16°

28°

Spettacoli

Ornella Vanoni "senza fine": "Se non canto divento triste"

Ornella Vanoni "senza fine": "Se non canto divento triste"
Ricevi gratis le news
1

 Mariacristina Maggi

Chi nella vita non ha conosciuto almeno un giorno di malinconia? Proprio per questo una delle canzoni più amate da Ornella Vanoni è «Domani è un altro giorno». «E' uno di quei giorni che ti prende la malinconia che fino a sera non ti lascia più...': un inizio davvero geniale - dice lei stessa - e ogni volta provo lo stesso coinvolgimento». Mancano pochi giorni al concerto della Signora per eccellenza della musica leggera italiana,  lunedì alle 21,30 sul palco del piazzale della Pilotta «Sotto il cielo di Parma». Una voce inconfondibile anche al telefono: ironica, sensuale, suadente, comunicativa... Non a caso lo spettacolo in scena è intitolato «Contatto 2011»: contatto con quel pubblico che da quando cantava le «Canzoni della Mala» la ama incondizionatamente. «Il concerto lo facciamo insieme, è un po' come fare l’amore: io cerco di dare le mie emozioni e il pubblico mi restituisce le sue. E’ una sinergia di energie che dà un senso molto forte al mio mestiere: il senso più alto». In scena, infatti, la Vanoni si racconta (chissà.., forse parlerà anche della sua recente candidatura alle amministrative di Milano) e vive il palcoscenico come una «casa»: piena di emozioni e sentimenti di cui parlare e cantare. «Perché se non canto divento triste: cantare mi fa impazzire dalla gioia», dice senza nascondere quella passione che da sempre la contraddistingue. «Sono molto felice di tornare a Parma - continua - è una città che amo e nella quale ho amici carissimi ma pericolosissimi... tra bottiglie di champagne e culatello...».
 
Amici per cui canterà con l’anima: «Ritengo questo il segreto della mia carriera, al di là del talento naturale e della tecnica con cui puoi affinare le capacità: è dal di dentro, è dal cuore che proviene la mia voce». Punto di partenza del tour il successo del disco «Ornella Vanoni Live al Blue Note» tra cover di colleghi, brani jazz e di bossanova e classici del suo repertorio sconfinato, tra cui l’immancabile «Senza fine». «E' una canzone che Gino Paoli ha scritto per me, è il mio ritratto: la prima volta che mi ha visto è rimasto colpito dalle mie mani,  grandi, senza fine...Mani che tutto possono toccare...beh (dice con una risata, ndr), qualcosa sicuramente mi sfugge...». Quelle mani indimenticabili, come le emozioni di 'Insieme», concerto dell’85 con lo stesso Gino Paoli (replicato vent'anni dopo con «Ti ricordi? Non non mi ricordo»): con una Vanoni bellissima in abito rosso di Versace che lasciava scoperta la sua splendida spalla: immagine indelebile di eleganza e sensualità. «L'uso del corpo è importante, vengo dalla scuola di Strehler e devo a lui la mia capacità di stare in scena», dice con gratitudine ripensando ai tempi del Piccolo di Milano. Deve a se stessa - diciamo noi - quel talento straordinario che l’ha resa anche una grande attrice: ma è stata poi la musica a rubarle l’anima. «Lo ripeto - conclude - se non canto, divento triste». Se non canta, signora Vanoni, diventiamo tristi anche noi.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Umberto da Napoli

    06 Luglio @ 23.32

    Grazie Mariacristina, per il bell'articolo e per il finale che Ornella definirebbe geniale oltrechè vero: "se non canta, signora Vanoni, diventiamo tristi anche noi"

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Foto d'archivio

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

2commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

3commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Radio Colonia

La Germania pensa di espellere gli italiani senza lavoro

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

SPORT

il videocommento

Grossi: "La "fame" di vittoria funziona. La squadra ha dato cuore e polmoni" Video

1commento

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"