17°

27°

Spettacoli

Film recensioni - La frode

Film recensioni - La frode
Ricevi gratis le news
0

Filiberto Molossi

Fatevene una ragione: persino la fionda di Davide ormai è truccata. E Golia, ai giorni nostri, cade sempre in piedi. Forse perché tutti hanno un prezzo: anche chi crede di non essere in vendita. Se c'è una cosa interessante in questo film non è tanto l'incontrovertibile evidenza che il «cattivo» (complice anche la faccia da schiaffi di un ex american gigolo che invecchia bene assai) sia più affascinante dei «buoni»: quello capita nelle migliori famiglie. E in molte altre valide pellicole. Ma piuttosto che i «buoni», a ben guardare, se li passi sotto la lente di un critico cinismo, siano peggio del «cattivo». Un universo di conniventi, di complici, di vittime compiacenti: di silenziosi comprimari che, per tornaconto personale,  deviato senso di appartenenza o di gratitudine o semplicemente per difesa del proprio (invidiatissimo) status quo, scelgono consapevolmente di rifiutare la verità, preferendo tacere, non vedere e non sentire. Funziona così: e non solo sullo schermo. Che poi è lo specchio - o la cartina di tornasole - del nostro avido, mercificato e mortificante, presente. Cammina su un filo tirato sulle macerie morali del mondo, «La frode», seguendo, dall'origine alla fine, la via frastagliata e fragile della crepa: proprio lì, sul punto di rottura, dentro al sibilo prima della bomba. Costantemente sotto pressione, in bilico sul baratro, sul disastro: là, nell'istante che precede un crollo che più che economico  è prima di tutto morale, esistenziale.  Solido thriller finanziario, notturno, metropolitano, freddo e terminale in quei suoi blu notte, nell'acciaio, nel vetro e nel cemento che tengono insieme i grattacieli della Grande Mela, le torri del potere dove è più facile soffrire di vertigini, l'opera prima del 33enne Nicholas Jarecki racconta, con svolte basic e finale efficacemente brusco, di un magnate della finanza che se non vuole saltare per aria deve chiudere in fretta la cessione della sua società: ma mentre è in auto con l'amante il destino si mette in mezzo...
Nel sogno di onnipotenza dei patriarchi del dio dollaro che non sanno dire mi dispiace, un film che, alimentato dallo spettro della crisi (tra speculazioni selvagge, finanza «creativa» e contabilità doppie o triple), scava   tra i ricatti dell'oggi, seguendo nell'era dei Madoff più che dei Gekko gli equilibrismi capitalistici di un «eroe» anti etico a cui Richard Gere (con lui anche i credibili Susan Sarandon e Tim Roth e l'incerta - e mal doppiata - Laetitia Casta) presta occhi che sono fessure dove leggere l'ambiguità del mondo.
Giudizio: 3/5
SCHEDA
REGIA:  NICHOLAS JARECKI
SCENEGGIATURA:  NICHOLAS JARECKI
FOTOGRAFIA: YORICK LE SAUX
INTERPRETI:   RICHARD GERE, SUSAN SARANDON, TIM ROTH, BRIT MARLING, LAETITIA CASTA
GENERE:   THRILLER
Usa 2012, colore, 1 h e 47’
DOVE: THE SPACE BARILLA CENTER e THE SPACE CINECITY

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

10commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

3commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

USA

Coppia insospettabile "drogava e stuprava donne": forse centinaia di casi

scosse

Terremoto di magnitudo 2.5 e replica a Pozzuoli

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design