13°

28°

Strajè-Stranieri

"Ho insegnato ai belgi ad andare in bicicletta"

"Ho insegnato ai belgi ad andare in bicicletta"
Ricevi gratis le news
0

«Il lavoro non ammazza. Che fa morire è la tristezza». Rogello Rioli, pochi mesi e sono 90 anni. La vita, il Novecento, lui li vede così.
Da ragazzo povero di montagna, vessato dai fascisti e costretto a emigrare per vivere. Ma pure da piccolo imprenditore nel settore delle automobili: traguardo figlio di anni di fame e sacrifici. «Ho avuto un’infanzia triste», attacca senza mezzi termini, accogliendo nella sua casetta fuori paese, lungo una stradicciola in un pendio verso Casa Mercanton. Più o meno, succede questo: il padre rimane vedovo a 50 anni, si trova con sette figli, Rogello e sei sorelle; lui lavora come un cane per dodici ore, con la schiena china sui sassi, per una lira al giorno, una miseria: il padre arriva fino a 3 o 4 lire, il triplo di una miseria, sufficiente appena per sopravvivere, ma non per pagare gli studi. La tessera del Fascio gliela paga la maestra, dopo esser stato espulso da scuola per non avervi aderito. Passano i mesi. Viene la guerra e  dopo quattro anni, l’8 settembre, il soldato Rogello si ritrova a casa. Da Udine ad Albareto, un po' in bicicletta, un po' a piedi. Racconta: «I tedeschi mi cercavano. Nessuno di noi ci teneva ad essere sotto Mussolini. Però abbiamo giurato al Re. Quello che ci si diceva, infine, era “si salvi chi può”. Tornato in montagna mi sono integrato nei partigiani. Poi ho visto che rubavano. Non mi piaceva. Prendevano roba per poi rivenderla. Ne approfittavano, della fame. Ho fatto tre mesi nella tana, nascosto. Mi portavano da mangiare; non sempre. Le sorelle hanno bruciato tutto in casa. Avevano paura che i tedeschi trovassero i panni».
Finisce la guerra, trova lavoro a Parma, sulla linea ferroviaria per Salsomaggiore. Lo accusano di esser stato fascista, in tribunale dimostra il contrario, sta di fatto che lui e altri sei perdono il lavoro. Si trova a casa, all’alba del dopoguerra italiano. Gli propongono la miniera. Accetta. E finisce a Liegi, in Belgio, con un contratto di cinque anni. «Ero meccanico, non minatore; sorvegliavo le pompe ad acqua. Le riparavo, quando serviva, per non lasciare gli altri con i piedi a mollo». Trascorso un lustro - non sottoterra fortunatamente, ma con altre incombenze - con i risparmi apre un negozio di biciclette. Curiosità: «Lì pochissimi la usavano. Erano tutti in giro a piedi, con gli zoccoli. Di bici, quasi niente. Oltre a venderle, dovevo anche spiegare come salirci, come si usavano». Vende il negozio, e comincia a commerciare in motorini: Lambrette, Trotter (Moto Guzzi), tutti i miti del boom nel Belpaese. Anche lì va tutto bene, ma dura poco: per 22 anni Rogello Rioli sarà infatti l’uomo di fiducia della Fiat in quella zona, vendendo prodotti (ormai storici) come le Seicento, le Ottocentocinquanta e le inimitabili Cinquecento. Tutte automobili appena arrivate da Mirafiori.
Intanto, si prende il brevetto di saldatore all’Università di Liegi. Abita nella mansarda di un bar, con altri tre italiani. Gli seguono tre figli, che ora vivono in Belgio, con una bella aziendina da gestire. Dietro il cammino dell’Europa, ci sono anche storie così. Dell’oggi, Rioli non è contento del tutto, anzi. Non rimpiange certo il bel tempo andato, perché la fame la ricorda bene. Però dice, «i vecchi venivano assistiti, allora, si stava tutti in famiglia. Si vegliavano gli ammalati. E non c'erano le serrature alle porte di casa. Peccato che siamo arrivati a un’epoca così».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolta anche una squadra di basket di Parma

16 indagati e sequestro per 25 milioni. Come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

IL FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Incendio in una ditta di luminarie natalizie. Il Comune: "Chiudete le finestre"

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno