13°

25°

Spettacoli

La sinfonia di Mahler è tragica ma l'inaugurazione della stagione della Toscanini è una festa

La sinfonia di Mahler è tragica ma l'inaugurazione della stagione della Toscanini è una festa
Ricevi gratis le news
0

  Avevamo già ascoltato Kazushi Ono, alcuni anni fa, in occasione di uno dei suoi primi ‘ritorni’ a Parma, confrontarsi con Mahler, quello della Prima Sinfonia nella quale si può già intravedere la stupefacente prefigurazione di quel cammino tracciato dal compositore boemo, tra i più originali e problematici che conducono verso la ‘modernità’, nell’ambiguo rapporto col passato nutrito di allarmanti premonizioni. 

Cammino per la verità assai più tormentato rispetto all’illuminante esordio come lascia intendere l’ampia progressione del grande ciclo delle dieci Sinfonie, sospinto da aspirazioni e da cadute, da illusioni e da compianti, termini di una soggettività oltremodo acuita nel modo di guardarsi dentro come pure nel tentare utopisticamente di esorcizzare il dolore universale con un’ideale di bellezza; motivi che si incarnano in una lingua musicale diversa da quella dei suoi contemporanei in maniera contrastante, ambivalente anche, ciò che spiega le molte incomprensioni e il ritardo di quell’affermazione che oggi ha avuto il suo contrappasso tracimando addirittura in una vera e propria ’moda’; benvenuta, in ogni modo.
 Per dire come tra le premesse della Prima sinfonia e la Sesta si apra un abisso, angoscioso, nel senso di come quella fermentante fantasia che pervadeva la prima parte del cammino, tutto in ascesa, ora appaia incupita, aspra, nello stesso riaffiorare di ricordi la cui malìa nostalgica viene subito travolta dalla pressione di una lingua convulsa, oltremodo intrecciata. Una sinfonia tragica, appunto, come lo stesso Mahler la definiva. E proprio la particolare complessità del tessuto apre un interrogativo quanto mai arduo per l’interprete, chiamato in gioco dall’imprevedibilità del linguaggio, nella Sesta particolarmente istigante, quanto dalla suggestione del ‘contenuto’ emozionale, che sono poi i termini offerti dall’arco differenziatissimo dell’interpretazione mahleriana, dal viscerale coinvolgimento del geniale Bernstein alla lucidità radiografica di un Boulez.
 Entro tale prospettiva Kazushi Ono si è mosso con una positività ben determinata, sorretta dall’impegno di attivare una compagine, per l’occasione straordinariamente allargata, che con Mahler non si cimenta tutti i giorni e tuttavia è risultata sensibilmente prensile nel rispondere alla visione del direttore. Visione, si diceva, sollecitata dalla stessa crudezza del materiale sonoro entro cui i rari momenti melodici vengono vanificati da gesti rabbiosi, digrignanti persino, movenze alle quali Ono ha inteso dare un senso coerente nella continuità dell’immensa tela, con un’immanenza di indubbia tensione comunicativa; un tener sempre i piedi ancorati a terra che forse ha comportato la rinuncia a quel colore livido che aleggia su questo arduo capolavoro. La serata si era aperta nel nome di Mozart, con uno dei Concerti più affettuosamente lirici come quello in la maggiore K.488, solista il giovane Javier Perianes, pianista di trasparente sensibilità nel modo di fraseggiare, di toccare il tasto, di controllare il suono, come ha pure lasciato intendere nella Mazurka fuori programma delibata con finezza; interprete ideale per tradurre un profilo mozartiano non puntigliosamente stagliato quale troppo spesso si ascolta ma affettuosamente conversativo, come quello del Concerto in la maggiore dove il filtrato gioco teatrale che Mozart rivive nei suoi Concerti si fa più trepido, intimamente lirico nella circolarità che si stabilisce tra il pianoforte e gli altri «personaggi» dell’orchestra, i fiati in particolare; gioco che l’altra sera, complice anche l’acustica (ma non ne parleremo più!) che dava a questi un’evidenza preponderante, lasciava il solista prevalentemente in ombra. Auditorium esaurito, pubblico entusiasta, gran festa per tutti.g.p.m.  
 
(La foto è di Luca Trascinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Tutte le foto del  royal baby

fotogallery

Tutte le foto del royal baby

Silvia Olari furto tablet

Foto d'archivio

REGGIO EMILIA

Silvia Olari su Fb: "Mi hanno rubato il tablet". E i Carabinieri lo rintracciano subito

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Quiche tricolore, cucina patriottica

LA PEPPA

La ricetta - Quiche tricolore, cucina patriottica

Lealtrenotizie

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

SPORT

Centro sportivo di Collecchio: c'è una nuova offerta, si riapre la gara

L'offerta è stata fatta dall'Istituto per il credito sportivo (Ics). Il Parma Calcio 1913 rassicura i tifosi: "Parteciperemo alla prossima asta pubblica"

5commenti

tg parma

Cerca di fuggire: pusher "placcato" e arrestato dai carabinieri in Viale Vittoria Video

Un cittadino polacco è stato denunciato per furto

Parma

Vandalismi all'Itis, la preside chiude il bagno

PARMA

Incendio in uno scantinato: vigili del fuoco in zona San Lazzaro

E' successo in via Bondi

LUTTO

Addio a Oddi, pilastro dell'Audace

PARMA

Uno sprint al tramonto: il 4 maggio torna la Cetilar Run

Ecco il percorso della manifestazione: 8 chilometri dal Parco Ducale alla Cittadella

Soragna

I ragazzini rapinati: abbiamo ancora paura

'NDRANGHETA

Gigliotti deve restare in cella: no del gip alla scarcerazione

IL CASO

Massacro di via San Leonardo, chiesto il rinvio a giudizio di Solomon

FELINO

Invalida per finta e denunciata per davvero

Sosta con un permesso falso sullo stallo per disabili in via Brigate Alpine: un'automobilista originaria del Napoletano scoperta e indagata dai vigili

PARMA

Casa nel Parco: gioco e lavoro vanno a braccetto Foto

CARABINIERI

Scompare da San Secondo: Claudio Lombino ritrovato a San Polo d'Enza

Il 29enne era scomparso venerdì, lasciando a casa portafogli e cellulare

INTERVISTA

Baronchelli e Bugno, ciclisti-bersaglieri

Serie B

L'Empoli strapazza il Frosinone, il Parma resta al secondo posto

Lucarelli esorta tutti su Fb: "Non esiste sconfitta nel cuore di chi lotta"

2commenti

TERREMOTO

Il Bardigiano trema: 7 scosse in un'ora

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

1commento

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

NAPOLI

A 13 anni in classe con pistola finta, paura tra i compagni

Varese

L'omicidio di Lidia Macchi: ergastolo per Stefano Binda

SPORT

parma calcio

Al Tardini la nascita delle Parma Legends e il raduno di “Serie A: Operazione nostalgia” Foto

RUGBY

Zebre: pullman per i tifosi sabato a Treviso

SOCIETA'

WEB

YouTube, rimossi 8 milioni di video in tre mesi

INTERVISTA

Pin-up e "mister barba", parla la modella: "Ecco come ho creato il servizio fotografico" Video

MOTORI

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone