17°

27°

Spettacoli

Tornano i Pooh: "Ma non è mai la stessa musica"

Tornano i Pooh: "Ma non è mai la stessa musica"
Ricevi gratis le news
0

Pierangelo Pettenati

Mercoledì 21 novembre tornano a Parma i Pooh. Ancora al Teatro Regio, come nel marzo 2011, e ancora con una veste nuova: l’anno scorso con i nuovi musicisti Ludovico Vagnone (chitarra), Danilo Ballo (tastiere) e Phil Mer (batteria), questa volta accompagnati dall’Ensemble Symphony Orchestra diretta dal M° Giacomo Loprieno con la quale hanno inciso «Opera seconda», uscito circa un mese fa e da allora ai primi posti della classifica. Per la band continua il periodo di intensa attività, come confermano gli storici membri Roby Facchinetti, Red Canzian e Dodi Battaglia: «Alcuni colleghi, arrivati alla sessantina, decidono che non hanno più ragione d’essere nell’ambiente musicale; crediamo che la parola 'fine' o 'cambiamento di strategia', non siamo noi a doverla determinare. Crediamo che, quando fai il nostro mestiere – e con la gratificazione che abbiamo avuto noi – solo quando la gente smetterà di comprare i nostri dischi e smetterà di venire ai nostri concerti, arriverà il segnale che tu non sei più adatto a fare questo mestiere. Per noi, invece, è un momento bellissimo, magico, e non bisogna scalare le marce finché il motore è a regime».
«Opera seconda» è basato su 11 vostre canzoni riarrangiate con l’orchesta sinfonica; cosa vi ha guidato nella scelta delle canzoni e nella nuova interpretazione? 
«Siamo partiti dalla voglia di ripercorrere una strada già percorsa nel '72 quando abbiamo fatto quattro date con un’orchestra sinfonica. Lì capimmo che avevamo la possibilità di fare grande musica, ma la cosa è poi ripartita quasi casualmente: quando siamo rimasti in tre ci siamo detti che questa poteva essere l’occasione per sperimentare altri modi di suonare. Tra le nostre trecento canzoni, abbiamo cercato quelle che fossero idoneee per essere suonate con l’orchestra, ma anche che avessero nel loro dna una storia più lunga di quella che avevano già percorso e che fossero ancora attuali. E siamo andati a riscoprire dei personaggi come Pierre, la storia di un omosessuale che noi cantammo in un periodo in cui era difficoltoso affrontare certi argomenti. O come Maria Marea che sceglie di finire la propria vita gettandosi nelle acque piuttosto che avere un amore non degno di essere chiamato così».
E in questo lavoro, siete venuti anche dalle nostre parti chiamando Mario Biondi a cantare «Ci penserò domani»... 
«Mario è una delle chicche, una delle più importanti del disco. A volte, queste collaborazioni nascono per esigenze di casa discografica, ma il nostro rapporto e la stima reciproca risalgono a tanto tempo fa, prima ancora che facesse successo: facemmo un provino con lui proprio con 'Ci penserò domani' e quando abbiamo deciso questa operazione, abbiamo subito pensato a lui, che per noi è come un fratello. Il connubio con noi è interessante perché ha una maniera molto internazionale di porsi e di cantare, mentre noi siamo più nazionalisti; e poi, la sua voce si sposa benissimo con quella di Dodi. Non sappiamo se a Parma salirà sul palco con noi come ha fatto a Milano, ma se dovesse essere a casa sicuramente verrà a trovarci».
 Come avete trasportato il disco nel concerto?
 «Abbiamo diviso il concerto in due tempi: il primo segue esattamente l’andamento del cd, pause comprese; nel secondo siamo andati alla ricerca di brani che, innanzitutto avessero una bella collocazione in uno spazio così, però abbiamo anche scelto quelli che la gente ci chiedeva a gran voce e che magari non eravamo riusciti a suonare nel corso degli anni proprio perché legati comunque a un discorso sinfonico che però non avevamo potuto riprodurre; canzoni come 'Infiniti noi', 'Eleonora mia madre', 'Parsifal'. Per renderle ancora più attuali, e perché qualcuno non pensasse a una semplice raccolta, abbiamo anche riscritto diverse parti delle canzoni, dando loro così una nuova vita».
Per informazioni e prevendita: Arci Parma e Caos Organizzazione Spettacoli tel 0521-706214. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

10commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

3commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

USA

Coppia insospettabile "drogava e stuprava donne": forse centinaia di casi

scosse

Terremoto di magnitudo 2.5 e replica a Pozzuoli

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design