17°

27°

Strajè-Stranieri

Sette giorni di marcia e la paura di non farcela

Sette giorni di marcia e la paura di non farcela
Ricevi gratis le news
0

Alessia De Rosa
Di notte viaggiano e di giorno si nascondono. Come bagaglio, solo una borsa con dentro dell’acqua, un po' di cibo e la fotografia dei propri figli; perché quando iniziano a cadere le unghie dei piedi e il corpo è pieno di lividi e tanto magro da non riconoscersi allo specchio, quella fotografia è l’unico sostegno per andare avanti. Sono migliaia le badanti che ogni anno arrivano dall’Europa dell’Est per cercare fortuna in Italia. Per loro la fortuna vuol dire dieci ore di lavoro, spesso sottopagate, con una vita lontano dalla propria famiglia. Molte di queste arrivano clandestinamente e affrontando un viaggio duro e costoso. Duemila euro è quanto ha pagato Alina, badante moldava di quarant'anni che dal 2005 vive a Parma. Il percorso delle moldave per raggiungere l’Italia è quasi sempre lo stesso: si parte dal proprio Paese con un visto turistico per arrivare in Ungheria; qui le cose si fanno più complicate. C'è chi procede per un pezzo di strada a piedi e poi prosegue in autobus, in macchina o nascosto in treno, chi invece, come Alina, percorre tutto il viaggio con la sola forza dei piedi. «Non dimenticherò mai quei giorni - racconta -; la stanchezza nelle gambe, i dolori in tutto il corpo, la paura di non farcela». L'odissea di Alina inizia una sera di ottobre di sei anni fa, con lei un gruppo di quindici persone. Sette giorni di marcia. Il suo «biglietto» per l’Italia Alina l’ha pagato con un prestito chiesto ad un’amica, a costare sono state soprattutto le bugie che le hanno rifilato le «guide»: «Mi dicevano che i soldi servivano per cibo, vestiti nuovi e alberghi in cui dormire durante il viaggio». E invece Alina e i suoi compagni di sventura hanno camminato per una settimana con gli stessi stracci e dormito accampati tra le montagne. «Dopo pochi giorni abbiamo finito l’acqua e il cibo - continua -. Ricordo la fame e la sete a cui riuscivamo a placare bevendo nelle pozzanghere lungo il tragitto». Arrivati in Italia, a Venezia, il gruppo di sventurati ha poi raggiunto la stazione: «Lì abbiamo preso il treno per arrivare a Parma. La gente ci guardava malissimo, eravamo sporchi e sfiniti da un viaggio lungo e difficile; non ci lavavamo da una settimana e le persone si allontanavano infastidite». La storia di Alina è uguale a quella di tante altre iniziate in maniera tragica ma finite bene. Adesso Alina lavora a Parma, ha il permesso di soggiorno e riesce a tornare in Moldavia una volta all’anno per vedere i figli crescere: «Se non ci fossero stati loro - dice - tutto questa sofferenza non avrebbe avuto nessun senso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Un disperso nella zona di Albareto: soccorritori al lavoro

Il Soccorso alpino: foto d'archivio

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

2commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

PARMA-CAGLIARI

Oggi ci vorrà un Parma da battaglia

Segui gli aggiornamenti in tempo reale dalle 15

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

8commenti

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"