14°

27°

Spettacoli

Film recensioni - Gravity

Film recensioni - Gravity
Ricevi gratis le news
0

Filiberto Molossi

2013, odissea nello spazio: galleggia in silenzi a cui potresti abituarti, sferzando la calma fasulla dell’eternità con la violenza endemica dell’imprevisto, disegnando, con sublime e rarefatta lentezza, le ellissi celesti dell’assenza, là, tra le curve irregolari del pathos dove si insinua, inattesa, la commozione.
Non chiamatela fantascienza: è un film sulla rinascita, «Gravity», sul sopravvivere o, meglio, sul «ripartire». Che poi, da quanto lontano tu possa guardare quell'assurdo, meraviglioso, pianeta chiamato Terra, significa sempre e comunque ricominciare. Due astronauti, una tragedia inaspettata e una missione impossibile: tornare a casa. Magari riuscendo nell’impresa (magie dell’empatia e della «profondità») di strappare anche una lacrima a chi guarda. Una metafora della solitudine, un dramma esistenziale prima che spaziale, un viaggio anche interiore nell’avvincente, drammatico, coming home dell’anima. Poteva stupirci con effetti speciali, il messicano (che vive a Pietrasanta...) Alfonso Cuaròn, ma ha preferito provare a colpirci al cuore, girando in assenza di gravità e di certezze, tra soggettive appassionanti e piani sequenza infiniti (solo quello iniziale, splendido, dura 17 minuti), un kolossal minimalista (comunque) spettacolare e paradossalmente claustrofobico, alzando l’asticella del survival movie fino a una dimensione umanissima e filosofica, dove il mistero (della morte, dell’universo...) è davvero immenso, inesplicabile, ma «se decidi di vivere devi mettercela tutta». Space drama in sfavillante 3D (mai così realistico e funzionale, almeno dai tempi di «Avatar»), girato in tempo reale, con unità aristotelica di luogo e azione e una manciata o poco più di inquadrature, «Gravity» è un coraggioso film a due voci (e con un solo personaggio dominante: lo spazio) che riesce, tra fede e darwinismo (d’impatto la sequenza finale che si richiama apertamente all’evoluzione), a segnare un passo avanti nel rapporto, sempre complesso, tra la poetica (e la politica) degli autori e il cinema mainstream, togliendo peso ai corpi per saggiare la massa, grave, del rimpianto, del tormento, dell’ostinazione. Una pellicola tanto forte da permettersi il lusso di relegare George Clooney al ruolo di spalla per vincere il buio comodo della deriva (e della rassegnazione) aggrappandosi alla determinazione di un’intensa Sandra Bullock che, mai così dolente e autentica, atterra in zona Oscar.

Giudizio: 4 su 5

SCHEDA
REGIA: ALFONSO CUARÓN
SCENEGGIATURA: ALFONSO E JONAS CUARÓN
FOTOGRAFIA: EMMANUEL LUBEZKI
INTERPRETI: SANDRA BULLOCK, GEORGE CLOONEY
Usa, colore, 1 h e 31'
GENERE: FANTASCIENZA/DRAMMATICO
DOVE: THE SPACE BARILLA CENTER, THE SPACE CINECITY

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Avicii - Best moments live

MUSICA

Avicii, best moments live: i concerti più belli del dj svedese Video

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

serie tv

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

Star Smallville incriminata per traffico sessuale

televisione

Star di "Smallville" incriminata per traffico sessuale

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Parma, tanto cuore per tornare al secondo posto. E lunedì tocca al Frosinone Risultati e classifica

2-1 al Carpi

Parma, tanto cuore per tornare al secondo posto. E lunedì tocca al Frosinone Risultati e classifica

"Vittoria incerottata e sofferta: 3 punti findamentali", Videocommento di Grossi - Barillà: "Vitoria dedicata a Lucarelli e Munari" Video

5commenti

serie b

D'Aversa: "Restiamo con i piedi per terra" Video

scomparso

San Secondo, da 24 ore non si hanno notizie di Claudio. Chi l'ha visto?

polizia

Il market dello spaccio? Installato nel greto della Parma. Cinque in manette Video

In tutto 13 arresti e oltre 65 chili di droga sequestrati

9commenti

Ospreys 37-14

Le Zebre chiudono (in casa) con una vittoria

incidente

Mezzano superiore, finisce con l'auto nel fossato: ferito un 65enne

felino

Parcheggiava con un permesso disabili falso intestato a un morto

4commenti

gazzareporter

Bici "parcheggiata" in via Marchesi

arte

Lorenzo Dondi protagonista al Fuorisalone di Milano Foto

dopo il maltempo

Sicurezza del territorio: 62 interventi finanziati dalla Regione, da Colorno all'Appennino

carabinieri

Sborsa 30mila euro per una Porsche usata ma è una truffa: tre denunciati

1commento

VIA SIDOLI

Scende dall'autobus: 83enne assalita e rapinata

6commenti

FURTI

Notte di raid nelle assicurazioni: cosa cercavano i ladri?

5commenti

Addio

Giancarlo Bonassi, l'antesignano delle guide turistiche

L'agenda

"Nel segno del giglio" e non solo: un sabato tra dischi in vinile, libri e musica

Tribunale

Picchia e perseguita la fidanzata: condannato a due anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Intese difficili. La prossima settimana è decisiva

di Domenico Cacopardo

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

India

Scatta la pena di morte per chi stupra le bambine

La Spezia

Rifacimento di piazza Verdi: due arresti per tangenti

SPORT

MotoGp

Marquez penalizzato: da primo a quarto in griglia

GAZZAFUN

Parma-Carpi 2-1: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GAZZAFUN

“La morta in Tär" e le belle storie in dialetto: rispondi al nostro quiz

Gran Bretagna

Star e colpi di cannone per il compleanno di Elisabetta

MOTORI

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover