17°

28°

Serie A

Il Parma fa tutto da solo: ancora in dieci e ancora ko

A Cagliari arriva una sconfitta: si complica la corsa all'Europa

Il Parma fa tutto da solo: ancora in dieci e ancora ko
Ricevi gratis le news
48

Un altro ko, il secondo consecutivo, e ancora una volta il Parma termina in 10 la partita (Espulso Felipe per un fallo di reazione). A decidere la partita di Cagliari il rigore di Pinilla al 35' del primo tempo. E i crociati incrociano per l'ennesima volta il proprio destino con l'ex, il parmigiano Dessena: a provocare il penalty un fallo di Lucarelli. E l'Europa? Anche se tutto non è deciso, ora il Parma scivola al 9° posto in condominio con il Milan, scavalcato da Verona, Lazio e Torino. Cagliari in festa per la matematica salvezza. Da rilevare che, determinante per il risultato, è stata la prova del portiere (al debutto) rossoblù Silvestri. Tre parate del portiere sono state determinanti. E ora sotto con la Sampdoria per risalire sul treno dell'Europa.

 Il Cagliari è salvo. Obiettivo raggiunto matematicamente dopo il successo per 1-0 sul Parma al "Sant'Elia" maturato grazie a un calcio di rigore di Mauricio Pinilla. I ducali, alla seconda sconfitta consecutiva, perdono punti preziosi in chiave Europa League. Non è una partita bella, la squadra di Pulga si mostra cinica e riesce ad avere la meglio seppur con tanta sofferenza al cospetto di un Parma che non si è arreso, neppure in inferiorità numerica. Nel primo tempo è stato Cassano a tenere in tensione la retroguardia rossoblù, mentre nella ripresa è Amauri a tenere alta la sua squadra. Tuttavia il gol non arriva, grazie soprattutto all’ottimo Silvestri che supera brillantemente l’esordio in serie A. Il Cagliari può far festa al termine di una stagione davvero difficile. Poca scelta in attacco per Ivo Pulga per la squalifica di Ibarbo e il mancato recupero di Nenè; giocano Sau e Pinilla con Ibrahimi ad ispirarli. In porta esorsio in serie A per Marco Silvestri. Donadoni deve fare a meno di Paletta squalificato, quindi Felipe viene schierato al fianco di Lucarelli in difesa; Gobbi viene preferito a Molinaro; nel tridente offensivo Palladino viene preferito ad Amauri con Biabiany e Cassano finto "centravanti". Ritmi bassi nei primi minuti. Al 6' la prima occasione del match per il Cagliari: Ibrahimi serve Eriksson, conclusione da posizione defilata deviata in angolo da Mirante. La risposta del Parma all’11' con un tiro di Cassano dal limite dell’area deviata in angolo da Astori. Al 22' lo stesso Cassano ci prova su calcio di punizione, ottima la risposta di Silvestri che si salva in angolo. Al 31' nuovo tentativo del barese con un destro da fuori area, il pallone sfiora la traversa ed esce. La partita la sblocca però il Cagliari al 35' su calcio di rigore concesso per un fallo in area di Lucarelli su Dessena; dal dischetto Pinilla spiazza Mirante infilando il pallone nell’angolo basso a destra. Nel Parma è sempre Cassano ad impensierire gli avversari: al 37' girata in area dell’attaccante, la sfera esce di poco alta. Al 39' nuova conclusione in area di Cassano deviato in angolo da Conti. Il primo tempo si chiude 1-0. Stessi uomini al ritorno in campo. Il Parma fa la partita e tiene chiuso il Cagliari che non ha interesse a forzare. Al 7' miracolo di Silvestri che salva i suoi deviando in corner il colpo di testa in area di Acquah. All’8' il Parma resta in dieci per una manata di Felipe ai danni di Rossettini come reazione dopo uno scontro di gioco. Al 10' Donadoni si gioca la carta Amauri, in campo al posto di Palladino. Il Parma continua a spingere nonostante l’inferiorità numerica. Al 16' Biabiany sfiora l’incrocio raccogliendo un cross rasoterra di Amauri. Dall’altra parte ci prova Sau dalla distanza con un tiro potente che Mirante devia in angolo. Al 24' ottimo lancio di Conti per Sau, l’attaccante prova a servire in area di Ibraimi, anticipato da Gobbi. Al 25' Molinari prende il posto proprio di Gobbi. Il Cagliari gioca meglio adesso, avrebbe la possibilità di chiudere il match ma sbaglia troppo. Al 28' primo cambio anche per Pulga con Perico al posto di Pisano. Al 35' grande occasione per il Parma con un cross di Schelotto per Biabiany che anticipa tutti e manda fuori per un soffio davanti la porta. Al 36' spazio anche per Cossu al posto di Sau. Al 37' altro grande intervento di Silvestri che dice no a un gran colpo di testa di Amauri destinato all’angolino. Al 47' l’ultimo brivido per il Cagliari con un gran tiro da fuori di Acquah; Silvestri ben piazzato sfiora il pallone e manda in angolo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • VELENOSO

    29 Aprile @ 23.25

    Grazie ragazzi, è stato bello, abbiamo sognato ma a Cagliari ci siamo svegliati. E' finito il sogno, si torna a lavorare. Peccato, veramente peccato buttare via una stagione contro una squadra, imbottita di riserve,già salva e tanto tanto mediocre.Non giocava nemmeno Ibarbo..... Grazie ad ogni modo di averci fatto sognare ad occhi aperti certo che scivolare su una buccia di banana così fa rabbia. Abbiamo vinto a Milano dando 4 gol al Milan, tre gol A SAN SIRO all'Inter, abbiamo vinto a Napoli e poi...perdiamo contro nessuno. AHI AHI AHI VECCHIO PARMA. CHE BRUTTO CENTENARIO

    Rispondi

  • Silvia

    28 Aprile @ 19.26

    Presente secondo me è juventino xche vedo che si diverte con poco .......poi magari mi sbaglierò!!!!!!!!!!! PECCATO PARMA PECCATO che occasione sprecata ieri ero arrabbiata e ho detto che mi ero stancata ma devo purtroppo dire che del parma non mi stancherò mai anche se dovessimo tornare in b... ..quindi sempre forza parma visto che in b non ci torneremo piu Leonardi.ghirardi.Donadoni fate una cosa diversa riportate i Parma a livelli superiori dai che volere è potere. Io c'ero quando il Parma era GRANDE E NE HO NOSTALGIA

    Rispondi

  • Ivo

    28 Aprile @ 18.46

    Concordo con Simone . E poi il vero tifoso non si vede solo quando VINCE LA PROPRIA SQUADRA. Il Parma gioca bene tutte le partite , tranne Catania ( andata ) e bologna . Abbiam meritato per gioco , qualità , e caparbietà su tutte le partite , ricordatemene una se sbaglio !! Siam stati sfortunati ( Juve Inter e altre ancora ) ma questo e il calcio , e dato che attaccanti nn c e ne so no , si tira il fiato !! Anzi grazie per ciò che è stato fatto fin ora ! Cassano ? Per chi ha visto la partita , ( qualcuno forse no ) ha pressato il portiere fino al 90 ' , poi non è che abbiamo chissà che giocatori da poter pretendere chissà che polmoni o piedi.

    Rispondi

  • Filippo

    28 Aprile @ 16.53

    Presente, per che squadra tifi? Troppo facile nascondersi. Dicci per quale squadra tifi che alla prima occasione ti restituiamo i complimenti...

    Rispondi

  • VELENOSO

    28 Aprile @ 11.52

    Caro Luca rispondo anche a te. Il Parma del secondo tempo di Cagliari mi è piaciuto ma la partita l'ha persa nel primo tempo quando , sicuri di vincere hanno giocato in modo IGNOBILE. Sembravamo una squadra di pensionati. NON CORREVANO. Ragazzi giovani che correvano cme pensionati, non si era mai visto. Poi è arrivato AMAURI e ha dato l'esempio. Nonostante le sue tante primavere, correva più di un ragazzino, purtroppo lui e ACQUAH erano gli unici non avevano la divisa balneare. Gli altri camminavano come zombie per il campo capeggiati da Cassano e Palladino, le due delusioni atroci dell'ultimo mese e forse dell'intera stagione.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

INCIDENTE

Ciclista investito in via Langhirano

Felino

Incendio di Poggio Sant'Ilario: Mohon condannato a dieci anni

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

PARMA

Ponte Romano, sopralluogo in vista dell'inaugurazione Foto

SIVIZZANO

Addio all'imprenditore Romano Schiappa

MOBILITA'

In bici sulla pista ciclabile numero 4, tra buche e lampioni

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

SALSO

E' morto Ruggero Vanucci, storico edicolante

calcio

Riecco Ciciretti

STORIA

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

MONTAGNA

Soccorso Alpino attivato nella zona del Lagastrello per soccorrere una persona ferita

INTERVISTA

Golf, inizia il Tour Championship: sfida importante per Francesco Molinari Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

3commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

ITALIA/MONDO

CULTURA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPAM

Porno-ricatto via e-mail: allarme (e consigli) della polizia postale

SPORT

Calciomercato

Inter, vicino il rinnovo di Icardi

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

SOCIETA'

McDonald’s

Il Big Mac compie 50 anni: nacque dall'idea di un italoamericano

bergamo

15enne scopre dopo un anno che dall'altra parte della chat erotica c'è il papà

5commenti

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design