13°

23°

Spettacoli

"Il tempo ritrovato": via alla rassegna dedicata al grande cinema di Visconti

Ricevi gratis le news
1

Da "Ossessione" a "Morte a Venezia" sarà una rassegna ricca di suggestioni quella dedicata a uno dei grandi maestri del cinema italiano: Luchino Visconti. L'iniziativa è organizzata dal Circolo cinematografico D'Azeglio e dal Comune di Parma (Assessorato alla Cultura-ufficio cinema), con il sostegno della Fondazione Cariparma e del consorzio Cinema in Centro,  e la collaborazione di Acec, Europa Cinemas, Università di Parma, Conservatorio "Boito".  Da sottolineare anche la collaborazione con il Centro sperimentale di cinematografia - cineteca nazionale.
Gli appuntamenti, a ingresso gratuito, si terranno in parte al cinema D'Azeglio, in parte al cinema Astra: prima proiezione il 31 marzo, chiusura il 12 maggio. Per oltre un mese, dunque, i parmigiani potranno apprezzare i capolavori di un cineasta (il filosofo Gilles Deleuze ne riconobbe un'affinità con Marcel Proust: di qui il titolo della rassegna) che ha segnato indelebilmente una delle pagine più gloriose del nostro cinema. Saranno proposte copie restaurate dei film, che si segnalano per l'elevato livello qualitativo. L’iniziativa offrirà dunque una delle più importanti retrospettive in programma in Italia quest’anno.

LUCHINO VISCONTI - Luchino Visconti di Modrone conte di Lonate Pozzolo (Milano, 1906 – Roma 1976), rampollo dell’antichissimo casato milanese (la madre, Carla Erba, era proprietariadella famosa casa farmaceutica), dopo un’iniziale esperienza militare, da giovane si occupa con successo dei cavalli della scuderia paterna. Negli anni Trenta entra in contatto con il gotha della cultura francese; decisivo l’incontro con il regista Jean Renoir che lo avvicina al cinema e alla militanza politica a favore del Fronte Popolare e del Partito Comunista. In seguito collabora con il gruppo di giovani intellettuali della rivista “Cinema” (De Santis, Pietrangeli, Alicata, Puccini) che si battono per un profondo rinnovamento della cultura filmica italiana. Durante la guerra riesce a girare il suo primo film, Ossessione. Dopo l’8 settembre partecipa alla Resistenza, viene arrestato e rischia la fucilazione. Nel dopoguerra diviene, insieme a De Sica e Rossellini, la vedette mondiale del neorealismo. I suoi film, allo stesso tempo osannati e denigrati dalle opposte fazioni critiche, ne fanno uno dei fari del cinema italiano di ogni tempo; tra gli innumerevoli riconoscimenti, spicca la Palma d’Oro a Cannes nel 1963 per Il Gattopardo. Tra i film non compresi nella rassegna si segnalano i documentari Giorni di gloria (1945), Appunti su un fatto di cronaca (1951), Alla ricerca di Tadzio (1970) e gli episodi dei film collettivi Siamo donne (1953), Boccaccio 70 (1962), Le streghe (1967). Visconti lascia il segno anche in teatro misurandosi con i maggiori autori classici e contemporanei a partire da Parenti terribili di Cocteau nel 1945. Rivoluzionarie le sue regie liriche, in particolare quelle interpretate da Maria Callas tra il 1954 e il 1957.

INFO - Ufficio Cinema 0521 031035. Mail: cinema@comune.parma.it
Cinema D’Azeglio - Str. D’Azeglio 33 - 0521 281138 Cinema Astra - Piazzale Volta 3 - 0521960554

“Come è noto, dal 2009 – ha sottolineato l’Assessore alla Cultura Luca Sommi – abbiamo cercato di sostenere le sale del centro, che svolgono un'importante funzione culturale. Attraverso una serie di idee, a partire dalla Parma cultura card che consente l'ingresso ridotto a 4,50 euro, abbiamo sopperito alle difficoltà economiche e abbiamo ottenuto risultati molto positivi: è così possibile, inoltre, offrire alla città iniziative importanti, come questa rassegna dedicata a Visconti, che si profila certamente di grande interesse”. Il presidente del "Cineclub D'Azeglio" Luigi Lagrasta ha sottolineato “la gratuità dell’ingresso, che rappresenta una notevole opportunità, in particolare per i giovani, di poter accedere a veri e propri capolavori del cinema italiano: questa rassegna si segnala come una delle retrospettive più rilevanti del 2011 nel panorama nazionale”. Matteo Barbacini dell’ufficio cinema ha approfondito quindi i titoli della rassegna, ricordando “l’importante collaborazione con il Centro sperimentale di cinematografia - cineteca nazionale”.

IL CALENDARIO

Giovedì 31 marzo Cinema D'Azeglio
ore 18.30 OSSESSIONE
ore 21.15 LA TERRA TREMA

Giovedì 7 aprile cinema D'Azeglio
ore 18.30 BELISSIMA
ore 21.15 SENSO

Lunedì 11 aprile cinema Astra
ore 18.30 LE NOTTI BIANCHE
ore 20.30 ROCCO E I SUOI FRATELLI

Lunedì 18 aprile cinema Astra
ore 18.30 L'INNOCENTE
ore 21.15 LA CADUTA DEGLI DEI

Giovedì 28 aprile cinema D'Azeglio
ore 18.30 VAGHE STELLE DEL’ORSA
ore 21.15 LO STRANIERO

Lunedì 2 maggio cinema Astra
ore 20.00 LUDWIG

 Giovedì 12 maggio cinema D’Azeglio
ore 18.30 GRUPPO DI FAMIGLIA IN UN INTERNO
ore 21.15 MORTE A VENEZIA
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • guido campanini

    29 Marzo @ 18.48

    però nel 150° dell'unità d'Italia manca proprio IL GATTOPARDO (anche se c'è Senso...)

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

8commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno