17°

27°

Spettacoli

E il Maestro si illuminò per i versi «Va, pensiero»

E il Maestro si illuminò per i versi «Va, pensiero»
Ricevi gratis le news
0

«E’ vero: alla Scala s'applaudì altra volta il Nabucco ed i Lombardi; ma sia per la musica, pei cantanti per l’orchestra pei cori per la 'mise en scène', fatto sta che tutt'insieme era tale spettacolo da non disonorare chi lo applaudiva. Poco più d’un anno prima, però questo stesso pubblico maltrattava l’opera d’un povero giovane ammalato, stretto dal tempo e col cuore straziato da un’orribile sventura!».  E’ Verdi che in una lettera a Tito Ricordi, 4 febbraio 1859, scritta sul filo dell’irritazione per la pallida accoglienza da parte del pubblico scaligero del «Boccanegra», rievoca il successo riportato diciassette anni prima, in quello stesso teatro, da «Nabucco»; non senza associare la tappa festosa allo smacco amaro dell’opera che l’aveva preceduto, «Un giorno di regno».
Altre volte Verdi ritornerà su questo episodio che appartiene ormai ad una storia sfumante nel mito, quasi a voler ricostruire il trapasso tra la caduta e la risalita, tra il botto di «Un giorno di regno» e il successo di «Nabucco», nato, sembrerebbe, dalla fulminea illuminazione suscitata dai versi fatidici di «Va, pensiero» del libretto di Solera affidato al depresso e demotivato compositore dall’impresario Merelli. Il quale, forte del contratto che aveva steso con Verdi dopo il primo decollo fortunato di «Oberto», non intendeva minimamente subire i danni di tale depressione. L’infelice deviazione sul terreno del comico non impediva di riprendere subito il cammino, lungo il percorso che sembrava più congeniale al compositore. Ed ecco allora il libretto di «Nabucodonosor», che Otto Nicolai non aveva accettato, subito riciclato per il giovane bussetano il quale, dopo il fulmine dei versi, cominciò a lavorarvi attorno, col risultato che nel giro di pochi mesi l’opera venne terminata.
Nel famoso autobiografico sguardo retrospettivo fissato dal Pougin è lo stesso musicista a confermare il ruolo decisivo di «Nabucco»: «con quest’opera si può dire veramente che ebbe principio la mia carriera artistica», affermazione che tocca anche i modi con cui il musicista si innesta in una tradizione, quale quella dell’opera «corale» di cui modello supremo è il «Mosé» rossiniano, per poi innervarla di nuove tensioni attraverso i contrasti individuali tra i personaggi. Ed è proprio questo irradiarsi di un potere primario, inteso come infrangibile energia morale, l’elemento che imprime a «Nabucco» una sua inconfondibile autonomia: il popolo si muove, infatti, con un battito diversamente pulsante da quello che gremisce l’ampio affresco rossiniano e tale diversità, rappresentata dal peso espressivo che impregna la melodia verdiana, è l’elemento che determina lo stacco con cui il compositore si presenta alla ribalta del suo tempo; la ragione specifica che fa di «Nabucco» davvero «il principio» della sua carriera artistica, nel senso che quest’opera diventa la rivelazione di quel modo di porsi di fronte al dramma, unico, già virtualmente dominato da quella coerenza che guiderà il lunghissimo arco creativo del nostro musicista.
Spicca in particolare, in termini di novità, il profilo del protagonista, così tormentato da sussulti tanto violenti, che si offre con una sua profonda tensione, presenza che lascia crescere attorno a sé una più corrosiva desolazione. Basterebbe osservare la varietà degli atteggiamenti musicali con cui Verdi segue il suo stravolto iter emotivo, varietà che sembra essa stessa incarnare nel progressivo trapasso da modi declamati ad una sempre più armoniosa sinuosità melodica, il processo di umanizzazione attraverso cui il compositore, alla fine, ci restituisce un altro personaggio.g.p.m.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Sicurezza, stamane incontro al Viminale tra Pizzarotti, Casa e il sottosegretario Molteni

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

1commento

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

38 anni dopo

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l’analisi dei frammenti a Parma

CORCAGNANO

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

ROCCABIANCA

Profughi, soluzione alternativa a via Verdi

1commento

Fidenza

La carica dei 300 scolaretti dalla Collodi all'ex Agraria

CONSIGLIO COMUNALE

Un semaforo pedonale in viale Fratti

Sarà all’altezza del polo pediatrico

1commento

Teatro

Cevoli: «Il mio Rossini? Un mattacchione»

Fidenza

36enne apre conti bancari (veri) con documenti falsi: scoperta, denunciata e arrestata

tar

(Chiusura) Open shop di via Bixio, Comune condannato al risarcimento

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pietro Barilla, storia di un padre

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: uno è morto

REGGIO EMILIA

Bidello di un asilo accusato di violenza su un bimbo di 4 anni

SPORT

USA

Giovane promessa del golf trovata morta sul campo in Iowa

SERIE A

La Spal stende l'Atalanta con la doppietta dell'ex Petagna

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

NAPOLI

Il set di Gomorra al centro di una protesta degli inquilini

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design