20°

32°

FORMULA UNO

Il rebus delle gomme e 78 giri di... sbadigli. Ma la Ferrari sorride

Gran premio di Montecarlo: commento di Paolo Ciccarone

Box Ferrari
Ricevi gratis le news
0

Quando ti qualifichi in un minuto e 10 secondi e spiccioli e poi in gara giri 10 secondi più piano con le gomme più morbide e quelli dietro vanno due secondi più veloci di te con le gomme più dure, alzi la mano chi ci capisce qualcosa. Eppure è stato il succo del GP di Monaco. Davanti Ricciardo era in crisi e ha controllato la gara impostando un ritmo, lento, al quale hanno dovuto adeguarsi dietro e visto che c'era da fare solo un pit stop, tutti attenti (almeno i primi 4) a non strapazzarle troppo. Mentre chi era dietro, da Bottas in giù, pur usando gomme più dure, poteva girare più forte. E' in questo controsenso apparente che si è dipanata la corsa, con 78 giri di anonimi sbadigli con l'eccezione di Verstappen e dei suoi sorpassi.
Per la Ferrari partire seconda e quarta e concludere nello stesso ordine con Vettel e Raikkonen è stato positivo. Per la semplice ragione che a Monaco non si passa, inutile rischiare incidenti che non portano a niente per cui meglio controllare. "Bilancio tutto sommato positivo" dicono a Maranello, e dopo il GP di Barcellona, c'è poco da aggiungere. Come da previsione, con una macchina a passo più lungo rispetto all'anno scorso, vincere rispetto alle Red Bull è stato impossibile. Però conta essere arrivati in fondo, anche se sul finire, con la safety car virtuale e Vettel ad appena 1 secondo da Ricciardo è successo qualcosa: "Siamo ripartiti con Vandoorne che era appena uscito dai box, non si poteva sorpassare e me lo sono trovato davanti fra me e Ricciardo. Lui aveva le gomme hypersoft ultra morbide, io avevo 50 giri sul groppone, quando ho visto che non si riusciva a passare, a quel punto meglio controllare Hamilton e conservare il secondo posto" ha concluso Vettel. E fra chi ha controllato ci mettiamo anche l'inglese, col bilancio finale di Toto Wolff: "Dovevamo limitare i danni su una pista che non era ottimale per noi, ci siamo riusciti, abbiamo patito un po' con il consumo delle gomme e rallentato, ma in Canada torneremo a combattere per la vittoria". E con questo sono quasi tutti felici e contenti. La Mercedes che continua a comandare le due classifiche iridate, con Hamilton che ha 110 punti contro i 96 di Vettel, la Red Bull perché dopo il patatrack di Baku con due macchine potenzialmente vincenti hanno recuperato dei punti. E dallo stato di forma della monoposto, più che un duello Ferrari Mercedes forse è il caso di preoccuparsi anche dei bibitari, come li chiamano, perché solo per un motore Renault meno potente di Ferrari e Mercedes sono indietro, altrimenti...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Furto in casa Gassmann: rubati anche i cimeli di papà Vittorio

Alessandro Gassmann in una foto d'archivio

ROMA

Furto in casa Gassmann: rubati anche i premi di papà Vittorio

Scarlett Johansson è l'attrice più  pagata  del 2018 secondo Forbes

CINEMA

Scarlett Johansson è l'attrice più pagata del 2018 secondo Forbes Foto

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

TABIANO

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Crollo ponte: tedesco disperso telefona a prefettura

genova

Trovato il corpo di Mirko: originario di Monchio era l'ultimo disperso. Muore un ferito: le vittime sono 43

carabinieri

Arriva anche a Parma la droga etnica: due arresti in via Cenni

terremoti

Scossa di 2.4 nella zona di Borgotaro: avvertita da diverse persone

parma

Il minuto di silenzio in piazza Garibaldi per le vittime del crollo del ponte Video

1commento

Lago Santo

Allarme per un bimbo disperso. Ma era al rifugio con i genitori

parma calcio

Parma, mercato ricco ma poche uscite. Voci su Marchisio Video

Ma la società crociata per ora smentisce

Intervista

Gianni Mura rievoca il mondiale di Adorni

Cinquant'anni fa l'impresa di Imola. Il giornalista e scrittore sarà presente all'inaugurazione della mostra fotografica dedicata ad Adorni sabato 25 agosto

forte dei marmi

Parmigiano pestato dai buttafuori della Capannina: mascella rotta

5commenti

estate

Weekend a traffico intenso: code nei tratti parmensi delle autostrade Tempo reale

monchio

Si ribaltano con un piccolo trattore: un ferito

INCHIESTA

I «nostri» ponti sul Po: vecchi e ammalati

WEEKEND

Finale della fiera a Felino, cene sull'aia e visite a castello: l'agenda del sabato

CALCIOMERCATO

Parma: Gervinho, Sprocati e Deiola gli acquisti "last minute" di Faggiano

Sfumate in extremis le trattative per Edera, Di Gennaro e Karamoh

5commenti

Calcio

Tifosi, piace il nuovo Parma

Sorbolo

Addio ad Andrea Battilocchi, infermiere per passione

IL '68 A PARMA

Duomo occupato, le tre ore che sconvolsero la Chiesa parmigiana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Manovra finanziaria tra equilibrismo e magia

di Marco Magnani

1commento

COMMENTO

La Freccia di Ferragosto e Parma «interconnessa»

di Francesco Bandini

3commenti

ITALIA/MONDO

Svizzera

Rifiutano la stretta di mano. Niente cittadinanza

genova

Crollo del ponte, l'ad di Autostrade Castellucci: "Mi scuso profondamente"

2commenti

SPORT

Serie A

Parte a rilento l'avventura di DAZN

Serie A

La Juve batte il Chievo, Ronaldo, 90 minuti senza gol

SOCIETA'

Pietrasanta

Struttura in legno in riva al Twiga, il capogruppo Pd chiede spiegazioni

1commento

Alopecia

Far ricrescere i capelli si può: nuova tecnica tutta italiana

MOTORI

NOVITA'

La Opel Corsa diventa GSI. E ha 150 Cv

TECNOLOGIA

Ford mette un freno alla guida... contromano. Ecco Wrong Way Alert