-1°

L'INTERVISTA

Jacques Villeneuve: «Non si vedono neanche i caschi, questa Formula 1 non ha più fascino»

"L'Halo ingabbia il pilota. La sicurezza si tutela in altri modi. E io so bene di cosa stiamo parlando..."

Jacques Villeneuve

Jacques Villeneuve

Ricevi gratis le news
0

Il fare finto trasandato, con barbetta incolta e il sorriso beffardo. Jacques Villeneuve è fedele a se stesso e non ci pensa due volte nel dire come la pensa su tutto. A partire dalla prossima stagione di F1 che secondo lui sta toccando il fondo: "Ma hai visto l'Halo? Ma ti pare normale una schifezza del genere?".

Non essendo un pilota ci si limita all'aspetto estetico ma Jacques va oltre. «Io mi metto nei panni di quelli che stanno in tribuna o davanti alla tv. Cosa ha di speciale un pilota rispetto a uno normale quando vedi che lo ingabbiano sempre più? Va bene la sicurezza ma qua si è esagerato nel senso opposto, hanno castrato l'essere pilota, l'affrontare anche il minimo rischio. Uno che sta in tribuna non ha il minimo rispetto di questi piloti, se uno vede la MotoGp e le pieghe in curva, gli viene un colpo al cuore e si domanda: ma come fanno? E lo stesso quando vedi uno sciatore lanciarsi nella discesa libera più famosa al mondo. Tutti, in tribuna o davanti alla tv, sanno di non essere capaci di fare le stesse cose e da qui nasce il rispetto, il tifo e il seguito. Con la F1 di quest'anno faremo fatica anche a vedere i caschi, non vedremo più se uno è in affanno o meno, perché c'è quella gabbia a dare fastidio. Che poi dico io: ma quanti incidenti sono accaduti in passato da giustificare una schifezza simile? Se prendi Massa in Ungheria, l'Halo non avrebbe evitato l'impatto e nemmeno con Senna anni fa. Forse solo nel caso di Surtees, e con Justin Wilson a Indy, avrebbe funzionato, ma temo che siano più le controindicazioni che i vantaggi».

Ma la sicurezza è un argomento importante, se si può far qualcosa si deve farlo..
"Sì, sono d'accordo e non contesto la sicurezza, anzi quella non è mai abbastanza, ma cavoli fai il pilota, rischi di tuo se non vuoi rischiare te ne stai a casa o lavori in ufficio davanti a un computer. Vuoi le stesse condizioni di sicurezza di un ufficio ma lo stipendio di uno che rischia, non va bene».

Si poteva fare di meglio forse e magari senza fretta?
«Il problema è che la Fia sta affrontando una causa da parte dei familiari di Jules Bianchi e quindi la federazione sta dimostrando di fare il possibile per la sicurezza nelle corse. Giusto e sacrosanto ma è anche vero che il povero Jules con l'Halo sarebbe morto lo stesso, non aveva subito traumi o contatti, è stata la violenta decelerazione a provocare i danni al cervello. E' andato a sbattere contro un trattore che in pista non doveva esserci, questa è la verità. Ma per come la vedo io ha sbagliato la famiglia Bianchi a fare causa. Si sa che quando corri affronti dei rischi, metti in gioco te stesso, se capita un dramma tutti dovrebbero essere preparati. Io credo che il primo a non volere una causa sia proprio la vittima di un incidente di corsa e posso dire che nella mia famiglia siamo stati toccati da vicino da questo aspetto, per cui posso parlare con cognizione di causa...».

Polemica a parte, tanto non cambierà niente visto che l'Halo ce lo porteremo in altre categorie, per questa stagione solo i microfoni di Sky come commentatore F1?
«Per niente, ho una gran voglia di tornare a correre. Sto cercando un volante nel WEC, il mondiale prototipi, sto trattando con alcune squadre. Anche se non è la Toyota con le LMP1, le altre categorie sono validissime, per cui il rischio è di vincere qualche cosa. Spero di farcela, ho ancora voglia di correre e darci dentro".

Ma non si sente vecchio per certe cose?
«Lasciamo perdere, per correre in auto e per correre dietro alle donne mi sento ancora un ragazzino...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dopo il Grande Fratello: Benedetta Mazza torna in studio con Stefano Sala. E a Milano ritrova Veronica Ruggeri

TELEVISIONE

Benedetta Mazza torna in studio con Stefano. E a Milano ritrova Veronica Ruggeri Foto

Bagno di folla per Laura Pausini in piazza Duomo a Milano: foto

MUSICA

Bagno di folla per Laura Pausini in piazza Duomo a Milano Foto

Sanremo Giovani: esclusa Laura Ciriaco, troppe somiglianze con una canzone di Jason Mraz

Foto dalla pagina Facebook di Laura Ciriaco

MUSICA

Sanremo Giovani: esclusa Laura Ciriaco, troppe somiglianze con una canzone di Jason Mraz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

WORLD CAT

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

Lealtrenotizie

Sirene spiegate e adrenalina: una notte sulla volante a caccia di ladri

REPORTAGE

Sirene spiegate e adrenalina: una notte sulla volante a caccia di ladri

CENTRO STORICO

Furti e pedinamenti ai danni delle commesse di via Mistrali

LO SFOGO

«Parma non sa gestire l'accesso alle ztl in modo intelligente»

Personaggio

Matteo Vezzani, lo stilista delle supercar

Provocazione

Quel cartello con le corna

Colorno

Dobermann attaccano la colonia felina: un gatto morto, 2 feriti e 5 spariti

Sorbolo

Demolita la casa abusiva di Bogolese

ATTENTATO

I colleghi parmigiani del giornalista ucciso: «Antonio, uno di noi»

MUSICA

Mario Biondi al Regio con i Quintorigo Foto Guarda chi c'era

PARMA

Legionella, controlli serrati dopo i nuovi 5 casi in città Video

carabinieri

Il gestore della palestra si insospettisce: incastrato il ladro seriale degli spogliatoi

12tgparma

Meteo, arriva la neve. Notte con gelate e minime sotto lo zero Video

vincita

La dea bendata fa una super tappa in via Monsignor Colli: "grattati" 500.000 euro

incidenti

Due auto fuori strada a pochi minuti di distanza: due feriti, uno è grave

FIDENZA

Scontro sulla via Emilia: tre feriti

Formaggio

Un «regalo» al Grana Padano danneggia il Parmigiano Reggiano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ma in famiglia il nemico è lo smartphone, non i compiti

di Patrizia Ginepri

NATALE

Due mesi di Gazzetta digitale con lo sconto del 50%

ITALIA/MONDO

Austria

Triplice omicidio in un castello: arrestato un conte

RETROSCENA

Brexit, e adesso? Ecco i 6 scenari possibili

SPORT

SERIE A

Il derby di Torino alla Juve. Decide CR7 su rigore

SONDAGGIO

La punizione più bella della storia recente del Parma? E' quella di Bruno Alves Video

SOCIETA'

TECNOLOGIA

Regali di Natale: ecco quelli smart

CURIOSITA'

La cometa di Natale oggi "sfiorerà'' la Terra: tutti a naso all’insù

MOTORI

SUV

Audi Q3, 5 stelle (e 4 nuovi motori)

IL TEST

Honda CR-V diventa ibrida E cambia le regole