18°

28°

Calcio in lutto

Addio a Boskov

Avrebbe compiuto 83 anni il 16 maggio

Addio a  Boskov
Ricevi gratis le news
3

E’ morto Vujadin Boskov. Un grande allenatore ma soprattutto un grande uomo. A pochi giorni dalla scomparsa di Tito Vilanova, il calcio si veste di nuovo a lutto. A 82 anni se ne va Vujadin Boskov, allenatore serbo che ha scritto la storia della Sampdoria. Centrocampista di qualità in Jugoslavia (con la nazionale vincerà l’argento olimpico a Helsinki '52), una lunga militanza nel Vojvodina, nel '61 sbarca in Italia per vestire la maglia blucerchiata. Resterà solo una stagione ma sarà l’inizio di un legame eterno. Appese le scarpe al chiodo torna a casa, al Vojvodina che oggi ne ricorda "lo spirito visionario". Perchè Boskov era avanti anni luce nel suo modo di intendere il calcio ed è lui, a metà anni Sessanta, che convince la squadra slava a costruire un centro di formazione, il primo di sempre nei Balcani e che oggi giustamente porta il suo nome. Già questo basta a capire che tipo di personaggio era l’uomo di Novi Sad, che dopo aver allenato per due anni la sua nazionale comincia un lungo percorso che lo porta a lavorare in Olanda (Ado Den Haag con cui vince una Coppa nazionale e Feyenoord) e poi in Spagna, dove l'esperienza al Saragozza gli spalanca le porte del Real Madrid. Boskov vince un campionato, due Coppe e raggiunge anche la finale dell’allora Coppa dei Campioni, persa però col Liverpool. Anche questo, forse, un segno del destino. Torna in Italia nell’85, il tempo di riportare l’Ascoli in A, poi Paolo Mantovani lo vuole per la sua ambiziosa Sampdoria e lì Boskov diventa leggenda. Impossibile non pensare ai blucerchiati quando si cita il nome del tecnico serbo. Quella era la squadra di Mancini e Vialli, di Pagliuca e Vierchowod, di Cerezo e Mannini, di Katanec e Invernizzi, di Pari e Dossena, di Lombardo e Salsano, costruita con l’abile regia di Paolo Borea e i soldi di Mantovani e con Boskov nelle vesti di allenatore-papà. La Samp vince e diverte, arrivano due Coppe Italia e una storica Coppa delle Coppe ma l’apice è tra il '91 e il '92, con la conquista dello scudetto e la splendida cavalcata in Coppa dei Campioni fino alla finale persa col Barcellona, fino a quella maledetta punizione di Koeman che mise fine alla favola. La carriera di allenatore di Boskov, di fatto, si chiude quel giorno. Quella Coppa sfuggita ancora una volta è l’ultimo atto alla Samp, poi seguiranno le esperienze con Roma, Napoli, Servette, di nuovo Samp per una stagione e Perugia prima della chiusura finale al timone della Jugoslavia a Euro2000, dove arriva fino ai quarti. Di lui poi si perderanno le tracce, tranne qualche apparizione via via sempre più rada. Ma quello che ha fatto in campo e la sua strabordante simpatia restano per sempre. Come dimenticare quel suo volto un pò burbero ma affettuoso, il suo italiano dall’accento slavo e soprattutto quelle frasi a effetto che ancora oggi riempiono il web. "Rigore è quando arbitro fischia" è sempre attuale ma l’elenco delle perle regalate da Boskov è lungo: "Gullit è come cervo che esce di foresta", "Se io sciolgo il mio cane, lui gioca meglio di Perdomo" (poi 'rettificatà dallo stesso tecnico), "Benny Carbone con sue finte disorienta avversari ma anche compagni", "Lombardo è come Pendolino che esce dalla galleria". La sua era una filosofia spicciola ma efficace, perchè "l'allenatore deve essere al tempo stesso maestro, amico e poliziotto", tanto per fare un’altra citazione, e "un giocatore con due occhi deve controllare il pallone e con due il giocatore avversario". Boskov era questo e tanto altro e, anche se banale da dire, lascia un grande vuoto. Del resto "gli allenatori sono come i cantanti lirici. Sono molti e anche bravi, ma soltanto due o tre possono cantare alla scala di Milano". E i suoi acuti mancheranno a tutti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • indianoparmigiano

    27 Aprile @ 22.48

    non vendere pelle di orso, finchè lui caldo...

    Rispondi

  • leandro

    27 Aprile @ 21.05

    Rigore è quando arbitro fischia. Mio cane gioca meglio di Perdomo. Onore a Vujadin da un tifoso genoano.

    Rispondi

  • ixxo

    27 Aprile @ 19.47

    ....Gullit corre come cervo fuori di foresta.....

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

SERIE A

Parma, che tour de force

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

5commenti

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

2commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design