-1°

12°

crisi Parma

Morrone: "Il tradimento? Non dire la verità"

Morrone: "Il tradimento? Non dire la verità"
Ricevi gratis le news
2

"Il tradimento è non dire la verità. Alla città e ai tifosi. La colpa è di avere sempre decantato conti a posto e grandi feste. Se avessero detto la verità, la gente avrebbe capito", parola di Stefano Morrone, indimenticato capitano, a Pisa, ma ancora legato al Parma (anche contrattualmente), è intervenuto ai microfoni di Palla in Tribuna, a Radio Parma. Che aggiunge, sinteticamente, "Praticamente ho giocato due anni gratis": in altre parole, tra ritardi vari "i soldi sono sempre arrivati, ma negli ultimi due anni le cose sono cambiate...". E' sempre in contatto con i compagni "crociati": "La loro battaglia è sì per loro, per i loro diritti ma anche per chi prende un milione al mese". Il futuro, non si sa dove, per il Parma, con Morrone che chiude: "Una, due, tre porte aperte a Parma città e a questa squadra che ho nel cuore". Il centrocampista ha confermato: "Sto seguendo le vicende del Parma, sono in contatto con Melli e i miei ex compagni: sono abbastanza informato, mi sento deluso e tradito. È una vergogna quello che sta accadendo, Parma non merita quello che sta vivendo. Il grande tradimento che hanno fatto alla città è quello di non avere detto la verità". Poi svela: "Ho vissuto il ritiro dell’anno scorso. Già lì non si riusciva a capire perché si acquistassero tutti quei giocatori, anche noi ce lo chiedevamo. Però le scadenze erano rispettate, quindi non eravamo preoccupati. Non se l’aspettava nessuno una cosa del genere. Io sono stato là tanti anni, sono ancora legato al Parma contrattualmente. Il famoso incentivo all’esodo non lo prendo da due anni: lo stesso discorso vale per i tanti giocatori di proprietà del Parma che sono in giro, io parlo a nome di tutti". Segnali di problemi, sempre superati, però: "Noi più vecchi siamo sempre andati incontro alle esigenze societarie per il bene del Parma. Avevamo e abbiamo a cuore le sorti del Parma. Ci chiedevano di spostare dei soldi, che poi però ci davano". E sul futuro a breve, sul match contro l'Atalanta? “Sono solidale con i ragazzi, vivere giornalmente una situazione del genere è imbarazzante. I giocatori stanno difendendo i dipendenti, che non prendono stipendi da mesi. E’ giusto che lo facciano, perché i dipendenti, ancora oggi, danno l’anima per il Parma. Se la soluzione è non giocare, allora sono d’accordo con loro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    03 Marzo @ 21.31

    Giorgio R.

    GRANDE MORRONE ! NON devono GIOCARE DOMENICA ! Ha ragione Velenoso.

    Rispondi

  • VELENOSO

    03 Marzo @ 15.05

    Amici, adesso vi spiego perché NON SI DEVE GIOCARE DOMENICA. Se si gioca al di la delle batoste settimanali che prenderemo perché la nostra squadra, va ricordato che in seguito della messa in mora DELLA SOCIETà, perderà diversi GIOCATORI di prima squadra tra una settimana circa. Giocando con l'elemosina che per una ragione o l'altra qualcuno dovrà fare INVENTANDO QUALCHE EXCAMOTAGE, per poter riaprire il Tardini e per giocare in trasferte, faremo solo il nostro danno.Saremo costretti a giocare con molti primavera perché come dicevo molti titolari avendo messo in mora la società se ne andranno.Qualcuno dirà che non tutto il male viene per nuocere. Molti della primavera giocheranno in serie A, facendosi le ossa ma c'è una cosa che non va dimenticata. TUTTI LE SQUADRE GIOVANILI DEL PARMA COMPRESA LA PRIMAVERA, IN SEGUITO AL FALLIMENTO SARANNO LASCIATE LIBERE E ALLORA CHE SENSO HA VALORIZZARE GIOCATORI CHE POI FARANNO LA FORTUNA DI ALTRE SQUADRE.? Ma poi avremo partire ravvicinate, dovremo recuperare le due partite con Udinese e Genoa dovendo giocare anche al mercoledì e con la rosa che abbiamo saranno debacle solenni. Non va inoltre dimenticato che le tifoserie avversarie che un tempo dominavamo, non aspetteranno altro che deriderci e umiliarci e non è detto che incazzati come siamo, anche la nostra tifoseria perda le staffe con tutte le conseguenze del caso. Finire il campionato fa piacere solo alla Lega e alla FIGC che eviteranno così un maxi risarcimento che dovranno versare a SKY per inadempienza conrtattuale non potendo trasmettere le partite in cui è impegnato il Parma. A NOI COSA VA IN TASCA? NIENTE. Ora la Lega promette ma poi a fine campionato, ci manderà il più lontano possibile. Al termine del campionato saremo trattati come lebbrosi. Ora abbiamo il coltello tra le mani, non facciamocelo prendere dalla federazioni che con ELEMOSINE VARIE cercherà di salvaguardare i propri interessi e non certamente i nostri. Pizzarotti in questi mesi ha tanto sbagliato, non continua a farlo volendo far giocare il Parma tra la derisione e l'umiliazione di tutta L'ITALIA.. Tanto a noi cosa serve giocare? FARE PUNTI? Ma se ce ne devono togliere 10 che senso ha fare il loro gioco? Prendere batoste e far ridere l'Italia o con la nostra rinuncia dare UNO SCACCO MORTALE A QUESTO CALCIO ORMAI MORIBONDO. Dobbiamo scegliere se essere impavidi e UOMINI VERI oppure cedere al Palazzo abbassare le braghe e farcelo mettere in quel posto come farebbe a capo chino FANTOZZI

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'escursione in Appennino e il sorpasso azzardato vincono le iniziative "Gazzareporter". E ora... mandateci le "Curiosità parmigiane"

DAI LETTORI

Gazzareporter: vincono l'Appennino e il sorpasso azzardato. E ora, "Curiosità parmigiane" Foto

Sette calciatrici che vanno in... rete:  Sara Gama

L'INDISCRETO

Sette calciatrici che vanno in... rete

Via Reggio: il 14esimo compleanno del Jamaica Pub - Ecco chi c'era alla festa: foto

PGN

Via Reggio: il 14esimo compleanno del Jamaica Pub Ecco chi c'era alla festa: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Antonia" la custode della tradizione di Parma

CHICHIBIO

"Antonia", la custode della tradizione di Parma

1commento

Lealtrenotizie

Il PalaRaschi tornerà ad avere 3000 posti

CANTIERE

Il PalaRaschi tornerà ad avere 3000 posti

SALA

Carabinieri da Csi: arrestano il ladro analizzando le tracce di sangue

Solo 11 nozze

A San Secondo non ci si sposa più

SOLIGNANO

Addio a Sandro Masotti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Intervista

Roberto Tagliavini: «La gioia (e l'ansia) di tornare a Parma»

FIDENZA

Lorenzo, da «Quelli che il D'Annunzio» a Montalbano

Il personaggio

Laura Gemma Pioli, youtuber del grande calcio a Londra

La storia

Ermanno Cuoghi, lo «scudiero» di Niki Lauda

GUP

Alluvione 2014: "non luogo a procedere" per Pizzarotti. Il sindaco: "Cancellati 5 anni di attacchi" Video

Stessa decisione anche per i 4 dirigenti finiti sotto inchiesta

3commenti

via venezia

Pluripregiudicato ruba al supermercato: arrestato

1commento

Regione

Difesa del suolo e danni da maltempo: 115 interventi nel Parmense (più il Baganza)

anteprima gazzetta

Palasport (di nuovo) a 3mila persone: lavori in vista

Truffe

Finti spedizionieri derubano le aziende

allarme

Scialpi choc: "(Per il cuore) Ho rischiato di morire tre volte da gennaio" - Video

Elezioni

Candidati sindaci: ecco tutti i nomi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

«Sblocca cantieri»: Governo alla prova

di Stefano Pileri

LA CURIOSITA'

Le monetine da 1 e 2 centesimi del 2018: poche ma… costano

di David Vezzali

ITALIA/MONDO

ROMA

Bimbo immunodepresso torna a scuola: tutta la classe si è vaccinata

OLANDA

Preso Gokman Tanis, il killer del tram a Utrecht: tre morti. "Ha sparato per motivi familiari"

1commento

SPORT

SERIE A

Caso Icardi, Wanda Nara: "Vicini alla pace con l'Inter. Non è un problema di soldi"

PRIMA CATEGORIA

Fidenza, pareggio su rigore col Rottofreno Video

SOCIETA'

Molestie

Il #meetoo colpisce ancora: licenziato il capo degli studios della Warner

Musica

Al Bano chiede i danni all'Ucraina

MOTORI

ANTEPRIMA

Ecco T-Cross, il piccolo Suv di Volkswagen

MOTORI

Techroad: Dacia si veste di rosso (e costa solo 3 euro al giorno)