20°

31°

IL DISCO

Sound e riti tribali: Peter Gabriel fa IV

Sound e riti tribali: Peter Gabriel fa IV
Ricevi gratis le news
0

Quarto lavoro solista di Peter Gabriel, come i tre precedenti è senza titolo. Quello uscito 35 anni fa è stato perciò chiamato IV oppure “Security”. Ma questo titolo, scelto dalla casa discografica americana non piacque troppo all'ex frontman dei Genesis. Che preferì dunque sempre pensare a questo lavoro come IV. E' un album che segna un passaggio fondamentale, l'ennesimo nella carriera del poliedrico cantante, e la conseguente ulteriore distanza messa tra lui e il suo passato prog, non così marcato agli esordi da solista, ma via via sempre più chiaro. Ormai, Peter Gabriel è “soltanto” Peter Gabriel: un esploratore dei suoni ma anche dell'animo umano attraverso i testi. Che l'esperienza precedente con i Genesis in questo disco non riaffiori, è comunque opinabile. E in IV c'è anche il prog. Non come suoni o atmosfere. Ma come nomi sì. Non è un caso, infatti, che al disco abbia collaborato Peter Hammill, leggendario leader dei van der Graaf Generator. Un nome che con il progressive rock  è tutt'uno.
Venendo a IV, questo non è solo il disco di “Shock the monkey”, all'interno c'è molto di più. Ci sono suoni, parole, l'antropologia, le culture presenti e scomparse. Ma soprattutto c'è l'Africa, quella della maschera in copertina, un mondo tribale e rituale che danza nei recessi dell'animo umano.
Non a caso l'album si apre con “The rythm of the heat”, che narra dell'esperienza dell'antropologo e psicanalista svizzero Carl Gustav Jung intento a osservare un gruppo di percussionisti africani. La danza tribale intorno al fuoco rappresenta  il sacrosanto rifiuto della modernità. Canta infatti Gabriel: “Smash the radio/Smash the watch/Smash the camera”. Più di così...
“San Jacinto” è invece uno dei brani più famosi dell'album, divenuto leggendario nelle esibizioni dal vivo e da alcuni considerato addirittura il momento più alto di tutta la produzione di Gabriel. Il “teatro” è un luogo di sepoltura dei pellerossa e ha tutta la forza e la suggestione della tradizione, fierezza e spiritualità dei nativi americani. “San Jacinto” è anche il racconto di un rito di iniziazione degli Apache. Tra le righe si può intravedere un richiamo agli scritti di Carlos Castaneda, tanto caro anche ai Genesis. San Jacinto  può essere anche  epica, ma senza mai scadere nella retorica. Chi non l'ha ancora sentita - pochi, probabilmente - ne resterà letteralmente folgorato. “I have the touch” è invece apparentemente un momento più leggero, quasi una sosta dopo due brani così impegnativi.
Ma è solo una sorta di preparazione a “The family and the fishing net”, un incubo lungo oltre sette minuti che racconta ancora di riti tribali di matrimonio. In “Shock the monkey”, che sul vinile era la prima del lato B ed è sicuramente il brano più conosciuto, Gabriel usa un primate per meditare sulla gelosia. “Lay your hands on me” è avvolgente come poche, mentre “Wallflower” è una canzone di denuncia, nel solco di “Biko”, notissimo brano contenuto in III, album precedente uscito nel 1980. La chiusura del lavoro è affidata a “Kiss of life”, forse il momento meno impegnativo ma che non intacca per nulla il valore di un album dal respiro leggendario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Iran-Spagna: la carica dei tifosi sugli spalti

mondiali 2018

Iran-Spagna: la carica dei tifosi sugli spalti Foto

Dogana opening party al Best: ecco chi c'era Foto

FESTE PGN

Dogana opening party al Best: ecco chi c'era Foto

La prima prova della Maturità: foto dalle scuole di Parma

ESAME

La prima prova della Maturità: foto dalle scuole di Parma

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Musica Pop anni '80: vota la tua preferita

SONDAGGIO

Estate, tempo di musica e tormentoni: vota la tua hit Anni '80 preferita

Lealtrenotizie

Incidente mortale in A15

Foto d'archivio dal sito di Autocisa

AUTOSTRADE

Incidente mortale in Autocisa: operaio travolto e ucciso da un camion

SQUADRA MOBILE

Il market dei pusher in un appartamento di via Buffolara: due arresti, sequestrati 21mila euro Video

Schianto

La tragedia di Paolo Superchi e l'attesa struggente della sua Saky

PARMA DEFERITO

Vogliono toglierci un sogno

10commenti

Monticelli

Truffa dello specchietto: nomade denunciato

BARDI

Le Poste risarciranno gli eredi dei derubati

Lutto

Addio a Lino Morini, imprenditore nell'edilizia

PARMA

Incidente tra via Fleming e via Fermi, disagi al traffico

Auto in un fosso a Bezze di Torrile: un ferito

PARMA

Massacro di via San Leonardo: Solomon in tribunale, udienza rinviata a luglio

Disagi

Via Avogadro: dopo i ripetitori, ora anche il rumore

PARMA

Oggi l'assemblea degli industriali al «Paganini»

INTERVISTA

Le Moli e «Molto rumore per nulla»

IL CASO

Sala, piazza Gramsci non cambia nome

CARABINIERI

Traversetolo: «fumo» al parco, ragazzi nei guai

Droga, nuovo giro di vite

COLORNO

Ponte sul Po: preoccupazione per i tempi che si dilatano Video

COLORNO

Ponte chiuso: un camion forza il blocco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dazi, i pericoli di una guerra commerciale globale

di Paolo Ferrandi

1commento

PGN

La canzone dell'estate 2018?

di Mara Varoli

ITALIA/MONDO

CAMPANIA

Lucravano sull'accoglienza dei migranti: 5 arresti a Benevento

1commento

SALUTE

Il Consiglio superiore della Sanità chiede lo stop alla vendita della "cannabis light"

SPORT

CALCIO

"Tentato illecito", deferiti Calaiò e il Parma. La società: "Accusa sconcertante"

33commenti

Modena

Nuotatore di Montecchio morto a 24 anni: la Procura ordina nuovi accertamenti

SOCIETA'

Social Network

Instagram raggiunge un miliardo di utenti e sfida YouTube

MODENA

L'Osteria Francescana di Massimo Bottura è ancora il ristorante migliore del mondo

MOTORI

ANTEPRIMA

Ecco la nuova S60, la prima Volvo costruita negli Usa

RESTYLING

La Mercedes Classe C fa il pieno. Di novità