18°

Strajè-Stranieri

«Io, maestro dei bambini stranieri»

Ricevi gratis le news
0

 Laura Ugolotti

La nota diramata dal ministro Gelmini relativa al tetto massimo del 30% per la presenza di alunni stranieri nelle scuole primarie e medie continua a far discutere. Anche a Parma - lo dicono i dati - la loro presenza degli alunni stranieri è in aumento, ma porre un limite quantitativo può essere utile per favorire l’integrazione? Lo abbiamo chiesto a Giovanni Cattabiani, insegnante della scuola primaria Jacopo Sanvitale e docente nei corsi di alfabetizzazione per i bambini stranieri.
«Non credo che il problema dell’integrazione si risolva con una percentuale - risponde -. La presenza di stranieri nella nostra città e quindi di alunni figli di immigrati, è un dato di fatto che non serve a nulla ignorare; la cosa migliore sarebbe imparare a gestirla, mettendo in atto politiche serie, sociali e scolastiche, per favorire il loro inserimento. Affrontare il fenomeno solo dal punto di vista percentuale credo sia riduttivo».
Su un dato, in particolare, pone l’attenzione Cattabiani: «Da uno studio commissionato dal Comune di Parma lo scorso anno - spiega - è emerso che la concentrazione di alunni stranieri in alcune scuole della città piuttosto che in altre, non rispecchia la presenza di immigrati sul territorio. Ovvero: in alcune scuole la percentuale di alunni stranieri fa registrare dei picchi, anche se nel quartiere di riferimento non risiede, in proporzione, lo stesso numero di immigrati. Questo significa che mentre gli stranieri scelgono la scuola del territorio, sempre più italiani preferiscono trasferire i figli in altri istituti. Un fenomeno che si spiega solo in parte con necessità lavorative o logistiche. Forse sarebbe opportuno chiedersi perché e cercare, dove possibile, di porre un limite». In molti casi, ammette l’insegnante, gioca un ruolo fondamentale la diffidenza: «L'immigrazione - spiega - è sempre associata a concetti come la paura, l’insicurezza; questo genere diffidenza e pregiudizi. Forse i genitori temono che la presenza di stranieri possa ostacolare il percorso formativo dei figli». E' una preoccupazione reale? «In base alla mia esperienza, no. Gli stranieri che ho avuto in classe non hanno mai compromesso per nulla il percorso didattico, né limitato l’apprendimento dei compagni. Hanno invece stimolato me, come insegnante, ad adoperarmi per garantire loro le stesse opportunità dei loro coetanei. Senza contare che la presenza di bambini che provengono da altre culture è una risorsa che arricchisce tutti. Insomma, le difficoltà le vivono sulla loro pelle, non siamo noi a pagarle».
Quali difficoltà incontra una bambino straniero nell’inserimento scolastico? «Prima di tutto occorre fare una precisazione sul significato del termine "straniero", che spesso genera confusione. Ci sono bambini, figli di immigrati, che sono nati in Italia, che hanno affrontato il percorso dal nido alla materna qui, e sono perfettamente inseriti. Parlano senza problemi la nostra lingua e non hanno problemi di apprendimento. Poi ci sono bambini che non sono nati in Italia e che, spesso in corso d’anno, vengono catapultati da un giorno all’altro in una realtà che per loro è del tutto nuova: dal sistema scolastico al cibo, dagli orari alla lingua. Loro, in effetti, incontrano notevoli difficoltà all’inizio, ma rappresentano meno della metà degli stranieri presenti nelle classi. Il problema si potrebbe porre se questa percentuale salisse all’80-90% ma è difficile che si verifichi una situazione simile, soprattutto a Parma». E come affrontare le loro difficoltà? «Come si affrontano tutte le altre - risponde Cattabiani -. Ogni bambino, italiano o straniero che sia, ha delle difficoltà: chi soffre di un handicap mentale o fisico, chi ha difficoltà di apprendimento. I limiti della lingua sono solo una delle sfide a cui la scuola è chiamata e che gli insegnanti devono gestire nella quotidianità. E non è certo la più onerosa».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Pausini, cancellate le due date di Eboli: ha l'otite

oggi e domani

Laura Pausini cancella le due date di Eboli: ha l'otite

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

3commenti

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

5commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

anteprima gazzetta

L'export made in Parma vola: +13% nel secondo trimestre

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

dopo 12 anni

Esproprio ex Federale: Comune costretto a pagare 1,6 milioni di euro

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

3commenti

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

2commenti

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

1commento

CALCIO

Gobbi a Bar Sport: "A Napoli per tentare di fare punti" Video

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

7commenti

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

Aggressione

"Violento predatore sessuale", condanna tra 3 e 10 anni a Bill Cosby, il papà de "i Robinson"

sicurezza

Abbandono bimbi in auto: via libera del Senato al ddl "seggiolini"

SPORT

Lega pro

Berlusconi compra il 100% del Monza. Galliani ancora al suo fianco

SOFTBALL

Collecchio Under 13, la fotogallery delle finali nazionali

SOCIETA'

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel