13°

23°

Spettacoli

Film recensioni - Molto forte, incredibilmente vicino

Film recensioni - Molto forte, incredibilmente vicino
Ricevi gratis le news
0

di Lisa Oppici

C’è una voce in segreteria: sei messaggi. Il primo è tranquillizzante, l’ultimo più concitato: dice tante volte «Ci sei?» e poi più niente. Niente. Perché subito dopo crolla tutto. Il bambino quella voce l’ascolta e la riascolta, la tiene per sé senza condividerla, l’impara a memoria in ogni accento. E muore un poco dentro anche lui. È l’11 settembre 2001. La voce era di suo padre, che dal World Trade Center non è più tornato. La nuova sfida di Stephen Daldry, l’autore di «Billy Elliot» e «The Hours», comincia con gli abiti svolazzanti di un uomo che cade nel vuoto. Parte da lì, Daldry, mostrando fin da subito il taglio di questa trasposizione del notevole - e complesso, e stratificato - romanzo di Jonathan Safran Foer: la scelta dell’11 settembre come direttrice di una storia tutta concentrata (più del libro) su Oskar e sul suo itinerario di elaborazione del lutto. Lui, bambino «strano», un sospetto di sindrome di Asperger, alle Torri Gemelle ha perso il compagno di avventure: quel padre che un anno dopo vuol provare a «ritrovare» seguendo un oggetto, una chiave, raccolto per caso nel suo guardaroba. La chiave diventa una zattera cui aggrapparsi: e cercare la «sua» serratura, in una New York battuta palmo a palmo, significa tornare a «giocare» con il padre, in una quête che nasce per riempire l’incolmabile e che è in primis viaggio interiore, appunto nell’elaborazione del lutto e nell’accettazione della vita anche «orfana», percorso di formazione in più stazioni.
L’11 settembre è un fil rouge, ma la storia è più grande: è storia sulle paure (di esser figli e trovarsi davanti al mondo, ma anche di esser padri: il nonno muto di Oskar) e sulla necessità di affrontarle, sul dolore accecante della perdita, sulla vita e sulla morte, sulla fatica di cercarsi e di attrezzarsi per affrontar l’oceano: a nove come a ottant’anni, bambini o adulti, figli o genitori. Per raccontarla Daldry sta molto - moltissimo - sui volti, soprattutto sugli occhi: e li fa parlare. Spinge sul pedale della commozione, talvolta abbonda in retorica, ma nonostante tutto sa confezionare un film che (av)vince per intensità e forza non solo emotiva, complice uno straordinario protagonista (attenzione ai suoi occhi, ma anche a come sa reggere il dialogo-confessione con il vero proprietario della chiave): i suoi duetti con lo splendido Max Von Sydow, Virgilio sui generis a sua volta (auto)mutilato da un dolore troppo grande, valgono da soli il biglietto.
Giudizio: 3/5

SCHEDA
REGIA:  STEPHEN DALDRY 
SCENEGGIATURA:  ERIC ROTH 
(dal romanzo di Jonathan Safran Foer) 
FOTOGRAFIA: CHRIS MENGES 
MUSICHE: ALEXANDRE DESPLAT 
INTERPRETI:  THOMAS HORN, SANDRA BULLOCK, TOM HANKS, MAX VON SYDOW, VIOLA DAVIS
GENERE:  DRAMMATICO
Usa 2011, colore, 2 h e 9'
DOVE:  THE SPACE CINECITY

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita.

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno