22°

31°

GRAN BRETAGNA

Lo scandalo della pedofilia scuote il mondo del calcio

Lo scandalo della pedofilia scuote il mondo del calcio

Lo stadio dell'Arsenal a Londra

Ricevi gratis le news
0

Gli orchi in campo. Si allarga a macchia d’olio al mondo del football lo scandalo sui sospetti di pedofilia ignorati o insabbiati per decenni in Gran Bretagna in molti ambienti che contano. Una prima denuncia raccolta dal Guardian, quella di Andy Woodward, ex giocatore di una squadra minore che ad anni di distanza ha avuto il coraggio di puntare il dito contro un allenatore che lo avrebbe abusato da giovanissimo, è stata seguita da diverse altre. L’ultima è stata quella di Paul Stewart, 52 anni, già nazionale inglese con alle spalle una carriera di prestigio in club del calibro di Blackpool, Tottenham, Manchester City e Liverpool: anche lui vittima da ragazzino di un maniaco annidato negli spogliatoi, come ha raccontato al Mirror e alla Bbc, ipotizzando peraltro che le nefandezze di allenatori o dirigenti pedofili possano aver riguardato in totale negli anni «centinaia» di calciatori in erba, fra grandi società sportive e impianti di periferia.

Finora i testimoni usciti allo scoperto sono almeno quattro: Woodoward, cresciuto nelle file Creewe (quarta serie inglese), il suo ex compagno di maglia Steve Walters, e poi - a salire di categoria calcistica, ma a pari classifica di orrori - l’ex Manchester City David White seguito da Stewart. Mentre una linea telefonica appena istituita ad hoc continua a raccogliere denunce a getto continuo: 50 chiamate in poche ore, pare.

Le storie sono diverse, ma unite dal comune denominatore dell’infamia. Di adulti travestiti da maestri di sport o educatori, dietro la cui maschera si celava l’insidia dei predatori di bambini che avrebbero solo voluto giocare a pallone, il volto abominevole dei ladri d’innocenza.

Un fenomeno le che spinge adesso i media a chiedere una commissione d’inchiesta. Anche se il precedente di quella istituita dal governo di Londra per far luce sui molti casi di sospetti pedofili potenti e famosi coperti per anni e anni nel regno da una coltre di omertà e di complicità inconfessabili, non è di gran conforto: sprofondato come è nelle polemiche, nei cavilli, nei sabotaggi d’una parte della stessa stampa, in una girandola di recriminazioni che ha finito per bruciare quattro presidenti in tre anni e per indurre una delle maggiori associazione di vittime a chiamarsi fuori sbattendo la porta.

Paul Stewart da parte sua non ha dubbi: finora è emersa solo la punta di un iceberg di vergogna, nel mondo del calcio e dello sport britannico come in altre realtà. L’ex nazionale, in un’intervista di forte impatto emotivo concessa a Dan Roan, della Bbc, ha raccontato la sua esperienza personale: quattro anni di abusi sessuali e violenze a bordo campo fino all'età di 15 anni. Ma ha anche allargato lo sguardo, dicendosi convinto che sotto traccia il verminaio possa essere quasi un pozzo senza fondo. Secondo lui, dietro i silenzi che il football spesso custodisce, siamo di fronte a uno scandalo della portata di quello che ha scoperchiato post-mortem i misfatti di Jimmy Savile: presentatore e stella della stessa Bbc, ma per tutta la vita anche persecutore feroce, seriale e impunito di bambini. Le sue vittime furono decine. Quelle degli orchi del pallone potrebbero contarsi, insiste Paul, «a centinaia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Beyoncé vuole girare un video al Colosseo ma arriva lo stop: è già occupato da Alberto Angela

ROMA

Colosseo off limits per Beyoncé: è già occupato da Alberto Angela, ilarità sul web Foto

Realcake dinastico

LONDRA

Servita al battesimo di Louis la torta nuziale dei principi. Sette anni dopo

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

5commenti

Lealtrenotizie

Picchia a sangue la ex e la rapina

Nella zona di via Mordacci

Picchia a sangue la ex e la rapina

«IO STO CON TE»

La casa in cui ripartono i padri separati

OBIETTIVO 2020

San Francesco del Prato, nato il Comitato per i restauri

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Calestano

Bianchi festeggia i 50 anni di volo libero

ALBARETO

Entra fumo nell'appartamento: intossicate due donne

Addio

Collecchio piange Ivana Tanzi, stilista raffinata

Capitan Lucarelli

«Il mio Parma gettato nel fango»

PROFESSORE

Arfini spiega i cibi dop agli australiani

Viale Duca Alessandro

Paura per un uomo armato di coltello

2commenti

CARABINIERI

Ruba la borsa di un medico a San Secondo: arrestata 50enne Video

Anteprima Gazzetta

Processo al Parma, la rabbia di Capitan Lucarelli

PARMA

Un'auto e un camion a fuoco: doppio intervento dei vigili del fuoco Foto

Denunciato

Il commesso ruba nel proprio negozio

2commenti

MUSICA

Il concerto di Mannarino a Fontanellato: ecco chi c'era Foto

12Tg Parma

Max Bugani (5 Stelle): "Pizzarotti in Regione? Meglio di Bonaccini" Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

1commento

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

politica

Salvini querela Saviano: "I suoi post su Facebook ledono il ministero"

A14

Motociclista va contromano in autostrada: "Avevo dimenticato lo zainetto"

SPORT

Sport

Stelle del Fair-play brillano a Firenze

formula 1

Hamilton rinnova con la Mercedes fino al 2020

SOCIETA'

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

VERONA

Sberla in faccia a uno studente, condannata prof di matematica

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita