19°

29°

FESTIVAL

Sanremo: le pagelle di tutte le canzoni in gara

Sanremo, in anteprima le pagelle delle canzoni di stasera
Ricevi gratis le news
2

Ecco le "pagelle" di Paride Sannelli inviate da Sanremo per i lettori della Gazzetta. 

Giusy Ferreri - “Fa talmente male” - Inevitabilmente hit. Refrain assassino, che entra in testa e non esce più. Le chitarre un po’ gitane e un po’ western sostenute da un elettropop di grana grossa sembrano fatte apposta per puntare all’airplay radiofonico. Anche se in scena Giusy pensa più all’interpretazione che a trovare l’empatia giusta. Voto: 5 e mezzo

Fabrizio Moro - “Portami via” - Tra Battiato e Vasco, con le debite proporzioni, c’è Moro. Quello che potrebbe fare il colpaccio. Quando tira fuori il piccolo Rossi che è in lui, infatti, Fabrizio finisce col toccare fatalmente le corde più sensibili dell’ascoltatore. Massiccia la citazione de “La cura”, compreso il termine “ipocondria”. Voto: 6 e mezzo.

Elodie - “Tutta colpa mia” - La voce c’è, ma questa canzone in bilico tra Emma (presente in prima persona come autrice del testo) e una Ferreri o Zilli a scelta non riesce a renderle giustizia fino in fondo. L’inciso scivola via con un po’ di fatica, ma Elodie è un’interprete col televoto dalla sua parte e questo dovrebbe darle relativa tranquillità. Voto: 5 e mezzo

Lodovica Comello - “Il cielo non mi basta” - Ecco una delusione che nessuno si sarebbe aspettato. Lei è brava, l’interpretazione perfetta, ma la canzone non c’è. Esempio di pop odierno, capace di emozioni di superficie con tanta paura di osare. In radio troverà forse più soddisfazioni di quante non possa dargliene l’Ariston. Voto: 5

Fiorella Mannoia - “Che sia benedetta” - Si fosse presentata con “Combattente” avrebbe vinto il festival a mani basse. Ma questo inno alla vita firmato da Amara ha tutte le caratteristiche per una gara di testa, grazie anche alla straordinaria interpretazione di una Fiorella senza rivali quanto a teatralità e a carisma. Voto: 7+

Alessio Bernabei - “Nel mezzo di un applauso” - “Noi siamo infinito 2 – La vendetta” Come se il pezzo dello scorso anno non fosse bastato. Cantare versi alati come “Stanotte ho aperto / uno spiraglio nel tuo intimo” non sarà da Premio della Critica ma il Premio Rocco Siffredi non glielo toglie nessuno. Nel mezzo dell’applauso c’è solo voglia di airplay. Voto: 3 e mezzo

Al Bano - “Di rose e di spine” - Da Al Bano il Festival ha probabilmente bisogno di pezzi così; canzoni travestite da romanze pucciniane o viceversa, capaci di stimolare le passioni italiche e dare all’estero le melodie che l’estero vuole da noi. Dopo l’infarto di fine anno, va in scena con il tifo di tutta la platea sanremese. Eurovision subito. Voto: 6 e mezzo

Samuel - “Vedrai” - Il suono più contemporaneo di questa 67° edizione. Il cantante dei Subsonica, alla sua prima uscita nei panni di solista, fa la sua parte con eleganza e bravura. Niente forse di epocale, ma comunque un buon brano che val la pena di essere ballato. E programmato in radio. Voto: 6 e mezzo

Ron - “L’ottava meraviglia” - Avvolgente e ben costruita. Ron fa Ron con mestiere, regalando esattamente quel che ci si aspetta da lui. Memorabile? Può darsi. Elegante? Sicuro. Forse avrebbe potuto dare di più. Ma se le canzoni in gara fossero tutte così, non saremmo a Sanremo, saremmo ai Grammy. Voto: 6+

Clementino - “Ragazzi fuori” – Le storie di vita e malavita nate dalla penna di Clementino e Marracash avrebbero meritato maggior fortuna sia sul piano musicale che su quello del testo. Pure tra le rose e le gardenie di Sanremo vuoi raccontare la vita dei ragazzi dei vicoli napoletani dei essere un po’ più profondo e un po’ meno prevedibile. Voto: 5

Ermal Meta - “Vietato morire” - Un ricordo della madre e delle violenze familiari che proietta il festival oltre il sentimentalismo a buon prezzo di altri brani in gara. Ottimo il testo, ma nell’inciso manca un po’ di personalità. Forse un’interpretazione a due avrebbe potuto rivelarsi più efficace. Voto: 7.

Bianca Atzei - “Ora esisti solo tu” - Più che il palcoscenico dell’Ariston, alla pupilla di Radio Rtl servirebbe un vocabolario di italiano. In che lingua è scritta, infatti, una frase come “A chi mi ha fatto soffrire voglio solo cancellare”? E meno male che il pezzo porta la firma di Kekko dei Modà; l’avesse fatto negli anni Sessanta non avrebbe suonato molto diverso. Voto: 4

Marco Masini - “Spostato di un secondo” - Uno dei brani di questa edizione destinati, forse, a rimanere. Electropop di valore impreziosito da quella voce sempre al massimo. Un pezzo contemporaneo che conquista strofa dopo strofa. Unico neo, forse, l’interpretazione un po’ statica davanti alla telecamera. Voto: 7+

Nesli e Alice Paba - “Do retta a te” - Durissimo da ascoltare. Viene da chiedersi chi gliel’ha fatto fare al fratello di Fabri Fibra e alla vincitrice di “The voice” di mettere su ditta assieme. Arrivano da due mondi diversi e rimangono su due mondi diversi. Cosa abbia spinto Conti a selezionarli rimane un mistero. Voto: 4 

Sergio Sylvestre - “Con te” - Un Mario Biondi che vuò fa l’americano.  Anzi che viene da Los Angeles con la benedizione di Maria (Santa, no De Filippi). L’attacco “Così vai via” sembra guardare al Baglioni di “Amore bello”, ma in realtà è frutto della penna di Giorgia che fatica a scrivere le canzoni per sé figurarsi per gli altri. Voto: 5 e mezzo

Gigi D’Alessio - “La prima stella” - Lettera strappalacrime alla madre che non c’è più. Banale sì, ma un po’ meno del solito, D’Alessio gioca con i sentimenti del distacco e della nostalgia con tanto mestiere e (forse) genuina voglia di riscatto. L’armonia c’è. E la melodia pure. Piacerà ai fans. Un po’ meno a tutti gli altri. Voto: 5

Michele Bravi - “Il diario degli errori” - In piena mutazione genetica verso il modello Mengoni, il vincitore di X Factor si gioca le chance di rilancio con un brano di auto accettazione sentimentale firmato Cheope / Abbate / Anastasi dalla costruzione anomala, che sconta però il peso di una voce fresca e fragile. Il web però l’aiuta. Voto: 5 e mezzo

Paola Turci - “Fatti bella per te” - Violeta Parra sedotta da Martin Garrix. L’effetto straniante di questa canzone sul tema dell’accettazione di sé stessi e quel “Luca Chiaravalli touch” capace di  elettrizzare perfino le ballate voce e chitarra della folksinger romana, che all’Ariston si fa trovare lì dove non te la saresti mai aspettata. Voto: 6 e mezzo 

Francesco Gabbani - “Occidentalìs Karma” - Silvestri 2.0. Gabbani azzecca il brano per il secondo anno consecutivo pompando energia e ironie in una “Salirò” (coreografie incluse) in versione Ibiza Style. Questo party in piscina regala tanto colore e tanto divertimento da far perdonare al cantante toscano perfino il kitsch del gorilla breakdancer. Voto: 6 e mezzo

Michele Zarrillo - “Mani nella mani” - Ci si sarebbe aspettati di più dal ritorno all’Ariston di uno che al Festival non ha (quasi) mai deluso. In nome di una fedeltà al proprio stile. Certi versi come “tu sei passione e tormento” sanno di deja vu, ma Zarrillo è un signor autore e uno di quegli artigiani delle emozioni di cui s’è perso lo stampo. Voto: 5 e mezzo

Chiara Galiazzo - “Nessun posto è casa mia” - Operazione rilancio formato Elisa condotta col suo stesso produttore di un tempo, Mauro Pagani, ricordando qua e là un brano come “La notte”. Sul palco la magia del disco si perde un po’. Basterà questo colpo di coda a riscattarla dall’essere stata per un anno intero solo una testimonial Tim? Voto: 5 e mezzo

Raige e Giulia Luzi - “Togliamoci la voglia” - Oltre alla firma di Zibba, il brano ha uno degli arrangiamenti più originali di questa edizione, grazie anche al generoso utilizzo della chitarra slide e a qualche rimando a “Personal Jesus” dei Depeche Mode. La coppia funzioni meglio su disco che sul palco. Il duetto è stato costruito a tavolino e un po’ si sente. Voto: 5

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Il prode Gedeone

    09 Febbraio @ 14.21

    Più che sul palcoscenico dell’Ariston, Bianca Atzei con la sua gracidante voce da rana, dovrebbe esibirsi in uno stagno...

    Rispondi

  • Jack

    09 Febbraio @ 07.33

    Quest'anno, più di altri, è un festival musicalmente imbarazzante. A parte essere uno spinoff di Xfactor e Amici (e poi ci si chiede perché la De Filippi ci è andata gratis....), sul palco ci sono o vecchie cariatidi (Albano, Zarrillo, Masini, .....) , o semisconosciuti. Canzoni belle, non pervenute.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Manovra

Di Maio: "Il reddito di cittadinanza solo agli italiani". E Salvini applaude

1commento

cagliari

In attesa del medico impegnato in una consulenza: "Tutta colpa di un negro"

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Video

SOCIETA'

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

sospetto

Test di medicina, picco su Google: "Qualcuno ha barato"

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse