10°

28°

Spettacoli

Fischi sì, fischi no: il loggione infiamma anche il dopo-teatro

Fischi sì, fischi no: il loggione infiamma anche il dopo-teatro
Ricevi gratis le news
8

Lucia Brighenti

Alla prima del «Trovatore» è tornato a ruggire il loggione del Teatro Regio: il pubblico parmi­giano ha manifestato in modo sonoro il suo dissenso - specie nei confronti del mezzosoprano Marianna Tarasova, Azucena ­all’inaugurazione del Festival Verdi, rinverdendo la sua fama di giudice severo e inflessibile anche in questa occasione. Ne sono nate accese discussioni, ini­ziate la sera stessa della prima e proseguite sul sito della «Gaz­zetta ». Le opinioni si dividono infatti tra chi ritiene che sia un diritto del pubblico contestare e chi pensa che, per lo meno, ci sia modo e modo. C'è inoltre chi sal­va molti aspetti dell’allestimen­to e chi ne critica più d’uno.

Il critico letterario della «Gazzetta di Parma» Giuseppe Marchetti, che venerdì sera si era scagliato contro il pubblico parmigiano nell’intervista a Teleducato («Un pubblico di m...»), spiega la sua reazione: «Uno spettacolo così non va assolutamente boc­ciato e chi grida 'vergogna' men­tre un’artista canta è un incivile. Non si trattano così artisti che faticano, lavorano e interpreta­no. Se qualcosa non piace basta non applaudire». ...
 

L'articolo completo e altri servizi sulla Gazzetta di Parma in edicola

LA PRIMA DELLE POLEMICHE - leggi la crronaca e la prima parte dei commenti dei lettori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Lancillotto

    04 Ottobre @ 12.05

    Sottoscrivo tutto quanto detto dal Viandante delle Beccherie..in più aggiungo che forse qui, in base agli atteggiamenti sulle poltrone dei salotti televisivi, e ai modi di fare gongolanti con sorrisi ammiccanti che sembrano prendano in giro l'intera cittadinanza, la scimmietta è proprio il Sovrintendente...ma magari mi sbaglio..

    Rispondi

  • il Viandante delle Beccherie

    04 Ottobre @ 10.42

    Premessa: facciamoci la domanda, ovviamente retorica, del perchè il Sovrintendente sia stato cacciato da Milano! Ora anche a Parma lo sappiamo, Spese folli, poco chiare, stipendio inversamente proporzionale alla qualità del lavoro, Neanche a Barletta, con tutto il rispetto per i barlettani, se lo piglierebbero un Sovrintendente così. La polemica sul pubblico è irrispettosa del passato del Teatro Regio. Chi parla di maleducazione e inciviltà è un ignorante, nel senso letterale del termine, non sa della storia del nostro magnifico Teatro. Fin da tempi remoti il Regio di Parma è sempre stato considerato, culla del melodramma italiano, e come il più importante dei teatri italiani classificati "di tradizione" ed il suo pubblico è riconosciuto tra i più competenti, ma anche tra i più appassionati ed esigenti. Tutti i professionisti del settore lo hanno sempre saputo e considerato. Un grande tenore come Alfredo Kraus considerava il pubblico del Regio "una formidabile palestra per il professionista in cerca di miglioramenti". I toni delle critiche sono proporzionati allo spettacolo rappresentato. Fino a poco tempo fa rappresentazioni come quella appena vista al Regio non sarebbero neanche state considerate professionali, ma amatoriali. Una volta gli artisti, i registi, rientravano in robuste categorie di esecuzione, e l'estrosità e la sperimentazione, erano lasciate ai "Grandi", a coloro i quali negli anni avevano capacità ed esperienze tali da padroneggiare i propri talenti a piacimento e soddisfazione del pubblico. Propio Alfredo Kraus ne sapeva qualcosa. Ora anche le scimmiette del circo improvvisano e sperimentano, ma rimangono sempre scimiette da circo. Non domandiamoci il perchè degli ululati del pubblico, ma bensì, il perchè esistano artisti e registi, o presunti tali, così superficiali ed incapaci.

    Rispondi

  • matteo

    04 Ottobre @ 10.30

    Bisognerebbe cercare di seperare la questione puramente artistica e musicale da quella dei cachet, stipendi e benefit vari. Se si vuole protestare contro gli stimpendi troppo alti non bisogna certo accanirsi a fischiare un cantante, si sta a casa e basta oppure si manifesta fuori dal Regio! Quando si va a teatro ci si va per ascoltare la musica e la voce dei cantanti, sperando di assistere ad una bella rappresentazione; ed è giusto secondo me manifestare alla fine dell'opera la propria soddisfazione con calorosi applausi o con qualche fischio a seconda...la vitalità di un teatro è anche questo, il saper giudicare e poterlo manifestare. Questo però andrebbe fatto senza cadere nella maleducazione, si può fischiare alla fine dell'opera, ma non durante la rappresentazione col rischio di coinvolgere anche altri cantanti. E' giusto contestare, ma civilmente!

    Rispondi

  • PAOLO

    04 Ottobre @ 09.54

    Una rappresentazione del Trovatore di questo genere , fatta a Parma è veramente una vergogna. Non ci vuole mica un sovrintendente strapagato per capire che la mezzo soprano scelta non è assolutamente adatta a ricoprire il ruolo di Azucena, e in generale la serata è stata sotto tono a partire dalla direzione orchestrale. Biglietti sempre piu cari, qualità sempre piu scadente..

    Rispondi

  • Lancillotto

    03 Ottobre @ 19.53

    Perchè a Parma non ci si coalizza per cacciare Meli, protestandolo? Possibile che si debba accettare passivamente i disastri di un cattivo sovrintendente, pagandolo fior di quatttrini, senza contare i benefit (appartamento di lusso in centro a parma e auto) pagati dai cittadini?? Perchè non si può protestare per queste cose? Dove sono finite tutte le piccole e medie associazioni musicali di appassionati a Parma? Perchè non si protesta? E' una vergogna di questi tempi di crisi..e magari si va anche a teatro applaudendo.. povera Parma!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

S-Chiusi in galleria

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, nel mirino sponsorizzazioni a squadra di basket parmigiana

16 indagati e sequestro per 25 milioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

MONTAGNA

Corniglio, 14enne infortunata durante una gita con classe: interviene il Soccorso alpino

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

arte

Restaurata la Cassetta Farnese di Capodimonte: presto sarà (temporaneamente) a Parma

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

CASTELFRANCO EMILIA

Sparano a uno straniero ed esultano: indagini in corso

SPORT

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

2commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno