex ghostbuster Ivan), schiera per lo più nel ruolo dei licenziati gente comune che ha davvero perso il lavoro (e ha rivissuto questa volta per finta,  in maniera catartica, quella drammati-
ca esperienza), volando alto nell'immedesimarsi in un protagonista sospeso tra vita reale o solo immagina-
ta, moderno Caronte che rende il limbo tollerante, uomo a parte svuotato di sè, solitario per convinzione e per destino licenziato dalla sua stessa vita. 
Un personaggio forte, potente, anche grazie all'interpretazione di un George Clooney mai così misurato e perfetto (accanto a lui, e non per semplice corollario, le brave, ognuna alla sua maniera, Anna Kendrick e Vera  Farmiga), (anti)eroe di una commedia romantico-motivazionale che arriva a una nuova consapevolezza  (sì, nella vita c'è di più...) non sorridendo al solito happy end ma specchiandosi nella disillusione della perdita.
Giudizio: 4/5
 
SCHEDA
REGIA:  JASON REITMAN
SCENEGGIATURA:  JASON REITMAN E SHELDON TURNER DAL LIBRO DI WALTER KIM
FOTOGRAFIA: ERIC STEELBERG 
INTERPRETI:  GEORGE CLOONEY, VERA FARMIGA, ANNA KENDRICK, JASON BATEMAN
GENERE:  COMMEDIA
Usa 2009, colore, 1 h e 49'
DOVE:  CINECITY, WARNER-THE SPACE, CRISTALLO (Fidenza)
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Margherita

    25 Gennaio @ 18.14

    Incantevole attacco...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana mantiene il titolo di Miss Italia. "Quelle foto osè erano rubate"

decisione

Carlotta Maggiorana mantiene il titolo di Miss Italia. "Quelle foto osé erano rubate"

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale con una ragazza: è morto "Zanza", re dei playboy

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Cammino dei sapori: dall’Appennino al mare tra natura e gastronomia

La copertina del libro

NOSTRE INIZIATIVE

Il Cammino dei sapori: dall’Appennino al mare tra natura e gastronomia

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

CALCIO

Napoli-Parma: turnover leggero per i crociati, confermati Gervinho e Inglese Diretta dalle 21 

Segui gli aggiornamenti minuto per minuto a partire dalle 21

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

1commento

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

università

UniRankings 2019: l'ateneo di Parma 501esimo nella classifica mondiale

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

FIDENZA

Vandalismo: distrutto il lunotto di una Lancia Y

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

12 TG PARMA

Rifugiati: il Ciac lancia una petizione sul web contro il decreto Salvini Video

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I «like», la morte e il valore della vita

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

mafia

Aemilia, il procuratore generale di Bologna: "Usare l'aula bunker anche per l'appello"

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

SPORT

procura

Moto, Fenati ora è indagato per violenza privata

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

4commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel