18°

28°

Spettacoli

Film recensioni - Drive

Film recensioni - Drive
Ricevi gratis le news
1

di Filiberto Molossi

Lo capisci subito, perché è quello il momento in cui lo devi capire: dalla sequenza iniziale, fonda come la notte, quasi muta e bellissima come una promessa. Che c'è da fare quel che c'è da fare e non servono tante parole.  E' un bel soggetto questo Nicolas Winding Refn, danese coccolatissimo da Hollywood, 41 anni appena l'altro giorno, una saga (quella di «Pusher») che ne ha fatto un regista di culto: al grande cinema - quello dei cartonati ad altezza uomo -, arriva sgommando, su auto dai motori truccati,  bolidi carenati da eroi senza nome: non male per uno che  ha dato l'esame per la patente 8 volte senza mai superarlo...
Un po' Michael Mann (quei colori metallici, quel mood filosofico e impassibile nel camminare attraverso le contraddizioni del  genere) e un po' Tarantino (il regista a cui più spesso viene accostato), Refn - miglior regista di Cannes 2011 - gira con «Drive» un film implacabile e notturno segnato da un romanticismo singolare, una sorta di struggente nostalgia che sembra riguardare non solo quello che già successo ma anche  (e soprattutto) ciò che deve ancora accadere. Una sorta di sospensione, di parentesi graffa del sentimento, che fa del silenzio più denso il proprio linguaggio e del sangue il prezzo da pagare.
Forte di un protagonista immediatamente accattivante, un duro taciturno che sa schiacciare sul pedale ma non ha diritto a un nome e nemmeno a un passato o a un futuro, «Drive» racconta la parabola di uno stuntman che di notte  semina gli sbirri al volante di auto utilizzate per questa o quella rapina. Una vita a mille all'ora, eppure quasi monotona: fino a quando incontra la bella vicina di casa con figlioletto a carico. E decide di aiutare entrambi.
Inseguimenti spettacolari, uso narrativo della musica, movimenti lenti e ultra calibrati a giocare di contrasto al contesto a tratti adrenalinico: l'enfant sauvage Refn, che si affida per il ruolo imploso del protagonista al lanciatissimo Ryan Gosling (perfetto), dimostra di avere imparato la lezione del crime movie anni '70 restituendola con gli interessi agli americani. Splendido e affascinante per tutta la prima ora, «Drive» sbanda  nell'ultima parte, quando una stilizzata ultraviolenza prende un po' la mano al regista, quasi si sentisse in obbligo (coi suoi fans?) di lasciare nel suo noir techno e melò un marchio splatter. Il peccato veniale di un autore che sa benissimo quanto sia corta la miccia della bomba su cui siamo tutti seduti. 
Giudizio: 4/5
 
SCHEDA
REGIA: NICOLAS WINDING REFN
SCENEGGIATURA: HOSSEIN AMINI DAL LIBRO DI JAMES SALLIS
FOTOGRAFIA: NEWTON THOMAS SIGEL
 INTERPRETI: RYAN GOSLING, CAREY MULLIGAN, BRYAN CRANSTON, RON PERLMAN, ALBERT BROOKS
GENERE: NOIR/THRILLER
 Usa  2011, colore, 1h e 40' 
DOVE:  THE SPACE BARILLA CENTER, THE SPACE CINECITY

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fidel51

    10 Ottobre @ 19.44

    Ho visto il film, e l'ho trovato stupendo, puro cinema sospeso veramente tra un non passato ed un non futuro. Peccato la violenza di alcune scene forse un po' troppo marcata. D'accordissimo con quel che scrive Molossi

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva.

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"