Sport

Alessia Arisi indimenticata regina della racchetta

Alessia Arisi indimenticata regina della racchetta
Ricevi gratis le news
0

Pietro Negri
Ne è pasato di tempo, da quando nel 1980 Alessia Arisi provava i primi diritti e rovesci sul tavolo da ping pong della parrocchia di Ognissanti.  E’ iniziata proprio così, nell’oratorio della chiesa cittadina, la carriera di una delle migliori giocatrici di tennis tavolo italiane di tutti i tempi. Alessia si ricorda ancora, di quando dopo la messa della domenica mattina, don Luigi si fermava a fare qualche scambio con quella bambina prodigio, che da lì ad un anno sarebbe già stata in nazionale. E’ passato del tempo, tanto sudore, ma anche molte soddisfazioni, due Olimpiadi, otto titoli italiani assoluti, qualche medaglia ai campionati europei, e due argenti e un oro ai Giochi del Mediterraneo. E dopo quasi 28 anni, lo scorso giugno è arrivato un terzo posto agli italiani assoluti di Conversano, anche se di cose, nel frattempo, ne sono successe.
Alessia Arisi, campionessa di ping pong, o di tennis tavolo?
«Il ping pong è quello che si gioca all’oratorio, o in spiaggia d’estate: tutto il resto è tennis tavolo, ovvero uno sport completo, fatto di riflessi, coordinazione, intelligenza tattica e tanti tanti allenamenti. E’ l'adrenalina delle partite, il confronto diretto con un avversario, quello sport in cui se vinci, ti senti il migliore, ma quando perdi devi trovare la forza per rimboccarti le maniche, tornare ad allenarti e cercare di migliorare».
E tutta questa passione, nacque proprio in un’oratorio, i primi colpi a "ping pong" dunque.
«E’ vero, poi venne una squadra a fare una dimostrazione nella mia scuola elementare, vinsi il torneo tra bambini delle scuole di Parma, e così mi chiesero se fossi stata interessata ad iniziare. Avevo poco più di nove anni, e più o meno un anno dopo ero in Cina a fare uno stage di due, tre settimane con la nazionale italiana. Fino a 17 anni ho giocato nella Canali Parma, la squadra locale, in cui mi sono divertita tantissimo».
Nel frattempo però, l’avventura con la nazionale italiana è proseguita?
«Certo, vinsi l’argento europeo tra le Allieve a 14 anni ed il bronzo tra le Juniores, a 17. Il tennis tavolo era diventato più che una passione, ero spesso in giro per l’Europa, o in Cina ad allenarmi con atlete asiatiche davvero fenomenali. Per questo devo dire grazie ai miei genitori, che mi hanno sempre sostenuto, sono stati i miei primi tifosi, accompagnandomi sempre dove c'era qualche torneo, qualche campionato».
Da lì alla nazionale maggiore, il passo sarà stato breve.
«Già nelle categorie giovanili venivo spesso convocata con i "grandi", e lì sono arrivate le soddisfazioni più grandi: ho partecipato tre volte al "Top 12", il campionato dei 12 migliori giocatori europei, arrivando tre volte nona, nel '91 poi, ai Mondiali di Tianjin, in Cina, approdai ai sedicesimi di finale, ed anche grazie a quel risultato a fine stagione ero 39° nel ranking mondiale».
Tutto questo a soli 20 anni, e le soddisfazioni più grandi dovevano ancora arrivare.
«La gioia più grande della mia carriera arrivò da lì a breve: era il febbraio 1992, a Bolzano, quando mi qualificai per le Olimpiadi di Barcellona al termine di una tre giorni di gare estenuante. Fui l’unica azzurra tra donne e uomini ad accedere per la disciplina del tennis tavolo, e mi ricordo ancora com'ero spaesata una volta entrata nel Villaggio Olimpico: gli atleti, l’organizzazione, i media he ti seguono ovunque. Io che avevo sempre e solo giocato a tennis tavolo mi sentivo al settimo cielo».
Una esperienza che poi si ripetè quattro anni dopo, ad Atlanta. Cos'era cambiato nel frattempo?
«Molto, moltissimo. Mi sono trasferita tre anni in Germania, a giocare per club tedeschi in quello che è il miglior campionato d’Europa, abbiamo vinto tanto, un’esperienza di vita straordinaria. Alle Olimpiadi del '96 non ero più sola, ma con me c'erano altre due ragazze, anche se qualificarmi fu più difficile, perché se nel '92 ero una sorpresa inattesa, questa volta sentivo grande pressione su di me. I giochi quella volta li ho vissuti più rilassata però, andando a vedere altre discipline, insomma, ho fatto un po' più la "turista"».
E in Europa i successi continuavano ad arrivare.
«Due argenti ai Giochi del Mediterraneo, nel '93 a Languedoc e nel 2001 a Tunisi, e in Francia vinsi anche l’oro in doppio femminile. Poi il bronzo in doppio misto agli Europei di Eindhoven nel '96, e otto titoli italiani, sparsi tra l’88 e il 2001».
Proprio nel 2001 arrivò la decisione di smettere. Perché?
«Non potevo vivere con lo stipendio di una professionista del tennis tavolo, così mi guardai intorno, decisi di iniziare a lavorare. Trovai subito posto alla Sterilgarda, dove lavoro tutt'oggi, e per un anno smisi col tennis tavolo. Ma la passione era troppo forte, e così, a fine 2002, ripresi, anche se con molta più calma e rilassatezza: ora rappresento gli atleti all’interno della nostra Federazione, vedo le cose in maniera più razionale, ma agli ultimi assoluti di Conversano, in giugno, sono comunque arrivata terza. Nel frattempo il lavoro continua, mi sono trasferita a Castel Goffredo da qualche anno».
E Parma le manca?
«Parma è bellissima, nei weekend corro a casa, e poi è migliorata molto da quando ero più giovane io... c'è molta più vita di un tempo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia, nuovo album e tour nei teatri

Foto d'archivio

Musica

Fiorella Mannoia, nuovo album e tour. L'8 maggio al Regio

Il 36enne Nicolas è il  nuovo amore di Monica Bellucci

GOSSIP

Il 36enne Nicolas è il nuovo amore di Monica Bellucci Foto

Langhirano, la serata dei compleanni alla Taverna Ponte: ecco chi c'era - Foto

FESTE PGN

Langhirano, la serata dei compleanni alla Taverna Ponte: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ammiccante e cremosa Monvasia Brut Metodo Classico di Casalone

IL VINO

Ammiccante e cremosa Monvasia Brut Metodo Classico di Casalone

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Salvini: "La mafia va aggredita nel portafoglio. Orgoglioso di consegnare beni confiscati" Video

a Sorbolo

Salvini: "La mafia va aggredita nel portafoglio. Orgoglioso di consegnare beni confiscati" Video

CERIMONIA

Parma, i nuovi Cavalieri e Ufficiali della Repubblica

12 tg parma

Avevano 20 mila euro di droga nell'auto: in manette padre e figlio Video

1commento

NOMINA

Pierluigi Spagoni nuovo direttore generale della Gazzetta

TRAFFICO

Giornata difficile sulla A1 e sulla tangenziale nord

QUALITÀ DELLA VITA

Parma, migliora la sicurezza. Ma scippi e rapine restano un'emergenza

4commenti

EDITORIALE

Qualità della vita, Parma dietro Reggio? Qualcosa non quadra

21commenti

MECCANICA

La Casappa investe a Parma e in Cina

1commento

Sissa Trecasali

All'assemblea dei genitori se ne presenta solo uno

2commenti

12 tg parma

Fidenza: due nuovi primari all'Ospedale di Vaio Video

maltempo

Il Comune: "Spargimento del sale nella notte". Ma fioccano le proteste

14commenti

COLLECCHIO

Cittadini infuriati contro i padroni dei cani indisciplinati

6commenti

GAZZAREPORTER

❄❤Sei sempre meravigliosa...

Parma, prima neve.

AMBIENTE

Sforamenti nei livelli di polveri sottili: tre giorni di stop agli Euro 4 a Parma

Misure di emergenza anche a Modena

7commenti

BORGOTARO

Prima il furto, poi l'aggressione della titolare: rapinatore condannato

1commento

Varchi elettronici

Nuove telecamere sul Lungoparma e in via Garibaldi

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Rispetto il Sole ma a Parma sto benissimo

di Michele Brambilla

2commenti

LAVORO

31 nuove offerte

ITALIA/MONDO

USA

Texas, lascia le figlie 18 ore chiuse in macchina: morte

dramma

Una 18enne si dà fuoco nel Savonese. Come il padre 5 anni fa

SPORT

SERIE A

Tra Bologna e Milan un pareggio che non serve a nessuno

Calciomercato

Ibrahimovic continua a tenere il Milan lontano

SOCIETA'

Ospedale dei bambini

Canti sotto l’albero e Luce di Betlemme, la magia del Natale

feste pgn

La festa per l'addio al celibato di Singh... con gli amici che "vendono" le sue rose Foto

MOTORI

PROVA SU STRADA

Al volante di Alpine Renault, emozioni d'altri tempi

AUTO ELETTRICA

Ricarica superveloce: 3 minuti per fare 100 km