11°

26°

Strajè-Stranieri

Novemila moldavi alle urne: un voto da Parma per il presidenzialismo

Novemila moldavi alle urne: un voto da Parma per il presidenzialismo
Ricevi gratis le news
2

 Chiara Pozzati

Hanno abbandonato la terra natale di cui portano ancora il «graffio» sul cuore. Eppure il richiamo di quella Moldova troppo povera per sostenere i suoi figli riecheggia ovunque essi siano. Ecco perché i moldavi di tutt'Italia sono tornati alle urne così come i fratelli lasciati in patria. 
Per Parma e Reggio Emilia è stato istituito un unico seggio, al centro Argonne, letteralmente preso d’assalto fin dalle prime ore di ieri mattina. Un esercito di badanti, giovani mamme, esperti informatici e neomaggiorenni si è accalcato attorno al centro in attesa del via alle votazioni. I moldavi a Parma e provincia sono 5 mila, 9 mila fra Parma e Reggio. «Si tratta del primo referendum costituzionale che il popolo moldavo ha mai visto». Nina Gorincioi Cadoppi, presidente della comunità moldava reggiana, sorride con amarezza: «Siamo stanchi di vivere nel caos e dopo l’effetto di Vladimir Voronin - il primo presidente comunista di un Paese ex sovietico - sentiamo sempre più il bisogno di modificare quell'assurdo articolo 78 della Costituzione e poter procedere all’elezione diretta del presidente». 
«Vogliamo essere noi a scegliere chi ci rappresenta e non quel manipolo di politici che siede in Parlamento». Queste le parole di Maria Poclit, 45 anni, da 11 a Parma,  intercettata all’uscita del circolo poco dopo la votazione. La donna appare soddisfatta, quasi rinfrancata: «È un’esigenza che nasce dal popolo, un popolo unito nonostante le distanze». Quelle distanze «talvolta pesanti ma necessarie se si vuole vivere dignitosamente», come ha spiegato Nicolae Sinchevici. Difficile non rimanere colpiti da questa ventata di patriottismo senza confini, in Italia poco più che un ricordo sbiadito. E se in Italia l’assenteismo colpisce soprattutto i giovani, lo stesso non si può certo dire dei coetanei moldavi. Irina Turcanu ha 18 anni e nei suoi tratti più che nel linguaggio si coglie una sfumatura d’Est: «Questa è la mia prima votazione, sono molto fiera di poter partecipare alle sorti della mia terra: non ho dimenticato le mie origini e tantomeno il mio popolo anche se sono arrivata qua bambina». 
«La nostra gente è rimasta prostrata sotto il giogo comunista per troppo tempo e ora vuole rialzarsi - Nina Gorincioi Cadoppi riprende la parola - siamo stati in silenzio troppo a lungo a causa della paura, ora vogliamo far sentire la nostra voce, per il bene della Moldavia e di tutti noi». Nel tardo pomeriggio l'alta affluenza fa esultare la rappresentante della comunità moldava di Parma, Maria Nimerenco: «Sono veramente molto soddisfatta della grande partecipazione dimostrata dai miei connazionali. Non mi aspettavo un flusso così intenso: alle 17 avevano già votato più di settecento elettori».  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • CEDRIC

    10 Settembre @ 23.46

    Uè ma adesso sono tutti bravi sti moldavi??la cronaca di Parma è sempre piena di reati commessi da moldavi!!!adesa ien tut di brev ragas???

    Rispondi

  • wolf

    07 Settembre @ 00.28

    >OTTIMA occasione per i NEO COMUNISTI all’acqua di rosa di Parma…..andare a LEZIONE da chi il VERO COMUNISMO lo ha vissuto direttamente sulla propria pelle…..MOLTO comodo sbandierare la bandiera “ROSSA Falce e Martello” in Italia, amministrata dal TOTALITARISMO Berlusconiano, che comunque vi garantisce di andare a votare e PERDERE le DEMOCRATICHE elezioni inventate da voi stessi!....nonostante ciò volete mandare a casa l’attuale governo…ma allora chi sono VERAMENTE gli OLIGARCHICI ?!....Andate ad imparare dalle BRAVE persone Moldave veramente integrate a casa NOSTRA, che innegabilmente offrono un fondamentale aiuto ai NOSTRI anziani…..

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

La 2° C della scuola Vicini visita la Gazzetta di Parma

SCUOLE IN REDAZIONE

La 2° C della scuola Vicini visita la Gazzetta di Parma

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani in omaggio lo speciale agricoltura

INSERTO

Domani in omaggio lo speciale agricoltura

Lealtrenotizie

Via d'Azeglio, la lite finisce a morsi di pitbull

RISSE NELLA NOTTE

Via d'Azeglio, la lite finisce a morsi di pitbull

1commento

Incidente a Pastorello

Federico Miodini, «il Miodo» giovane padre innamorato della vita

Coltaro

Luigi Bertolotti «un amico meraviglioso, ottimo lavoratore»

Noceto

Morto improvvisamente a 47 anni Filippo Virgili, lavorò per il Papa

Soragna

Ragazzi rapinati, notte di terrore alla «Ponzella»

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

4commenti

PARMA

Incidente in tangenziale sud: rallentamenti fra le uscite Campus e via Montanara

Disagi fra le 9 e le 10

Intervista

Carminati: «Tosca è una tavolozza perfetta»

AMORE SENZA FINE

Laura e Raffaele, marito e moglie muoiono a 24 ore di distanza

FIDENZA

Svincolo killer, finalmente i lavori per renderlo sicuro

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

baseball

Un monte che fa sognare: Parma pareggia a Nettuno

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

4commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

SCRUTINIO

Elezioni in Molise: si rafforza il vantaggio del centrodestra

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

SPORT

MOTOGP

Austin, domina Marquez. Iannone 3°, Rossi 4°. Dovizioso leader del Mondiale

1commento

SERIE A

Campionato riaperto: il Napoli batte la Juve ed è a -1

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover