12°

26°

INTEGRAZIONE

Quaranta «nuovi» parmigiani aspettando lo ius soli

Attestati di civica cittadinanza a bambini nati a Parma da genitori stranieri

Quaranta «nuovi» parmigiani aspettando lo ius soli
Ricevi gratis le news
2

Non è che un gesto simbolico, ma quanto per loro sia importante lo testimoniano i sorrisi. I bambini che ieri hanno ricevuto in Comune l’attestato di civica cittadinanza portano cognomi che li legano ai Paesi più lontani del mondo, eppure sono nati qui, e italiani in gran parte ci si sentono già.
Come avvenuto anche a primavera, l’amministrazione comunale ha pensato a un’occasione per riconoscere a questi nuovi italiani il loro ruolo nella società, attraverso un attestato che non ha valore legale ma che è stato comunque ricevuto con piacere dalle famiglie riunite nella sala del consiglio per una cerimonia semplice ma molto sentita: «Si tratta di un segno di rispetto che testimonia l’importanza che diamo all’inclusione – ha spiegato il sindaco Federico Pizzarotti –. Siamo dell’idea che una regolamentazione a livello nazionale sia necessaria perché chi è nato qua non può aspettare la maggiore età per essere italiano».
Una quarantina i bambini dai due ai diciassette anni, accompagnati ieri dalle famiglie in Comune, tutti nati in Italia da genitori residenti a Parma da almeno cinque anni: «Abbiamo voluto mostrare che li riteniamo a tutti gli effetti parte della comunità – ha aggiunto il vicesindaco Nicoletta Paci - e stimolare una riflessione su un argomento importante come quello della concessione della cittadinanza, in un clima di festa».
E così è stato, perché tra gli sguardi orgogliosi di mamma e papà e i sorrisi di bambini più o meno consapevoli del valore della pergamena che hanno ricevuto, il clima è stato proprio quello della festa: «Per me è una cosa bellissima – dice Elisabetta Cani, quattordicenne di origine albanese - e spero che tutti i ragazzi nati in Italia come me abbiano questa occasione. In realtà spero ancor di più che la legge cambi e ci riconosca da subito come cittadini italiani perché io mi sento italiana a tutti gli effetti, sono cresciuta qui, conosco questo come il mio Paese».
Per molte famiglie lo scoglio dell’integrazione è già stato in parte superato, grazie al lavoro, all’ambiente scolastico frequentato dai figli e ai legami creati a Parma: «Noi ci siamo sposati qui – raccontano i coniugi Chagua, originari del Perù - e tornare oggi in Comune a prendere l’attestato per i nostri quattro figli, Davide, Jacopo, Fabio e Alessandro è una bella emozione. Loro si sentono italiani, tanto che quando li abbiamo portati per due mesi in Perù non vedevano l’ora di tornare a casa, perché casa per loro è Parma».
I piccoli annuiscono, d’altronde qua hanno amici e sogni per il futuro, Fabio per esempio sa già che da grande vorrebbe fare il poliziotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • filippo

    26 Ottobre @ 20.21

    Pizzarotti ha trovato le priorità del comune...invece quando ci sta l'allerta maltempo al comune nessuno se ne accorge

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina "mai vista" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ambulanza

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Due incidenti mortali in provincia: sulla Gazzetta il ritratto delle vittime

Le vittime sono Federico Miodini, che lascia due bimbi piccoli, e Luigi Bertolotti

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

3commenti

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

viabilità

Terrore in tangenziale Nord: auto contromano in corsia di sorpasso

2commenti

viale pasini

Parcheggio conteso: medico impugna spadino contro infermiere

3commenti

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

2commenti

SORBOLO

Abbandona rifiuti: 50enne multato

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

1commento

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

3commenti

gazzareporter

Tutti di corsa a... Langhirun Foto

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

2commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

GIAPPONE

Morta la donna più longeva. Ora la seconda più anziana è in Toscana: ha 115 anni

SPORT

Serie A

Insulti al bus del Napoli. E dall'interno rispondono con un dito medio alzato

TENNIS

Nadal trionfa a Montecarlo: è l'undicesima volta!

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover