12°

24°

Spettacoli

Armiliato: "Così passo da Verdi a Woody Allen"

Armiliato: "Così passo da Verdi a Woody Allen"
Ricevi gratis le news
0

Elena Formica

In «Match Point» c'erano Donizetti, Verdi, Rossini, la loro musica. In «The Bop Decameron» ci sarà Armiliato, il tenore Fabio Armiliato. Woody Allen ama l’opera, è stato regista di un fortunato «Gianni Schicchi» e nel nuovo film che da poco ha terminato di girare a Roma, intingendo le idee nel Decameron del Boccaccio, non si è accontentato - si fa per dire - di star cinematografiche come Penelope Cruz e Alec Baldwin, ma ha voluto anche un tenore famoso e italianissimo: Fabio Armiliato. A Liegi, dove Armiliato e Daniela Dessì sono impegnati nel «Trovatore» (che stanno anche registrando come fecero in aprile con «Otello», poi sarà la volta della «Forza del destino»), la notizia ha creato eccitazione tra il pubblico e nei media. Questi sono solo i primi effetti di un evento indubbiamente eccezionale nella carriera di un cantante lirico: non tanto girare un film con un regista importante di cinema quanto lavorare con Woody Allen.
«Non potevo fare in Italia un film senza Benigni», aveva dichiarato lo stesso Allen durante le riprese a Roma. Infatti ci sarà anche Roberto Benigni in «The Bop Decameron». Ma è altrettanto evidente che il regista newyorkese, accendendo i riflettori sull'Italia, non ha voluto rinunciare a un elemento caratterizzante come l’opera lirica. Così ha scritturato Fabio Armiliato, che proprio col Trovatore debuttò al Metropolitan di New York (1993), dove poi  tornò più volte con opere verdiane e veriste per la bacchetta di James Levine.
Si sa che il film di Woody Allen sarà strutturato a episodi. Ci può anticipare qualcosa della trama, in particolare quella dell’episodio con il tenore? Canterà? E che cosa?
« Non posso svelare nulla - risponde Armiliato -, come tutti gli attori del cast mi sono impegnato a mantenere il massimo riserbo su tutto, anche sul mio ruolo, per evitare fughe di notizie che potrebbero rovinare la sorpresa di questo film così particolare, così italiano. Woody Allen ha voluto nel cast, oltre a Benigni, diversi importanti attori italiani: Antonio Albanese, Riccardo Scamarcio, Flavio Parenti e altri ancora. Si tratta, in un certo senso, di un omaggio estremamente originale al nostro Paese, alla nostra cultura. Non a caso il titolo richiama il Decamerone del Boccaccio».
Come le è arrivato l’invito a partecipare al film?
«Non me lo aspettavo, questo è certo. Ma, subito dopo, ho compreso che da tempo mi stavano tenendo d’occhio. Mi spiego: Woody Allen voleva un tenore per 'The Bop Decameron', un tenore conosciuto al grande pubblico, ma anche capace di recitare davanti alla macchina da presa. Così io, senza saperlo, sono entrato nel novero dei possibili interpreti, in tutto una quindicina e non solo italiani. Sono stato chiamato, ho fatto il provino come attore (non come cantante, ovviamente!), e Woody Allen ha scelto me. A Roma, durante le riprese, mi sono trovato benissimo. Grande rispetto, grande attenzione mi è stata rivolta non solo in quanto attore, ma soprattutto in quanto artista del teatro d’opera. Ciò fa capire quanto sia amata e in quanta considerazione sia tenuta l’opera in ambito internazionale: il melodramma è uno dei punti d’eccellenza della cultura italiana nel mondo e girare questo film, per me, significa anche poter rafforzare l’incisività di tale messaggio attraverso lo straordinario canale del cinema. Bisogna insistere, in Italia, nel diffondere a tutti i livelli la consapevolezza e l’orgoglio di questo enorme patrimonio culturale che ci appartiene, che ha conquistato il mondo e che pertanto non si può insensatamente disperdere».
Sul set con Woody Allen. Come si lavora con lui?
«E’ una persona riservata, un uomo di poche parole. All’attore dà indicazioni sintetiche, ma estremamente precise, senza tuttavia forzare l’approccio naturale alla scena o alla battuta. Woody Allen ama la voce, questo sì, e ciò è risultato assolutamente evidente durante le riprese. Il film è stato girato in inglese, con frasi sparse in italiano. Io non ho avuto difficoltà con l’inglese, che parlo senza particolari problemi. Ho lavorato in totale serenità e la possibilità di mettermi in gioco a fianco di grandi attori è stata veramente stimolante».
 Aspettative?
«Il fatto di girare un film diretto da Woody Allen va al di là di ogni aspettativa individuale. E' un’esperienza che ha valore e significato in sé, che va vissuta pienamente in quanto tale. E' un regista grandissimo, uno dei protagonisti della storia del cinema. Sono felice, semplicemente, di avere lavorato con lui».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Corona paparazzato con Belen, Silvia Provvedi lo lascia!

milano

Belen al ristorante con Corona: il gossip impazza

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

E' morto Marco Garofalo, coreografo di tanti show

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

Lealtrenotizie

Beve soda caustica: bambina di Bari salvata al Maggiore

Dieci anni

Beve soda caustica: bambina di Bari salvata al Maggiore

ALLUVIONE

La Procura replica all'attacco di Pizzarotti: «Parole scomposte»

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

Traversetolo

Ancora liquami nel Termina: è allarme

COMPLEANNO

La storia dell'Astra, 70 anni tra calcio e baseball

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CARABINIERI

Sul ponte di Ragazzola con il rosso: pioggia di multe

COLORNO

Dopo l'incidente scappa: «inchiodato» dalle telecamere

Volanti

Nonnina terribile minaccia la vicina con la scopa: denunciata

tragedia sfiorata

Precipita in una scarpata facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne Video

anteprima gazzetta

Bimba di dieci anni, da Bari salvata al Maggiore dopo mesi da incubo Video

ARTE

"Il Terzo Giorno" porte aperte al Palazzo del Governatore Fotogallery

ALLUVIONE

Pizzarotti attacca la procura: "Crede che le persone siano individui da sbattere in prima pagina"

Il sindaco su Fb: "Oggi ci vuole un pazzo per fare il sindaco"

16commenti

METEO

Anticipo d'estate, caldo anomalo in mezza Europa

Temperature da inizio giugno a Nord, picchi di 27-28 gradi

PARMA

Auto si ribalta in via Montebello: ferita una 72enne Video

1commento

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Casellati subito prigioniera dei veti

di Vittorio Testa

L'ESPERTO

Termovalvole: se non si usa il riscaldamento si paga solo la quota fissa

di Mario Del Chicca*

1commento

ITALIA/MONDO

Brescia

Bimbo di 4 anni muore investito dalla mamma

Parco d'Abruzzo

Un orso muore durante la cattura e si riapre la polemica

SPORT

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

Calciomercato

Morata, ecco il bomber di ritorno

SOCIETA'

Musica

Nessun colpevole per la morte di Prince

MOBILITA'

Auto senza pilota: parte anche in Italia la sperimentazione

MOTORI

MOTORI

Audi e le altre: la Design week a quattro ruote

MOTORI

Mahindra KUV100, il city Suv che non ti aspetti