13°

28°

Spettacoli

Placido Domingo: "Nel 2013 inciderò in onore di Verdi"

Placido Domingo: "Nel 2013 inciderò in onore di Verdi"
Ricevi gratis le news
1

NOSTRO SERVIZIO

di Paride Sannelli
Ogni volta che te lo trovi davanti circondato dall’allure che gli dà oltre mezzo secolo di palcoscenico la domanda è sempre la stessa: con quale Placido Domingo stai parlando? Con l’ultimo tenorissimo della terra, con il baritono del “Simon Boccanegra”, con il direttore d’orchestra, con manager teatrale (oltre alla responsabilità dell’Opera di Los Angeles per il 2013 s'è accollato pure la direzione artistica onoraria del centesimo cartellone operistico dell’Arena di Verona), con l’attore, con il produttore cinematografico o con il talent scout? Una confusione di ruoli che crea smarrimento nell’interlocutore, ma non nell’artista che ti si para davanti nella linda sala da té dell’Hotel Sacher, suo domicilio abituale sotto il cielo epico di quella Salisburgo che quest’anno, al Festival, l’ha visto indosse i panni di Bejazet nel “Tamerlano” di Händel. 
Con uno di quei coup de théatre che gli riescono anche giù dal palco, l’elegante settantunenne in giacca cravatta e pochette azzurra che ti tende la mano stavolta non parla di lirica ma di pop, anzi di “Songs” l’album che il 15 ottobre lo riporta alla musica di consumo dopo più di vent'anni con la complicità di uno stuolo d’amici lungo così. 
C'è Josh Groban, con cui duetta una “Sous le ciel de Paris” col pensiero alla Piaf, c'è Susan Boyle (“From this moment” di Shania Twain), c'è la rivelazione francese Zaz (“La Chanson del vieux amants” di jaques Brel), c'è uno scanzonato Harry Connick Jr. (“Time after time” di Sammy Cahn). Ma in “Besame mucho” spunta la tromba di Chris Botti, mentre “Il mio cuore va” (italianizzazione fatta a suo tempo da Sarah Brightman della sempiterna “My heart will go on” di Celine Dion) la duetta l’americana Megan Hilty e “Come that way” di “Moulin Rouge” Catherine Jenkins. 
Ma la carta in più da giocare che ha la versione italiana si chiama Francesco Renga, coprotagonista della “What a wonderful world” firmata da Bob Thiele ma poi portata al successo da Louis Armstrong. 
«Quando m'è arrivata la proposta di cantare quel pezzo con uno dei miei mostri sacri non riuscivo a crederci» spiega Renga. «Mi è subito tornata alla mente l’emozione provata ascoltando per la prima volta “Miss Sarajevo” duettata da Bono e Pavarotti e ho detto sì senza pensarci due volte. Peccato solo che abbiamo dovuto incidere in due studi diversi ed è mancato quindi l’incontro diretto, ma spero tanto un giorno di potergli almeno stringere la mano». 
Domingo, perché Renga? 
Perché quel pezzo nella edizione spagnola lo canto con mio figlio Plácido jr., ma per l’italiana volevo una bella voce del vostro paese. Quando la casa discografica mi ha fatto ascoltare “Orchestra e voce” mi sono detto: eccola.  
Con che criterio ha scelto il repertorio di “Songs”?
Sentendomi molto più scoperto e criticabile in un album del genere che non in un disco d’opera, ho cercato di tenere la barra al centro senza cadere nella trappola della popstar: andare dietro ai gusti della massa trascurando le cose che piacciono a te. Per questo ho messo brani straconosciuti e strafamosi, ma anche cose del passato a cui rimango particolarmente legato tipo la mia “Cancion par una reina” o “Un uomo tra la folla” di Mogol e Tony Renis, che incisi nel '75 ma scivolò via senza la giusta attenzione da parte del pubblico. Mi è sembrato giusto dargli un’altra opportunità perché è una delle più belle canzoni che ho mai inciso.  
Produceva lo stesso Renis, mentre gli arrangiamenti erano di Morricone
Ricordo ancora il puntiglio messo da Tony nelle registrazioni. Mi diceva “no, no, ciccio non la cantare così, cantala cosà...” e, visto poi il risultato, difficile dargli torto. 
Grazie a “Perhaps Love”, duettata nell’81 assieme a John Denver, lei è stato fra i primissimi a fondere lirica e pop in un disco di grande successo
Inizialmente Denver doveva accompagnarmi alla chitarra nella sua “Anis song”, poi però conversando mi raccontò di avere nel cassetto una bella canzone che la casa discografica non voleva fargli incidere. L’accennammo davanti al microfono e quando dissi al produttore che volevo registrarla assolutamente sentii rispondermi: “già fatto mentre provavate, quando la pubblichiamo?”. 
Poi sono arrivati Diana Ross, Julio Iglesias, Tony Bennett, Dionne Warwick, Natalie Cole, Riccardo Cocciante, Santana e molti altri ancora.
Molti di loro li ho ospitati nella collana di album natalizi “Christmas in Vienna”. “Novus” di Santana, invece, l’ho registrata a Los Angeles nel cuore della notte, dopo un recita. Preferisco sempre incidere finito uno spettacolo, quando sono ancora caldo.  
Con alcuni dei cantanti presenti in questo nuovo lavoro aveva già duettato ad “Amore infinito”, l’album ideato quattro anni su poesie di Giovanni Paolo II
Un’idea che sto per riprendere. Nel 2013, per il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, inciderò sicuramente qualcosa del maestro di Busseto, poi mi dedicherò ad un disco con il tastierista greco Yanni e infine al «Trittico romano», l’unico testo dato alle stampe da Wojtyla dopo la sua elezione al soglio pontificio. 
A proposito di Verdi, non aveva in animo d’incidere pure “I due Foscari” nei panni di baritono?
Per il momento quell'opera la faccio solo in teatro a Los Angeles. E una replica sarò trasmessa in diretta nelle sale cinematografiche di tutto il mondo per poi diventare dvd.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • sofia

    19 Agosto @ 23.50

    Magari Domingo ora potrebbe incidere in duo con Nucci. Che bella gara sarebbe! Non si rassegnano a ritirarsi, soprattutto per il fatto che qualcuno trova il modo di inserirli ancora nei cast. A Parma vogliono Nucci anche se la voce di un tempo risulta solo un ricordo. E lui, come se non avesse fatto abbastanza denaro, non rifiuta mai. Visto che dice di amare tanto Parma, per quale motivo almeno non canta gratis?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

S-Chiusi in galleria

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

Bruce Springsteen ha compiuto 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen ha compiuto 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolta anche una squadra di basket di Parma

16 indagati e sequestro per 25 milioni. Come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

MONTAGNA

Corniglio, 14enne infortunata durante una gita con classe: interviene il Soccorso alpino

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

arte

Restaurata la Cassetta Farnese di Capodimonte: presto sarà (temporaneamente) a Parma

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

decreto sicurezza

Salvini: "Via tutti i campi rom entro fine legislatura"

SPORT

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

CASTELFRANCO EMILIA

Sparano a uno straniero ed esultano: indagini in corso

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

3commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno