18°

Amarcord

Massari, il mitico oste di Strada Nuova che sussurrava ai cavalli

Da Montechiarugolo a Parigi, poi il ritorno e l'epopea dell’osteria, che in precedenza fu monastero delle suore

Massari, il mitico oste di Strada Nuova che sussurrava ai cavalli
Ricevi gratis le news
0

Un caratteristico, popolare ed amato personaggio della Parma «antica» fu Guerrino Massari, il mitico oste del «Cavallo Bianco» di Strada Nuova, l’osteria ubicata proprio dinnanzi al «Villino Carolina» della famiglia Vignoli Lettel.

Nato a Montechiarugolo il 3 gennaio 1888 Guerrino, giovanissimo, emigrò in Francia coi i genitori Giuseppe e Maria. Nel 1913 si sposò a Parigi con Estella Forlini, classe 1907, parigina, ma di famiglia originaria di Groppallo (Piacenza) emigrata in Francia a fine dell’800. La famiglia Forlini, composta da Giacomo, Luisa e dalle figlie Estella e Daniela si stabilì a la Courneuve, un sobborgo di Parigi, dove aprì un ristorante nel quale, ai piatti tipici piacentini come «pisarei e fasò», si accostarono anche i piatti della cucina francese.

Nel 1914, Guerrino, ritornò a Parma stabilendosi con la moglie, prima in borgo della Pace, dalle parti di borgo delle Colonne, poi in borgo Valla iniziando l’attività di commerciante di cavalli.

Nel 1915, la nascita del figlio Giuseppe, per gli amici «Pino». Anche Pino fu accomunato al padre dalla passione per i cavalli. Nella sua breve ma intensa vita (morì prematuramente a soli 34 anni), Pino, praticò calcio come valente portiere della «Virtus» e ciclismo, partecipando ad un’edizione del Giro d’Italia (fu amico di Gino Bartali). Inoltre, amando i cavalli, gareggiò come fantino in diversi ippodromi. Lasciò una figlia, Maria Angela ancora in giovane età, che fu allevata con amore dai nonni Guerrino ed Estella, titolari dell’osteria «Cavallo Bianco» che i coniugi Massari avevano acquistato nel 1922. Lo stabile di Strada Nuova, dove aprì l’osteria, un tempo, fu monastero delle suore di Santa Maria Maddalena.

In poco tempo, il locale, si trasformò in un «covo» di buongustai di cibi nostrani e di vino buono, bevuto rigorosamente «in’ t i scudlén» e di tutti coloro che avevano a che fare con i cavalli tant’e che commercianti, mediatori, carrettieri, macellai di carne equina non mancavano mai all’appuntamento nell’osteria di Strada Nuova. Ai fornelli, Estella, faceva furore con i piatti della tradizione parmigiana come una straordinaria «buzéca», un fantastico minestrone di verdura, al quale i commensali aggiungevano una «nuvola» di lambrusco, e « ‘na vécia äd cavàl c’la fäva resusitär i mòrt», come ricorda il loggionista Gigèt Mistrali, allora bambino, quando si fermava a pranzo nel locale con il padre, «stagionale» nello zuccherificio Eridania, per i parmigiani la «fàbrica dal sùccor».

Estella, però, non dimenticando le proprie radici transalpine, si dilettava anche in piatti francesi come i patè e le lumache. Qualche aneddoto? Per Natale, Guerrino, offriva alle famiglie meno abbienti di Strada Nuova e borghi limitrofi (e, a quei tempi, erano davvero tante) un piatto di anolini. Ed era l’adorata nipote Maria Angela a passare a casa di ogni famiglia per consegnare i «galleggianti». Quando Maria Angela festeggiò la Cresima, Guerrino, invitò a pranzo una decina di bambini dell’«Infanzia Abbandonata» ed, a ciascuno, fece un regalino per ricordare l’evento. Maria Angela racconta che un giorno confidò, all’allora parroco di San Sepolcro mons. Giuseppe Corchia che, il nonno, d’ogni tanto, qualche santo lo staccava dal cielo. Ma il sacerdote rassicurò la ragazza affermando che, con tutto il bene che faceva il nonno, il buon Dio lo avrebbe perdonato.

Da esperto commerciante, quando voleva dimostrare ad un acquirente la forza di un cavallo, Guerrino, attaccava la bestia ad un carro con le ruote bloccate e, per incitare il cavallo a trainare il carro, schioccava la frusta sull’asfalto con tale energia da provocare scintille coronando il tutto con imprecazioni irripetibili.

Si racconta che, un giorno, dalla stalla della trattoria, un cavallo riuscì a liberarsi e, imbizzarrito, percorse a grande velocità la strada creando panico fra i passanti. L’animale fu rincorso dagli stallieri e dallo stesso Guerrino e la sua corsa si interruppe davanti all’oratorio di Sant’Antonio da Padova fuori Porta San Michele (dove oggi sorge il «Barilla Center»).

La leggenda vuole che l’animale, avendo capito il triste destino che lo aspettava (il macello), era corso a chiedere aiuto a Sant’Antonio. Nel cortile dell’osteria si disputava il «gioco della rana» dove i partecipanti si cimentavano con tiri «azzardati» a centrare la bocca della rana. Fra gli avventori del «Cavallo Bianco» ci fu anche Giuseppe Chiari, classe 1903, l’ultimo «casonér äd Pärma». Arrivava con la sua bicicletta nel primo pomeriggio da borgo Nazario Sauro, dove abitava, e, quando a tarda sera lasciava l’osteria, cantando a squarciagola, zizzagando in sella alla bici, se ne tornava a casa. Guerrino, dopo lunga malattia, morì un giorno di novembre del 1959. Ai suoi funerali una folla di gente: amici, conoscenti, clienti e tante persone che erano state beneficiate dall’uomo che «sussurrava ai cavalli». Estella proseguì nella gestione del locale per qualche anno ancora per poi cedere l’attività. Ma continuando ad abitare nell’appartamento posto proprio sopra l’osteria, passando molto tempo alla finestra per fare quattro chiacchiere con i vicini di casa o con i vecchi clienti che non si erano certo dimenticati della loro brava cuoca. Estella morì il 9 luglio 1979. Il «Cavallo Bianco» restò aperto fino al 1999 con un’altra gestione. Si rifiutò di arrivare al 2000. Era finita un’era e si sentiva inadatto per i tempi moderni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Pausini, cancellate le due date di Eboli: ha l'otite

oggi e domani

Laura Pausini cancella le due date di Eboli: ha l'otite

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

3commenti

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

5commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

anteprima gazzetta

L'export made in Parma vola: +13% nel secondo trimestre

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

dopo 12 anni

Esproprio ex Federale: Comune costretto a pagare 1,6 milioni di euro

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

3commenti

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

2commenti

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

1commento

CALCIO

Gobbi a Bar Sport: "A Napoli per tentare di fare punti" Video

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

7commenti

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

Aggressione

"Violento predatore sessuale", condanna tra 3 e 10 anni a Bill Cosby, il papà de "i Robinson"

sicurezza

Abbandono bimbi in auto: via libera del Senato al ddl "seggiolini"

SPORT

Lega pro

Berlusconi compra il 100% del Monza. Galliani ancora al suo fianco

SOFTBALL

Collecchio Under 13, la fotogallery delle finali nazionali

SOCIETA'

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel