21°

Sport

Leonardi: "Il Tardini deve diventare un polo di aggregazione"

Leonardi: "Il Tardini deve diventare un polo di aggregazione"
Ricevi gratis le news
6

Si è svolto  ieri  a Bologna il convegno Lo sport in tribuna – Disciplina e gestione degli impianti sportivi. Il convegno ha visto la presenza di esponenti delle istituzioni dello Stato, tra cui il ministro dell’Interno   Roberto Maroni, ed esponenti di diverse società sportive, tra cui il direttore Generale del Parma FC Pietro Leonardi, il direttore commerciale della Juventus FC Marco Fassone e l’amministratore delegato e direttore generale dell’U.C. Sampdoria Giuseppe Marotta. 

Presenti anche alcuni membri delle amministrazioni comunali dei vari comuni coinvolti, tra cui l’assessore allo Sport del comune di Parma Roberto Ghiretti. A moderare la tavola rotonda il direttore di Quotidiano.net Xavier Jacobelli. 
Temi principali del convegno sono stati la costruzione, gestione e titolarità degli impianti sportivi, a cui si legano strettamente anche le problematiche sulla sicurezza.
 «Bisognerebbe condurre uno studio approfondito  -  ha esordito nel suo intervento   Leonardi - sulle problematiche che ruotano attorno allo stadio   Tardini: se il Parma Calcio vuol competere a medio termine a determinati livelli, è chiaro che una delle risorse fondamentali nella voce entrate dovrà provenire proprio dallo stadio. Non è possibile che debba essere sempre il presidente a ripianare i debiti della sua società al termine di ogni stagione sportiva: va condotto uno studio approfondito del territorio a disposizione per ottimizzare al meglio le risorse. Indipendentemente dal fatto che lo stadio si trovi in centro città o in periferia,  deve diventare un polo d’aggregazione che non sia fruibile solo nel giorno della partita, ovvero due o tre giorni al mese: se il Tardini sarà in grado di supportare queste esigenze, allora con le dovute modifiche sarà il nostro stadio del futuro; viceversa si dovrà cercare un’area adatta dove realizzare un nuovo impianto». 
Nel corso della tavola rotonda, il  ministro Maroni ha approfondito la tematica della tessera del tifoso, invitando i relatori presenti ad esporre la propria opinione o a sollevare eventuali domande sull’argomento.  «Colgo l’occasione di questo convegno  -  ha concluso Leonardi  -  per sottoporre al  ministro  quello che per noi è il punto critico della tessera del tifoso, e su cui si potrebbe fare un’attenta riflessione: si dovrebbero apportare delle modifiche all’articolo 9».
Maroni ha apprezzato l’intervento, ed ha anticipato che sono in atto delle modifiche all’articolo 9, che verranno rese note nei prossimi giorni.   
«Sono piacevolmente sorpreso – ha sottolineato l’assessore allo Sport del Comune  Roberto Ghiretti  -  per l’interesse destato dalle politiche per lo sport messe in atto dal nostro assessorato, in particolare per l’idea, molto apprezzata, di polifunzionalità dei nuovi impianti come Palaeventi e cittadelle dello sport. Sul tema del nuovo stadio da calcio, auspico che nel 2010 possa aprirsi tra Comune di Parma e Parma Calcio un percorso congiunto per studiare e analizzare e quindi capire se costruire un nuovo stadio».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • massimo

    29 Settembre @ 16.22

    Il tifoso deve immedesimarsi nel calciatore, il calciatore miliardario non sarà mai come il tifoso...a meno che il tifoso sia un miliardario. Ci vuole un tetto agli stipendi, offerte per le famiglie anche di svago pre-post partita ( bagni per bambini con fasciatoio), nurse. Il tifoso dovrebbe essere socio e poter usufruire delle stesse strutture del club, il senso di appartenenza genera ambizione e viceversa, partecipare a certe decisioni importanti. Magari che ci sia una elezione tra i soci(abbonati) di un rappresentante che parli a nome dei soci, attività culturali e non solo d'elitè. La gente deve partecipare attivamente alla vita del club e per poterlo fare deve avere la possibilità di scegliere. In altri paesi in cui la realtà economica è molto peggiore rispetto a Parma gli stadi sono stipati, colorati. Parlo di Parma ma parlo anche dell'Italia in generale. Eliminare le inutili restrizioni alle bandiere e quanto altro, non abbiamo stadi più sicuri in questo momento, ma solo più grigi, più anonimi. Se si vuole fare un'altro stadio si deve pensare a uno stadio con una buona acustica per poter affittarlo per eventi come concerti etc, e anche per potenziare il l'effetto della tifoseria locale, siamo 13000 dobbiamo sembrare 80000 per loro. Parte dei successi sportivi derivano anche da quello.

    Rispondi

  • luca

    29 Settembre @ 13.21

    Il pensiero per cui si debba guadagnare sempre e comunque da ogni cosa (ora anche la struttura Stadio deve produrre ricchezza) è alla base della vittoria a tutti i costi e del risultato da ottenere comunque a scapito del gioco. Viva Zeman, viva Sacchi. Il calcio è spettacolo: pagare meno i giocatori (tutte le società) che non sono chirurghi o ricercatori universitari. E stadio a costi più bassi (Parma lo sta facendo). E il calcio migliorerà. E' sbagliato l'approccio e la mentalità, approntata al business esasperato.

    Rispondi

  • CLAUDIO

    29 Settembre @ 12.57

    La tessera del tifoso dovrebbe essere gratis altrimenti e' palese che dietro c'e' il businnes.Poi azzeramento delle diffide,anche chi ancora non le ha scontate e radiazione a viita negli stadi a chi fa casini infine non negare la liberta' a chi vuole andare a vedere una partita e non ha la tessera del tifoso come dice "allibito"Per quanto riguarda lo stadio,ormai e' palese,ci stanno preparando poi verra' smantellato.Se cio' accadesse l'area dovrebbe essere adibita non a supermercati e similari ma ad un area verde aperta a tutti.

    Rispondi

  • marcone

    29 Settembre @ 11.47

    Secondo me si sta perdendo il vero succo della questione, che non riguarda le diffide o i diffidati ( per quanto trovo assolutamente ingiusto concettualmente tale provvedimento, visto che anche agli assassini è concesso un processo) ma la libertà negata!!!. Se un mio parente arriva dall'australia e vuole andare a vedere parma-cagliari, o fiorentina -udinese, o pinco contro palllino deve essere libero di poterlo fare!!!!!!! allo stesso modo in cui è libero di andare al cinema o a teatro!!!!!!!. E' questa la libertà negata!!!!!!il calcio è uno spettacolo come ce ne sono tanti altri nella nostra società!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!, è inammissibile che per andare a vedere una partita io debba preventivamente4 chiedere un permesso alla questura....è inaccettabile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!. Sono davvero fuori di testa !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • SIFTO'

    29 Settembre @ 11.20

    caro vigno,tanto ghirèt conta come il 2 di coppe con sotto denari. cominciamo a "buttare il prete nella m...a" se continui, ti do del tu visto che ci conosciamo, a mantenere questa linea politica sullo STADIO, col ciuffolo che ti rivoto. OK?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La  'sexyprof' si candida alle Europee  in lista Popolari

elezioni

La 'sexyprof' si candida alle Europee in lista Popolari

Charlize Theron

Charlize Theron

usa

Charlize Theron confessa, mio figlio Jackson è una bambina

Corona: giudici, per lui carcere soluzione adeguata

gossip

Corona, i giudici: "Per lui il carcere è la soluzione adeguata"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Grateful Dead, mezzo secolo di Aoxomoxoa

IL DISCO

Grateful Dead, mezzo secolo di Aoxomoxoa

di Michele Ceparano

1commento

Lealtrenotizie

Parma-Milan 1-1, segna Castillejo, pareggia  Bruno Alves su punizione  - Le Foto, i risultati e la classifica

serie a

Parma-Milan 1-1, segna Castillejo, pareggia Bruno Alves su punizione - Le Foto, i risultati e la classifica

D'Aversa: "Volevamo dimostrare di non essere inferiori all'avversario" - Video

polizia

Espulsi un nigeriano e un tunisino

1commento

serie A

Importantissimo successo della Spal che inguaia l'Empoli. Clamoroso ko della Lazio in casa con il Chievo - Risultati e classifica - La corsa salvezza

SERIE A

I crociati in ginocchio davanti alla curva Nord - Il video

anteprima gazzetta

La Pasqua dei parmigiani

SERIE A

Il video commento di Paolo Grossi: "Un ottimo Parma ferma il Milan" - Il video

1commento

IL PAGELLONE

Parma - Milan: fate le vostre pagelle

borgotaro

Travolto dall'albero che stava tagliando: è grave Video

berceto

Cade da due metri mentre fa lavori in casa: ferito

L'INTERVISTA

Polizia municipale: ecco il nuovo comandante. «Così dirigerò Parma»

1commento

carabinieri

Ricercato per spaccio in Abruzzo, rintracciato a Sissa Trecasali

WEEKEND

Castelli, musica, escursioni. L'agenda del sabato

TRENITALIA

La prima classe-mansarda dei treni regionali veloci «Vivalto»

l'appello

Via Torelli, i commercianti: «Ingiusto chiudere la strada anche il sabato di Pasqua»

ELEZIONI

Parlamento europeo, tutti i candidati che si sfideranno il 26 maggio

BORGOTARO

Addio a Joe, il re della pizza

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CINEFILO

Dalla Cortellesi 007 al Campione: tutti i film di Pasqua - Il video

di Filiberto Molossi

EDITORIALE

Salvini-Di Maio, Ok Corral in salsa romanesca

di Domenico Cacopardo

ITALIA/MONDO

Russia

Turista italiano come i Blues Brothers: cerca di saltare un ponte con l'auto

PADOVA

Nasconde 40mila euro nel forno, la fidanzata fa lo strudel e li brucia

SPORT

SERIE A

Juve, finalmente lo scudetto - Le foto

Serie A

Pareggio tra Inter e Roma (1-1) a San Siro: rimandata la sfida per la Champions

SOCIETA'

lutto nella capitale

E' morto Massimo Marino, re delle notti romane e idolo dei giovani. Aveva 59 anni

vacanze

Il 65% degli italiani trascorrerà Pasqua a casa. Oltre un miliardo speso a tavola

MOTORI

IL SALONE

New York, news e curiosità dagli stand

MOTORI

Arona, Ibiza e Leon a tutto gas: il senso di Seat per il metano