12°

26°

Spettacoli

A Bilbao trionfa il «Falstaff» con l'Orchestra del Regio

A Bilbao trionfa il «Falstaff» con l'Orchestra del Regio
Ricevi gratis le news
0
Elena Formica

Tutto nel mondo è burla. Ma non l’opera (e molto altro) a Bilbao. 
Allergica al vittimismo, negli anni '90 la città basca ha reagito con una sensazionale rivoluzione urbanistica alla crisi socio-economica, quindi identitaria, derivante dal trasferimento delle sue storiche industrie. Una metamorfosi stupefacente: Bilbao è diventata una capitale della cultura, personalità come Gehry e Calatrava hanno tradotto in architettura lo spirito intraprendente di questa città così lucida e audace, basca e spagnola, con un’attitudine non vagamente «british» nel pensare agli affari. Il Museo Guggenheim e il recupero di interi quartieri industriali lungo il fiume hanno fatto di Bilbao un esempio di umanesimo applicato: qui si vive bene, ci si muove bene (una fantastica metropolitana sbuca nel cuore del quartiere antico) e si va all’opera per assistere a spettacoli di assoluto livello internazionale. Infatti questa sera, dopo il successo della «première» di sabato scorso, altre 2.200 persone assisteranno al Falstaff con il grande Michele Pertusi nel ruolo del titolo: tutto esaurito da mesi al Palacio Euskalduna per l’ultimo capolavoro di Verdi, in tutto 4 recite fino al 31 maggio. Sul palcoscenico dell’Euskalduna, il più ampio d’Europa dopo quello parigino dell’Opéra Bastille, Pertusi s'è confermato il magnifico Falstaff vincitore del Grammy Award per la registrazione londinese diretta da Colin Davis. L’artista parmigiano ha dato prova, ancora una volta, di essere quel Falstaff dal tratto ironico, comico e in fondo malinconico per l’amarezza indefettibile della vita che può pure incappar nel “buffo” ma mai nel “buffone”, come ammoniva la Strepponi: di essere cioè quel Sir John Falstaff che - citando le parole di Valdengo sulla lezione di Toscanini - è e resta un nobiluomo dall’inizio alla fine dell’opera, anche nascosto in fretta nel cesto dei panni sporchi. Per qualità vocali, stile e forza intellettuale questo è stato il Falstaff di Sir Pertusi. Ma il contributo di Parma non finisce qui. Dopo l’Aida del Festival Verdi allestita al Palacio Euskalduna nel 2007, l'Orchestra del Teatro Regio di Parma è infatti tornata a Bilbao su invito dell’Abao, l’associazione che da 58 anni produce le ambiziose stagioni liriche della città basca. Diretta da Marco Armiliato efficiente quanto efficace, l’Orchestra del Regio ha sfidato a nervi saldi l’arduo cimento dell’ultimo Verdi. Va detto che qui non si trattava di Nabucco, Aida o Rigoletto già suonati in mezzo mondo da Nîmes a Seul, da Città del Messico a Pechino (dove il Regio tornerà a giugno con il Coro e Leo Nucci, ma senza il complesso orchestrale), bensì di un intrepido tuffo nel Verdi estremo che all’orchestra ingiunge di essere preziosa, precisissima, lieve nell’eloquio ma non nella consapevolezza di sé, raffinata ma non diafana, esposta a un virtuosismo sempre finalizzato al teatro: al magico teatro shakespeariano delle Allegri comari di Windsor e dell’Enrico IV che ha affascinato Verdi tra inganno e disinganno. Allestimento del San Carlo di Napoli, regia di Arnaud Bernard: garbato gioco - manco a dirlo - di teatro nel teatro. Cast di belle voci, quando non straordinarie come quella di Adina Aaron che ha sostituito Amarilli Nizza nella parte di Alice (ma con il difetto di una incongrua pronuncia, nel caso di Verdi non da minimizzare). Bene, in particolare, Lisette Oropesa (Nannetta) e Ángel Odena (Ford). Funzionale, ben oltre le inquiete aspettative di un orecchio italiano, il Coro de Ópera de Bilbao forgiato da Boris Dujin. Anche questo Falstaff rientra nel progetto "Tutto Verdi" varato dall’Abao con un comitato d’onore tra cui figurano il tenore Carlo Bergonzi e Pierluigi Petrobelli, direttore dell’Istituto Nazionale di Studi Verdiani. In cantiere, da 4 anni, la produzione dell’integrale verdiana con i più quotati interpreti del circuito internazionale. Proprio nei giorni scorsi, il progetto "Tutto Verdi" ha ricevuto il Premio "Opera Actual" dall’omonima rivista spagnola, testata prestigiosa che raccoglie le firme dei massimi giornalisti nazionali e dei più noti critici europei. Come anticipato da Maite de la Fuente, vicepresidente dell’Abao, «il Teatro Regio di Parma tornerà a Bilbao nel mese di novembre con Il Corsaro del Festival Verdi, nel cast Luca Salsi, regia di Lamberto Puggelli». L’Orchestra del Regio resterà frattanto impegnata a Bilbao fino al 5 giugno, quando sarà diretta da Kery-Lynn Wilson in un concerto verdiano con Inva Mula e Leo Nucci. 
 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina "mai vista" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ambulanza

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Due incidenti mortali in provincia: sulla Gazzetta il ritratto delle vittime

Le vittime sono Federico Miodini, che lascia due bimbi piccoli, e Luigi Bertolotti

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

3commenti

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

viabilità

Terrore in tangenziale Nord: auto contromano in corsia di sorpasso

2commenti

viale pasini

Parcheggio conteso: medico impugna spadino contro infermiere

3commenti

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

2commenti

SORBOLO

Abbandona rifiuti: 50enne multato

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

1commento

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

3commenti

gazzareporter

Tutti di corsa a... Langhirun Foto

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

2commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

GIAPPONE

Morta la donna più longeva. Ora la seconda più anziana è in Toscana: ha 115 anni

SPORT

Serie A

Insulti al bus del Napoli. E dall'interno rispondono con un dito medio alzato

TENNIS

Nadal trionfa a Montecarlo: è l'undicesima volta!

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover