13°

26°

IL RICORDO

Quando Parma incoronò Cimino

Quando Parma incoronò Cimino
Ricevi gratis le news
0
 

Si era presentato così: col cappello da cowboy e gli occhiali scuri, anche se era buio pesto già da ore. Lui, il mito che nessuno faceva più lavorare, il genio del cinema che il cinema aveva messo da parte: fuori gioco, ai margini, in castigo. Il regista anarchico e ribelle che lottò sempre, inquadratura dopo inquadratura, contro il sistema e la politica degli studios. Ti aspettavi che quella sera, all'arena dell'Edison, arrivasse un tizio intrattabile, magari incattivito, forse spocchioso. E invece no: invece arrivò Michael Cimino. Sorriso largo, pacche sulle spalle agli spettatori, baci alle ragazze, strette di mano a chiunque gli si avvicinasse: e persino un caloroso e fraterno abbraccio, tra l'applauso generale, al sindaco Ubaldi.
Era il 2 luglio anche allora: ma del 2005. Esattamente undici anni dopo, in un altro, stavolta tristissimo 2 luglio, quel sorriso da cavaliere solitario si è spento per sempre. Ma la breve visita parmigiana del regista de «Il cacciatore» resta ancora oggi indimenticabile. Ospite della fondazione Solares per ricevere il premio «360» per l'Eccellenza artistica, Cimino, che parlò a ruota libera di tutto - dal neorealismo al coraggio dell'arte -, rivelò di avere parlato poco prima con Bernardo Bertolucci: «E’ un vecchio caro amico. Penso che, insieme a Polanski, sia il miglior regista al mondo. La mia ammirazione per lui è senza limiti. Mi ha consegnato - disse sorridendo alla platea - le chiavi della città. Mi ha detto: “Dì che hai parlato con me e che, per un’ora, ti ho dato il permesso di fare a Parma tutto quello che vuoi».
Gli chiesi se continuava ad amare «Il cacciatore» - il suo film più famoso, quello che gli aveva regalato l'Oscar -, come la prima volta, quando lo aveva girato: «Si può amare la stessa donna due volte nello stesso modo? Un amore speciale - disse - è davvero un amore speciale. Non credo che un sentimento così possa essere ripetuto o rivissuto, ma può essere sostenuto e alimentato». Furono battimani e ovazioni quella sera, ammirazione pura, curiosità vera. Il cowboy che i poteri forti avevano disarcionato per definire quella strana magia che nasceva su uno schermo prese in prestito una frase dell'amico Bertolucci: «Il cinema? E' la nostalgia per qualcosa che non è mai esistito».

Era un gigante, il guerriero visionario di storie virili, l'alfiere di una contro America che cercava, anche nella notte più fonda, il sole: ma non gli perdonarono mai l'insuccesso de «I cancelli del cielo», western epico e inedito che portò al collasso la United Artists. Divenne un «paria», lui che solo due anni prima aveva girato un film leggendario (ricordate la sequenza della roulette russa?) come «Il cacciatore». Eppure Hollywood gli rese sempre la vita difficile, difficilissima: nella sua carriera è riuscito a girare solo 7 film, alcuni immortali, altri (come «Il siciliano», la storia di Salvatore Giuliano) sicuramente meno riusciti. L'ultimo, il dolente e vitalissimo, «Verso il sole», è del '96, 20 anni fa. Ha pagato per tutti, sempre più del dovuto: un Davide schiacciato da Golia, l'ultimo degli idealisti. Ma di chi l'ha messo in croce non rimarrà traccia: il suo cinema e il coraggio della sua follia, invece resterà il simbolo di una storia americana. Maledetta, forse: ma che è impossibile non amare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paola Di Benedetto dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo

TELEVISIONE

Sexy Paola dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo Foto Video

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione sessuale Video Foto

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Azzannata da un pitbull

tg parma

Azzannata da un pitbull e insultata per il velo: la denuncia di una donna a Parma Video

La proprietaria del cane se n'è andata dopo il violento episodio

ANTEPRIMA GAZZETTA

Inchiesta sugli affitti: 2 sfratti al giorno in media a Parma e provincia Video

Inquilini abusivi: proprietario di un appartamento "accolto" con un coltello

fidenza

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: gravissimo 67enne

politica

25 Aprile, Pizzarotti e "quei parlamentari che non hanno partecipato al corteo..."

Cavandoli: "Entrambe le parti erano mosse da motivazione valide e giuste"

3commenti

sfilata

Parma, 25 Aprile: tutti i colori della libertà Foto

carabinieri

Viale Mentana, arrestato con un etto di hashish il pusher dai mille nomi

4commenti

GAZZAREPORTER

Lago Santo: 25 Aprile al rifugio Mariotti

borgo gallo

L'accumulatore seriale ha «ridotto» così il palazzo in centro: le foto Video

incidenti

Una moto a terra in A1 tra Fidenza e il bivio per l'A15: due in Rianimazione

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

parma calcio

Lucarelli e Munari, una camera per due

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

2commenti

DEGRADO

Stazione, parcheggio H: vigilanza armata dalle 14,30 alle 22,30

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

tg parma

Cameo di Benedetta Mazza nel film di Sorrentino su Berlusconi Video

La polemica

Concerto, via Farini chiusa: «Un danno per il commercio»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il 25 aprile e la memoria perduta degli italiani

di Michele Brambilla

LA BACHECA

Ecco 20 nuovi annunci per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

LIBERAZIONE

I cortei del 25 Aprile: Brigata Ebraica contestata a Milano, niente corteo unitario a Roma Foto

gran bretagna

I giudici: "Alfie sta morendo". E il padre minaccia una causa a tre medici per omicidio

SPORT

tifosi violenti

Champions, la polizia inglese conferma: arrestati due romani per tentato omicidio

2commenti

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

cavriago

Non gli andava bene l’orario di consegna: prende la postina a bastonate

TECNOLOGIA

WhatsApp vietato ai minori di 16 anni in Europa

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

2017: IL SORPASSO

La CO2 emessa dai benzina supera quella dei diesel