18°

televisione

Wanna Marchi e la figlia all'Isola dei famosi: "Non siamo mostri"

Wanna Marchi e figlia all'isola dei famosi "non siamo mostri"
Ricevi gratis le news
5

Sul numero di Chi in edicola da mercoledì 11 gennaio, Wanna Marchi e la figlia, Stefania Nobile, confermano la loro partecipazione a "L'Isola dei famosi" e spiegano perchè ci andranno. "Sogno di restituire una dignità a mia madre. Non voglio che la gente la ricordi prima come "la regina delle televendite", poi come "la regina delle truffe". Mi fa troppo male. Per questo ci mettiamo in gioco e partecipiamo all’Isola dei famosi", rivela la Nobile. "Alcuni criticheranno la nostra scelta ma noi abbiamo sbagliato e pagato tutto quello che c'era da pagare. Oggi siamo due cittadine oneste e pulite che hanno bisogno di lavorare. (...) Cosa volete dalle Marchi? Abbiamo fatto nove anni e passa di carcere. Volete darci la pena di morte?". Madre e figlia furono condannate in via definitiva nel 2009 per "bancarotta fraudolenta, truffa aggravata e associazione per delinquere finalizzata alla truffa a seguito di trasmissioni televisive in cui si raggiravano i telespettatori". "Io non sopporto chi punta il dito senza andare oltre", prosegue la Nobile. "Siamo sinceri: noi sappiamo e conosciamo tutti i nostri errori. La giustizia ci ha fatto pagare un conto salatissimo. Io e mia madre assommiamo più di 18 anni di carcere in due. Attraverso il più duro dei reality possiamo metterci a nudo e far capire che non siamo due mostri". (ITALPRESS) - (SEGUE).
"Io non provo risentimento verso nessuno", dice la Marchi. "Nemmeno per "Striscia la notizia", che ha dato il via all’operazione "Tapiro di sale" su cui si è poi basata l'inchiesta giudiziaria (...) Abbiamo bisogno di raccontare chi siamo: due persone pulite e libere con tanto di passaporto e documenti in regola. Noi abbiamo pagato. Io vivo di pensione, che non arriva a 500 euro in totale, dopo oltre 40 anni di contributi versati. (...) Non auguro a nessuno di cadere all’inferno, chiedere una mano e non trovare nessuno che te la tenda. Non voglio la pietà di nessuno. Ho cercato lavoro, ma nessuno vuol dare un posto a Wanna Marchi. E poi io nasco e morirò in tv. Io e mia figlia cammineremo sempre a testa alta. Nel bene e... nel bene. Di male non c'è niente! Il male sta negli occhi di chi vuole vederlo a tutti i costi". La Marchi e la figlia concludono con una battuta: "Il nostro motto non sarà più "d’accordo?" ma "Adosss!", che vuol dire "Rivincita"".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Massimiliano

    12 Gennaio @ 12.55

    Bella faccia tosta!!! Condannate per vari reati tra i quali la TRUFFA, per cosa vuole che siano ricordate? Davvero dire che fanno schifo è riduttivo!!! Avrebbero dovuto bandirle dalle televisioni, pubbliche e private!!! Altro che isola dei famosi!!! ricordiamoci tutti delle maledizioni che la "signora" Nobile ( di nome ma non di fatto) elargiva a tutti coloro che erano stufi di subire le estorsioni della madre e di tale "mago" Do Nascimiento, in realtà lecchino, autista e fac totum delle due "signore", che bellamente se la gode in Brasile, alla faccia della povera gente che ha TRUFFATO insieme alle sue sodali??? Questa televisione FA SCHIFO, è la decadenza, lo scempio, rappresenta un mondo falso!!! Bisognerebbe boicottare questa trasmissione, non guardarla... Fare in modo che queste due persone non vadano mai più in televisione!!!

    Rispondi

  • Giorgio

    11 Gennaio @ 12.35

    Certo,la grinta non l'anno persa!

    Rispondi

  • Filippo

    11 Gennaio @ 09.30

    filippo.cabassa.1970@gmail.com

    In effetti il termine "mostri" è un po' riduttivo per definire queste due signore, che hanno truffato persone con familiari malati di tumore o persone anziane.

    Rispondi

  • Oldsailor

    10 Gennaio @ 19.40

    Dire che fanno schifo; sia la madre che la figlia, sarebbe far loro un complimento! Invece "d'ander drè i mur cmè gli arzinteli" e cercare di sparire dalla pubblica opinione, cercano addirittura di trovare scusanti e scusano chi le le scoperte. Si chiedono se dovevano dar loro la pena di morte? Forse sarebbe stata eccessiva (ma meritata); spero solo che gli abbiano confiscato persino le mutande a queste due laide megere!

    Rispondi

  • ab9pr

    10 Gennaio @ 17.55

    alberto_bianco@alice.it

    Forse la gente non dovrà ricordarla come la regina delle truffe ma non deve nemmeno scordarsi quello che ha fatto. Ha truffato tante persone soprattutto anziane, intascandosi migliaia di euro e per questo è stata anche in galera, non per niente.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale in auto con una ragazza: è morto "Zanza" , re dei playboy della Riviera romagnola

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Harlem Gospel Choir

Auditorium Paganini

Arriva l'Harlem Gospel Choir

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

4commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

FIDENZA

Vandalismo: distrutto il lunotto di una Lancia Y

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

3commenti

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

genova

Crollo del ponte, ferrovia a pieno regime dal 4 ottobre

SPORT

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

BASEBALL

Parma Clima: Yomel Rivera raggiunge i compagni in Arizona

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

PARMA

Il pubblico della fiera come i piloti Ferrari: l'emozione del pit-stop a "Mercanteinauto"

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel