17°

27°

Strajè-Stranieri

Musulmani, omaggio alle vittime dei nazisti

Musulmani, omaggio alle vittime dei nazisti
Ricevi gratis le news
0

di Laura Ugolotti
Sono partiti in una cinquantina, ieri pomeriggio; si sono ritrovati al parcheggio scambiatore Nord dove un pullman li stava aspettando: destinazione il Museo monumento al deportato e a seguire il campo di prigionia di Fossoli.
Una visita che probabilmente in tanti hanno fatto prima di loro, ma cioè che la rende ancora più importante è che questa volta, ad andare a conoscere da vicino una delle pagine più terribili della storia contemporanea, è stato un gruppo di tunisini, marocchini, albanesi. Persone di religione musulmana che della storia dell’olocausto non hanno potuto leggere sui libri di scuola. L'iniziativa è stata organizzata dal «Forum Interreligioso 4 ottobre» di Parma, in collaborazione con le associazioni «Musulmani per il dialogo» e «Immigrati tunisini verde». «Questa visita - spiega Luciano Mazzoni, coordinatore del Forum - è la prima di una serie, che ci porterà nel giro di alcuni mesi a visitare il campo di sterminio di Auschwitz. E’ la risposta ad un bisogno di conoscenza che molti immigrati sentono e che non poteva passare inascoltato». «In Nord Africa soprattutto, ma anche nei Paesi del mondo arabo e islamico la realtà della Shoah non è conosciuta, io stesso l’ho studiata solo quando sono arrivato in Italia - racconta Benjedou Belgacem, presidente dell’associazione "Immigrati tunisini verde" -. Ancora oggi ci sono musulmani che ignorano quello che è accaduto o, ancora peggio, lo negano. Visitare quei luoghi, per noi, vuol dire raccogliere una testimonianza di verità, e poterla raccontare ai nostri concittadini. Molti di noi stanno per tornare a Tunisi per il periodo estivo: sarà l’occasione per portare anche là la loro testimonianza». Il fine ultimo dell’iniziativa è promuovere il dialogo interreligioso come condizione indispensabile per un futuro di pace: «Non solo per noi - aggiunge Cherif Ali - ma soprattutto per i nostri figli». Sul pullman diretto a Carpi anche molti bambini, che prima di partire hanno scritto su alcuni cartelli la parola «pace» in arabo, ebraico, tunisino, albanese. Lusha Fatbordh viene da Cavaia, in Albania, anche se vive in Italia ormai da 15 anni: «L'olocausto - dice - non si può negare, testimonianze e documenti sono sotto gli occhi di tutti; è importante capire cosa è successo, per fare in modo che non accada mai più. In Albania ci sono cristiani ortodossi, cattolici, musulmani: abbiamo imparato in prima persona quanto il dialogo tra le religioni sia fondamentale per la pace e la convivenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Un disperso nella zona di Albareto: soccorritori al lavoro

Il Soccorso alpino: foto d'archivio

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

2commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

PARMA-CAGLIARI

Oggi ci vorrà un Parma da battaglia

Segui gli aggiornamenti in tempo reale dalle 15

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

8commenti

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"