12°

19°

Strajè-Stranieri

Noceto, la "Rete Diritti in casa" protesta a sostegno di una famiglia straniera in difficoltà

Noceto, la "Rete Diritti in casa" protesta a sostegno di una famiglia straniera in difficoltà
Ricevi gratis le news
7

La «Rete Diritti in casa» ha organizzato questa mattina una protesta a Noceto a favore di Ben Couchane e della sua famiglia, che si trova in forte difficoltà nel trovare un alloggio.
«Ben Chouchane vive e lavora da vent'anni a Noceto, è inserito e ha una famiglia quasi serena. Quasi, perché la moglie e uno dei tre figli soffrono di una grave forma di diabete», spiega una nota inviata da Katia Torri, rappresentante della “Rete Diritti in casa”.
«Un anno fa tutto precipita - continua la nota inviata dalla Torri -. Ben, l'unico a poter lavorare, perde il lavoro a causa della crisi e non riesce a pagare l'affitto; il Comune fa da mediatore». Secondo quanto dice la Rete Diritti in casa, il Comune di Noceto avrebbe promesso una casa a Chouchane (che doveva liberare l'alloggio che aveva preso in affitto entro la scadenza del contratto). In più, «l'associazione giovani diabetici si offre di pagare un albergo fino all'assegnazione della casa comunale o almeno novembre e dicembre - continua la “Rete” -. Tutto per il meglio sembrerebbe, invece no. In questi giorni Ben si reca in Comune per vedere a che punto è la “sua” casa. La risposta è raggelante: “Che casa? Qui non ne abbiamo per nessuno”. La promessa fatta è negata».
La nota dell'associazione spiega che si è aperto un dialogo con l'assessore Porcari, ma di fatto l'alloggio che Ben Chouchane spera di ottenere non si trova.
«A questo si aggiunge l'ingiunzione dei carabinieri di liberare l'ex casa entro martedì... - prosegue la nota della “Rete” -. “E i mobili dove li metto?”, dice Ben. “Rivolgiti al Comune”, è la risposta ma il Comune rimane muto... La famiglia Chouchane è disperata, la soluzione d'emergenza trovata è inadatta a un bimbo in quelle condizioni ed è provvisoria anche perché non è un appartamento ma sono stanze sparse in un edificio utilizzato per altri scopi  e non sembra esserci una prospettiva a breve termine.
Tutto quello che chiede la famiglia Chouchane è che sia messa per iscritto la promessa di una casa e che sia trovato un posto per i mobili ma, anche a Noceto, le richieste dei più poveri pare che siano inascoltabili.
Tutto questo è inaccettabile».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • manuel

    26 Dicembre @ 21.31

    @ tarlo: Ma se si fosse chiamato Franco avresti scritto lo stesso commento?

    Rispondi

  • katiatorri

    26 Dicembre @ 13.47

    quelli della rete diritti in casa sono tutti volontari e non hanno case,in compenso,come lavoratori,versiamo tasse che servono anche a pagare gli stipendi di coloro che sarebbero delegati ad amministrare la cosa pubblica e che dovrebbero nel farlo garantire i diritti primari di tutti i cittadini.il problema è che costoro non fanno il loro dovere

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    26 Dicembre @ 09.26

    Ma quelli della "Rete diritti in casa" sono così poveri ? perchè non la danno loro una casa o un contributo o fare una raccolta per un alloggio in affitto ? E' comodo riempirsi le fauci di solidarietà con i soldi degli altri!!

    Rispondi

  • marco

    17 Dicembre @ 23.06

    Anche ai cinici possono capitar disgrazie... Dopo, solo dopo, iniziano ad avere il sentore di quanto la solidarietà sia importante.

    Rispondi

  • katiatorri

    17 Dicembre @ 20.55

    purtroppo siamo al punto in cui i diritti civili o,prima ancora,qualli umani sono legati al reddito,finchè ce l'hai e puoi essere consumatore o cliente va tutto bene se,come è capitato a molti,perdi il lavoro non sei più nulla,solo una scoria da espellere,in poche parole siamo in una dittatura economica in cui c'è spazio solo per chi può pagarselo...è veramente questo il Paese che vogliamo?provocazione per chi risponde si,allora perchè paghiamo un assessore e un assessorato ai servizi sociali?la sfortuna di Ben,ironia della sorte,è,oltre il diabete di moglie e bambinioquella di essere troppo qualificato e quindi di trovar lavoro più difficilmente perchè le ditte lo dovrebbero pagare di più...altra stortura di una dittatura economica che vede il potere contrattuale dei lavoratori azzerato da un mercato in cui ormai le regole che hanno imposto la precarietà generalizzata ,sono solo a tutela dei più forti,oggi è Ben,domani o semplicemente oggi stesso sarà Mario,Cristina,Katia,Gabriele...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Miguel Bosé e il compagno si separano: separata anche la custodia dei figli

gossip

Miguel Bosé e il compagno si separano: separata anche la custodia dei figli

Stereo, pattini e maglietta: Giulia Guasti interpreta gli anni '80 negli scatti di Fabrizio Effedueotto

fotografia

Stereo, pattini e maglietta: Giulia Guasti interpreta gli anni '80 Foto

Sabato latino al New York: ecco chi c'era - Foto

GAZZAREPORTER

Sabato latino al New York: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Escursioni in montagna: Cairn, un aiuto dalla tecnologia

HI-TECH

Escursioni in montagna: Cairn, un aiuto dalla tecnologia

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Blitz dei ladri ai Corrieri: portata via la cassaforte

Furto

Blitz dei ladri ai Corrieri: portata via la cassaforte

3commenti

CASO CONQUIBUS

Aversa è ai domiciliari, ma alcuni colleghi vorrebbero una sua consulenza

1commento

Coldiretti

Morto Ettore Picchi, il «paladino» degli agricoltori

governo

Approvata la manovra 2019. Esteso lo stato d'emergenza per i danni da maltempo 2017 a Parma

INTERVISTA

"Sui social parliamo di libri". E l'insegnante di Borgotaro diventa... un cruciverba Video

Intervista a Massimo Beccarelli, insegnante sempre più impegnato con gli hashtag culturali.

ieri sera

Incidente in tangenziale a Collecchio: un ferito al Maggiore

Lutto a Ozzano

Muore il giorno dopo il compleanno

SISSA

Tentano la truffa dell'incidente, lei non ci casca

FONTANELLATO

Addio ad Afan de Rivera Costaguti

Si ribalta con l'auto: ferita gravemente una 29enne

CALCIO E TIFO

D'Aversa ha un suo Parma club

colpo

Furto in un bar di Sanguinaro, il ladro striscia (Guarda il video) ma l'allarme suona lo stesso

3commenti

ECONOMIA

Piano 2020: il Gruppo Custom cresce e investe a Parma Videointervista

economia

Accordo Barilla-Crèdit Agricole, per il credito ad aziende della filiera

FIDENZA

Maxi furto all'ospedale di Vaio: rubati macchinari per 300mila euro Video

4commenti

incidente probatorio

Caso Pesci, la giovane che ha denunciato gli abusi sarà interrogata lunedì Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'esempio di Ilaria Cucchi Donna ostinata sorella di tutti

di Filiberto Molossi

5commenti

OCCUPAZIONE

45 nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

Lutto nella moda

E' morto Mario Bandiera, fondò la griffe Les Copains. Aveva 87 anni

NEW YORK

Addio a Paul Allen, genio computer, co-fondatore di Microsoft

SPORT

TIFOSI

Inaugurato il Parma Club "Roberto D'Aversa" in via Mantova

mondiali pallavolo

Decima vittoria consecutiva per le azzurre: battuto il Giappone, Italia in semifinale

SOCIETA'

archeologia

Bonisoli: "Scoperta straordinaria a Pompei"

MUSICA

I Foo Fighters fanno salire il piccolo fan sul palco. Lui suona i Metallica e stupisce tutti

MOTORI

MOTO

Comparativa maxi enduro 21″ – Honda Africa Twin

GLAMOUR

Lapo Elkann firma Renault Captur Tokyo Edition