21°

31°

parma1913

Lo sfogo di Melli: "Solo Scala non si è scusato..."

Lo sfogo di Melli: "Solo Scala non si è scusato..."
Ricevi gratis le news
15

Escluso da qualsiasi ruolo nel Parma 1913 che si affaccia alla Lega Pro. E con le voci che si rincorrono sui modi "poco british" con cui glielo sarebbe stato comunicato. E allora è Alessandro Melli stesso a parlarne, con un post su Facebook in cui dice la sua sulla parabola del Parma 1913, sull'incontro avuto con la dirigenza e sul silenzio del presidente Nevio Scala.

"Buongiorno a tutti , soprattutto ai tifosi del Parma - scrive Melli -  volevo fare due considerazioni: la prima da tifoso, la seconda personale".

"Quella da tifoso riguarda la società e la dirigenza attuale - continua -: personalmente credo che in meno di un anno di vita, sia la proprietà che la dirigenza abbiano fatto un ottimo lavoro, i risultati sono agli occhi di tutti: grande entusiasmo, 10mila abbonati, vittoria schiacciante del campionato con tutti i primati al seguito, e credetemi nulla era così scontato, anzi i dubbi erano tanti e i punti di domanda superavano di gran lunga le certezze .
Personalmente credo che Marco Ferrari, Neviano Scala, Lorenzo Minotti, Andrea Galassi, Luigi Apolloni, il capitano e la sua squadra  abbiano fatto un ottimo lavoro, senza dimenticare anche l'ottimo lavoro svolto da Ppc. A me hanno sempre insegnato a giudicare il lavoro di una società in base ai risultati , e ad oggi posso solo dire che il parma 1913 è da voto 10 , Chapeau…logico che il percorso è ancora lungo e ogni tifoso dovrà giudicare in futuro su tutto quello che sarà l’evoluzione del Parma calcio , ma lo deve fare valutando questi aspetti , non si deve ragionare in base al fatto che’ tizio è fuori o caio è dentro , ognuno avrà delle preferenze come è normale che sia, nessuno ha diritto di entrare in società solo perchè ha un nome più o meno famoso , e tutte le persone che' gestiscono e gestiranno il Parma calcio hanno il dovere di scegliere le risorse umane che riterranno più adatte per il bene della squadra".
E poi c'è la considerazione personale, quella sul suo mancato futuro nella società crociata: "Ringrazio intanto l’immensa solidarietà verso la mia persona , molti mi chiedono quali siano stati i motivi della mia esclusione e chi me l’avrebbe comunicato, di conseguenza mi preme comunicarli io personalmente
Il colloquio è stato fatto tra me, Minotti e Galassi, e le motivazioni sono state le seguenti : intanto mi hanno chiesto scusa per le mancate promesse non mantenute fatte alla mia persona un anno fa, e di questo li ringrazio, poi il motivo principale è che non saprebbero dove collocare la mia persona in quanto a loro parere sono già strutturati sia sotto l’aspetto organizzativo , sia sotto l’aspetto della gestione del gruppo ,sia sotto l’aspetto di rappresentanza. Dunque essendo io una persona a loro dire di grande valore etico, umano, ottimo professionista, di grossa personalità , simbolo di Parma e del Parma, amato dalla piazza , rischierei di creare squilibri ad una struttura che a loro dire oggi è in pieno equilibrio".

"Mi è venuto da sorridere - scrive Melli -: pensavo che fossero tutte qualità positive in un curriculum lavorativo e sulle spalle di un uomo, ma si vede che mi sono perso un paio di cambiamenti generazionali".

L'amarezza è tutta nel "P.s.": Ringrazio Lorenzo Minotti per aver avuto le palle nel comunicare il motivo delle mancate promesse , anche se non le condivido e lui lo sa , ringrazio il vice presidente Marco Ferrari e lui sa il perchè. Più avanti forse arriveranno almeno le scuse personali del Presidente , ad oggi totalmente assente".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • tobia

    30 Maggio @ 20.52

    Se tutt'a questa decisione nel parlare L avesse messa quando le acque erano tranquille e c'era ghirardi ...magari si sarebbe salvato qualcosa....simbolo di questa città melli??magari prima dell era ghirardi poteva anche essere...dopo il silenzio assenso proprio NO

    Rispondi

  • la pulce

    29 Maggio @ 23.03

    Nevio Scala dovrebbe scusarsi... ???!!! Ma mi faccia il piacere sig. Melli...prima si scusi lei con i tifosi per i suoi silenzi Ghiradeschi... ci sono tanti lavori in giro anche in fabbrica.... come la maggior parte delle persone lo fa

    Rispondi

  • la pulce

    29 Maggio @ 22.58

    Sig. Melli per me lei è stato un bravo giocatore che ha fatto tanto per il Parma in campo...ma come dirigente o altro direi proprio che è meglio lasciare stare...la dimostrazione l ha già data con Ghirardi...per forza nessuno la cerca...uno che tace purtroppo acconsente...e lei tacendo è stato un complice...io non la assumerei neanche gratis...

    Rispondi

  • CrociatoSettantUno

    29 Maggio @ 20.37

    È vero che con la gestione Ghirardi c'è stato un atteggiamento a volte criticabile ma ricordo che la squadra volava e tutti lo pensavano onesto e facoltoso (ma mammona almeno) ma qui si è voltato pagina e se è vero che oggi ci sono promesse non mantenute dalla società un certo brucio è comprensibile (cosa si aspettavano 1 anno fa di diverso da oggi per promettere e nn mantenere? arrivare terzi e far entrare Melli ??). Melli tiene molto al Parma, più dei dirigenti di oggi, comunque... Avanti Crociati

    Rispondi

    • marco

      30 Maggio @ 08.08

      Melli tiene molto al suo posto di lavoro a due passi da casa. Come fai a dire che ci tiene di più di Scala, Minotti, Apolloni, Ferrari e gli altri?

      Rispondi

  • antonio

    29 Maggio @ 18.38

    Io penso che hai perso un'occasione per tacere, TACERE come hai fatto quando da tempo sapevi cosa c'era nel Parma di GHIRARDI & C. , certo non potevi parlare c'era i mezzo anche lo stipendio di tua moglie non solo il tuo, i dipendenti invece potevano andar in fondo al burrone cosa te ne fregava, solo ora hai il coraggio di parlare complimenti!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Trintignant, "per me la carriera è finita"

cinema

Trintignant, "per me la carriera è finita"

Balletto

social

L'evoluzione della danza di Michael Jackson...in 4 minuti Video

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

8commenti

Lealtrenotizie

Public money, ecco tutte le condanne

SENTENZA

Public money, ecco tutte le condanne

Scuola

I bravissimi della maturità: diplomati con 100 e 100 e lode

incidente

Schianto tra due auto a Ramiola: feriti due giovani Foto

weekend

Sgranfignone, anatra, disfide tra cuochi: il sabato è a tutto gusto L'agenda

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Busseto

Raffica di furti, rubata anche una macchinetta spartineve

Cinema

Ciak, a Parma si gira: la mappa dei set

Parma calcio

Rigoni, esperto in salvezza

IL CASO

Sgarbi: «Leonardo per l'ultima cena si ispirò all'affresco di Monticelli d'Ongina»

Lutto

Tarsogno dà l'addio a Lidia Calestini, la regina delle rezdore

L'appello

«Basta con i botti alle feste d'estate: per gli animali sono pericolosi. Usate quelli silenziosi»

12Tg Parma

Public Money, condannati in primo grado Costa, Villani e Buzzi Video

parma calcio

Chiude la prima parte del ritiro crociato: il video-bilancio di Sandro Piovani

calcio

Sorteggio di Coppa Italia: inizio nostalgia (e rivalità) per il Parma il 12 agosto

12Tg Parma

Felino, lite condominiale finisce a pugni Video

Dda

In progetto furto delle salme di Pavarotti e Ferrari: condannata banda sardo-parmigiana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

5commenti

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

reggio emilia

Ladri "con i bigodini": raid nei saloni, caccia alla banda dei parrucchieri

Chiaia di Luna

Lo spaventoso crollo di rocce a Ponza

SPORT

calcio e tribunale

Avellino non ammesso al campionato. Escluse altre due società di serie B e tre di serie C

ciclismo

Tour, 13ª tappa: tripletta Sagan in volata a Valence

SOCIETA'

gazzareporter

“Cala” la luna in Val Baganza

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita