18°

28°

Spettacoli

Monicelli: «Il cinema italiano? Non ha più coraggio»

Monicelli: «Il cinema italiano? Non ha più coraggio»
Ricevi gratis le news
0

 Laura Ugolotti

Ha ragione Luca Fontana: «Del cinema di Mario Monicelli c’è ancora un enorme bisogno».
Lo dimostra il fatto che ieri, quando il regista è apparso alla Sala concerti della Casa della Musica, ospite del quarto incontro della serie «Bisogno di eroi», il pubblico lo ha accolto con un’istintiva standing ovation.
C’è bisogno di Mario Monicelli e del suo cinema; per questo è stato invitato a prendere parte ad una delle venti conversazioni con Luca Fontana «su opere e persone indispensabili».
E il motivo per cui il regista e sceneggiatore viareggino è indispensabile sta tutto nella poesia dei suoi film, le cui scene sono state riproposte ieri nel corso dell’incontro. A cominciare dalla scena finale de «La Grande Guerra», con la fucilazione dei due soldati, Alberto Sordi e Vittorio Gassman: «Sulla Prima Guerra Mondiale fino ad allora c’era stata molta retorica, cavalcata anche dal fascismo - racconta il regista -; ho voluto fare quel film per raccontare la realtà, e cioè che quella fu una guerra infame in cui morirono 600 mila giovani. Dopo il film nessuno ha più creduto alla glorificazione di quel conflitto».
I film di Monicelli non raccontano storie d’amore («Non credo alle storie d’amore - ha spiegato - rendono tutto meno autentico»), né di individui, ma di gruppi: «Gruppi di sprovveduti e sfortunati che tentano un’impresa che poi fallisce. Ma nel mezzo accadono cose, divertenti, commoventi», spiega.
Come nella storia dell’Armata Brancaleone: «Un film che all’inizio non era stato accolto bene - ricorda il regista -. Alla prima Gassman litigò con il pubblico che contestò la pellicola. Il problema era il linguaggio, per alcuni incomprensibile».
Il grande successo dell’Armata Brancaleone fu sancito dai ragazzini: «Per loro capire quel linguaggio, che si rifaceva a Jacopone da Todi e a San Francesco, fu istintivo; lo fecero loro e il film diventò un successo».
E ancora sul video scorrono le immagini di «Totò e Carolina» e dell’indimenticabile «I soliti ignoti». 
«La commedia italiana» per antonomasia fa ancora ridere il pubblico, che conosce a memoria le battute e i nomi dei personaggi, e li suggerisce al regista alla prima esitazione.
«Credo che il tuo film più riuscito - gli fa notare Fontana - sia “Risate di gioia”»; «Quel film chiudeva un’epoca - ha risposto Monicelli - e segnava la fine di una generazione che stava scomparendo, e che sarebbe stata sostituita da quella del ‘68».
«Ma lei - gli chiede in chiusura il saggista - si interessa al cinema italiano?».
«Mi interesserei se ci andassi, ma non ci vado mai al cinema. Vivo da solo e faccio fatica. Non ho nemmeno il cellulare, come  chiamo un taxi per tornare a casa?», scherza il regista, che aggiunge: «Il problema del cinema di oggi è che non ha coraggio, non dice la verità e non mostra la realtà per quella che  è».
Standing ovation, Maestro. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

SERIE A

Parma, che tour de force

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

5commenti

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

2commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design