-1°

Sport

Audace, calcio e oratorio

Audace, calcio e oratorio
Ricevi gratis le news
1

Enrico Gotti

«C'era lo stile Audace. Il giocatore dell’Audace si distingueva in campo dal modo di comportarsi e dal modo di giocare. C'erano qualità tecniche e qualità morali. Se eri bravo ma non ti comportavi bene ti lasciavano a casa», dice Roberto Vecchi, ex calciatore nei campi dell’oratorio del Corpus Domini e preparatore atletico del Parma.

All'ombra del campanile
I ragazzi cresciuti all’ombra del campanile si ritrovano per festeggiare i sessanta anni dell’unione sportiva, fondata dal Parroco Don Pietro Boraschi, da Guido Guareschi e da Luigi Bruzza. Le «vecchie glorie» si sfidano sul campo «dribblando» strappi e stiramenti.
Il calcio d’inizio lo dà il mediano Giancarlo Cantoni, che aveva sedici anni nel 1950 e che ora conserva come un codice raro la sua tessera di iscrizione all’Audace e al Centro Sportivo Italiano di quell'anno. Nell’Audace sono cresciuti calciatori di serie A e B come Marco Giandebiaggi, Alessandro Melli, Giovanni Bia, Mario Zurlini, Enrico Pionetti, Giampiero Scaglia.

I ricordi dei big
«Tutto era speciale quando giocavamo qui - ricorda Bia, ex difensore che ha indossato la maglia di Inter, Parma, Napoli e Udinese - appena finivamo la scuola eravamo sempre qua. Ora c'è mio figlio che gioca nell’Audace». «Era una famiglia e credo lo sia ancora - dice Sandro Melli, ex bomber  e  attuale team manager  del Parma - questo campo ora è verde, ma era di terra e sassi quando abbiamo iniziato noi». «Mettevamo il sale per sciogliere il ghiaccio nel campo - ricorda il mediano Leonardo Corradi -. Mi chiamavano  Nardino: qui tutti avevamo uno stranòm. Finito di giocare ci si fermava tutti, nessuno andava via, come invece succede adesso».  «La società è nata in un periodo in cui tutto si sognava: da società piccola di periferia, è diventata grande, alcuni giocatori sono arrivati in serie A e nazionale - continua Marco "Cillo" Zilioli - Quando l’Audace faceva il torneo di tutte le vie arrivavano centinaia e centinaia di ragazzi. Venivano qui dalle due alle sei di sera e i genitori erano tranquilli». Dopo la partita, vinta per la cronaca dalle casacche azzurre contro le bianche per quattro a zero, con doppietta di Luca Estasi, reti di Andrea Secchi e Giorgio Buzzonetti, la festa per i sessanta anni dell’Audace è continuata con la messa celebrata da Don Marco Uriati e da Monsignor Renato Mori e con la cena sociale. «Questa società ha una tradizione speciale - dice Roberto Agnetti, che ha seguito da dirigente l’Audace - è cresciuta all’ombra di un campanile e ha sempre cercato di educare i giovani. Non ha l’obiettivo di vincere per forza, ma i risultati li ha ottenuti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • CLAUDIO

    30 Maggio @ 19.58

    Anche Cannavaro aveva chiesto a Lippi un permesso per poter partecipare a questa partita di vecchie glorie,sponsorizzato anche da MARINO.Permesso negato visto che in vista dei mondiali ha un'autonomia limitata di soli 20 minuti.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola deifamosi

Ghezzal quando giocava nel Parma (foto d'archivio)

Canale 5

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola dei famosi

Ecco le nomination per gli Oscar 2019: dieci per La Favorita e Roma.

Cinema

Ecco le nomination per gli Oscar 2019: dieci per La Favorita e Roma

Quasi 6 mln e 21.9% per 1/a parte Adrian

ASCOLTI TV

Quando c'è il Molleggiato in scena quasi 6 milioni di spettatori per "Adrian"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nino Frassica a Roccabianca, Amanda Sandrelli a Fidenza, aspettando Flashdance al Regio

VELLUTO ROSSO

Attesa per Flashdance al Regio

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Nasce la figlia e lui diventa violento: condannato

MALTRATTAMENTI

Nasce la figlia e lui diventa violento: condannato

SPACCIO

Due anni e mezzo allo studente che teneva in casa quasi 2 chili di marijuana

Romagnosi

«La mia civetta? Un simbolo dell'antica Grecia»

BALI LAWAL

Da top model a mediatrice culturale: «Insegno ai giovani ad essere liberi»

Borgotaro

È morto Marco Terroni, il prof cercatore di funghi

BERCETO

Addio al consigliere comunale Roberto Ablondi

immigrazione

"Caso Cara", Pizzarotti: "Pagina nera del governo"

LUTTO

Maria Gorreri, stroncata da una malattia rarissima a 60 anni

Teatro Due

RezzaMastrella, l'adrenalina in scena

bedonia

Scopre il ladro in casa, lo insegue e lo riconosce: arrestato un giovane del paese Video

Parma

Minacce, insulti e tensione alla biglietteria della stazione: denunciata una 25enne

legambiente

Brescia, Lodi e Monza le città più inquinate. Parma seconda in Emilia: "Si respira smog un giorno su tre"

2commenti

sentenza

Tecnici rapiti in Libia: condannati 3 manager della Bonatti, "Pronti all'appello"

La società: «Pur non condividendo l’esito del giudizio, siamo vicini alle famiglie dei dipendenti deceduti nei tragici fatti».

anteprima gazzetta

Inquinamento: "Non solo auto, ma uno stile di vita non più sostenibile"

Udinese-Parma

Parma-San Daniele, dal campo alla tavola lo sfottò è...affettato Video

La storia

Linda Vukaj, dalla fuga in barcone ai viaggi da fotografa senza confini-Gli scatti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Da Cagliari è salpato il partito del non voto

di Vittorio Testa

2commenti

LA BACHECA

Ecco 78 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

Mantova

Lo chef stellato Tamani rapinato e sequestrato per 1 ora nel suo ristorante

POLITICA

Di Maio: "Lino Banfi nominato nella commissione Unesco". L'ironia di Salvini

SPORT

calciomercato

E' fatta, Piatek va al Milan (per 40 milioni)

arbitri

Nicchi: "Var, i tifosi tranne pochi scemi sono meglio di addetti ai lavori"

SOCIETA'

WASHINGTON

Le cascate del Niagara ghiacciate Video

ristoranti stellati

Chef italiano festeggia la terza stella Michelin in Francia

MOTORI

ANTEPRIMA

Toyota, il nuovo Rav4 arriva a marzo

MOTORI

Citroën: ecco C3 Uptown, l'auto «pour homme»