-1°

Sport

Il calcio piange "Medeo", il maestro della rovesciata

Il calcio piange "Medeo", il maestro della rovesciata
Ricevi gratis le news
0

Andrea Del Bue
D a buon mastino a difesa dell’area di rigore, ha lottato fino alla fine. Nello stesso modo in cui teneva lontano Giampiero Boniperti dalla porta, ha tenuto a guardia la morte fino all’ultimo, nella sua casa di via Monte Bardone, all’ombra del Tardini. Dopo una lunga malattia, Amedeo Cattani, 88 anni, campione del calcio degli anni Quaranta e Cinquanta, si è però lasciato andare. Parmigiano del sasso, dopo le giovanili in società minori della città, dal ’40 al ‘42 gioca nel Parma, scoperto e voluto dal grande Dante Boni. Poi, dopo 33 presenze in maglia crociata, il trasferimento a Genoa, in serie A. Con i grifoni, a cavallo della seconda guerra, diventa presto l’idolo della Nord, che per «Medeo» stravede: il numero 5 è bandiera e trascinatore. Mette insieme 311 presenze in rossoblù, tra massima serie e due anni di purgatorio tra i cadetti (’51-’52 e ’52-’53), prima di ritornare nel grande calcio. Cemento nei muscoli e sui valori, una domenica, ad un quarto d’ora dalla fine di una partita, decide di abbandonare il campo: si accorge che i suoi compagni di squadra non lottano a dovere, capisce che quel match è stato venduto. Dagli spalti, solo applausi. Poco dopo, la storia si ripete, ma questa volta è Cattani, insieme ad altri giocatori, ad essere accusato di aver truccato l’esito di una gara. E’ il 21 marzo 1954: a Torino finisce 3-2 per gli avversari e il difensore parmigiano, in quanto capitano, paga per tutti. Messo all’angolo, fuori rosa per un anno, con la dirigenza che rifiuta le offerte che arrivano da Napoli e Lazio. Poi il passaggio alla Pro Patria, infine a Ravenna, dove chiude la carriera. Che però, di fatto, è stata archiviata quel maledetto 21 marzo. Una volta chiuso col calcio giocato, non mette più piede a Genoa: troppa la delusione di quell’accusa che ha sempre respinto, insopportabile l’amarezza per quel trattamento ingrato. Fa un’eccezione, richiamato dai tifosi, con cui l’idillio non si è mai rotto: allaccia le scarpette per l’ultima volta, per il derby tra vecchie glorie contro la Samp. Dopo il calcio, il lavoro nella nostra città, da imprenditore, con un calzaturificio, fino alla pensione. Col Genoa è diventato grande, ma col Parma ha spiccato il volo: per questo gli «Ex gialloblù», nel ’99, lo tributano con il «Tardini d’argento». A Genova c’è ancora chi lo ricorda con affetto e oggi lo piange. E’ indimenticabile la sua rovesciata, in cui era maestro; una «bicicletta» elegante, efficace, al pari della più celebre, poi finita sulle bustine delle figurine Panini, di Carletto Parola. Quello stesso Parola, campione pari ruolo della Juventus, titolare azzurro inamovibile, che impedì a Cattani di vestire la maglia della Nazionale: un paio di convocazioni, ma niente debutto. Solo un’apparizione con l’Italia Nord-Ovest. Agli annali è passata anche la sua irriverenza dimostrata di fronte a Giampiero Boniperti, il «biondino» che faceva impazzire, in maglia bianconera, le difese di tutta Italia. Memorabile lo scontro tra i due sul terreno di gioco. «Una volta, non me lo dimenticherò mai campassi cent’anni, lo presi per il collo e lo scaraventai contro la rete di recinzione - raccontava sul Corriere Mercantile del 7 novembre 1987 -. Ma lui era stato scorretto con me: mi aveva colpito duramente ad una caviglia mentre la palla era a cinquanta metri di distanza. Lo inseguii per tutto il campo, nessuno riuscì a fermarmi». Rosso diretto e due giornate di squalifica, ma rispetto in cassaforte. Cattani, vedovo dal 2000, quando se n’è andata sua moglie Vera, lascia ora la figlia Rossella. Il funerale avrà luogo oggi, alle 11, nella chiesa di San Giovanni Battista, con partenza alle 10,30 dall’ospedale Maggiore. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dopo il Grande Fratello: Benedetta Mazza torna in studio con Stefano Sala. E a Milano ritrova Veronica Ruggeri

TELEVISIONE

Benedetta Mazza torna in studio con Stefano. E a Milano ritrova Veronica Ruggeri Foto

Bagno di folla per Laura Pausini in piazza Duomo a Milano: foto

MUSICA

Bagno di folla per Laura Pausini in piazza Duomo a Milano Foto

Sanremo Giovani: esclusa Laura Ciriaco, troppe somiglianze con una canzone di Jason Mraz

Foto dalla pagina Facebook di Laura Ciriaco

MUSICA

Sanremo Giovani: esclusa Laura Ciriaco, troppe somiglianze con una canzone di Jason Mraz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

WORLD CAT

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

Lealtrenotizie

Sirene spiegate e adrenalina: una notte sulla volante a caccia di ladri

REPORTAGE

Sirene spiegate e adrenalina: una notte sulla volante a caccia di ladri

CENTRO STORICO

Furti e pedinamenti ai danni delle commesse di via Mistrali

weekend

Il trionfo di mercatini di Natale, presepi in mostra e cori: l'agenda della domenica

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

LO SFOGO

«Parma non sa gestire l'accesso alle ztl in modo intelligente»

Personaggio

Matteo Vezzani, lo stilista delle supercar

Provocazione

Quel cartello con le corna

Colorno

Dobermann attaccano la colonia felina: un gatto morto, 2 feriti e 5 spariti

Sorbolo

Demolita la casa abusiva di Bogolese

ATTENTATO

I colleghi parmigiani del giornalista ucciso: «Antonio, uno di noi»

MUSICA

Mario Biondi al Regio con i Quintorigo Foto Guarda chi c'era

PARMA

Legionella, controlli serrati dopo i nuovi 5 casi in città Video

carabinieri

Il gestore della palestra si insospettisce: incastrato il ladro seriale degli spogliatoi

12tgparma

Meteo, arriva la neve. Notte con gelate e minime sotto lo zero Video

vincita

La dea bendata fa una super tappa in via Monsignor Colli: "grattati" 500.000 euro

incidenti

Due auto fuori strada a pochi minuti di distanza: due feriti, uno è grave

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ma in famiglia il nemico è lo smartphone, non i compiti

di Patrizia Ginepri

NATALE

Due mesi di Gazzetta digitale con lo sconto del 50%

ITALIA/MONDO

Austria

Triplice omicidio in un castello: arrestato un conte

RETROSCENA

Brexit, e adesso? Ecco i 6 scenari possibili

SPORT

SERIE A

Il derby di Torino alla Juve. Decide CR7 su rigore

SONDAGGIO

La punizione più bella della storia recente del Parma? E' quella di Bruno Alves Video

SOCIETA'

TECNOLOGIA

Regali di Natale: ecco quelli smart

CURIOSITA'

La cometa di Natale oggi "sfiorerà'' la Terra: tutti a naso all’insù

MOTORI

SUV

Audi Q3, 5 stelle (e 4 nuovi motori)

IL TEST

Honda CR-V diventa ibrida E cambia le regole