17°

29°

Strajè-Stranieri

I Centri Interculturali: incontro tra migranti e nativi

Ricevi gratis le news
3

Natalia Conti

I Centri interculturali, luoghi di incontro tra persone migranti e native che attraverso il confronto favoriscono la partecipazione e la relazione con le comunità, sono realtà che, seppur nate nella nostra Regione, ancora a Parma non hanno trovato modo di esistere.
Nel desiderio che ciò si possa realizzare e per poterli conoscere da vicino ascoltando la loro storia, rapporti con le istituzioni, modello gestionale e organizzativo, si è riunito ieri in Provincia il «Coordinamento provinciale immigrazione», presieduto dall’assessore provinciale Marcella Saccani. Tra gli ospiti che hanno raccontato esperienze e vissuti, Tiziana Dal Pra, del Centro Interculturale delle donne di «Trama di Terre» di Imola, Beatrice Iori del «Multicentro Educativo» di Modena e Sergio Neri e Lamberto Solmi del «Centro di documentazione - Laboratorio per un’educazione interculturale» di Bologna.
«Non siamo qui per dare lezioni, - spiega Tiziana Dal Pra - ma per offrire spunti che possano aiutare a realizzare qualcosa di utile e concreto. Il nostro faticoso seppur meraviglioso lavoro, che nei primi anni si è basato sul far emergere la positività delle diverse culture attraverso il lavoro, oggi, grazie all’approfondimento delle diverse problematiche, siamo diventati un polmone della città, dalla quale riceviamo grande riconoscimento».
In concomitanza con l’incontro, è stata anche l’occasione per Saida Zougar dell’associazione «Amici d’Africa» e Bruno Abbati dell’associazione «Perché No?», di presentare i risultati del primo anno di progetti e iniziative portate avanti dal Coordinamento provinciale in materia di immigrazione e intercultura. Polo centrale che ha caratterizzato il lavoro collettivo svolto dalle oltre 50 associazioni di stranieri e di italiani operanti nel settore, trovare un luogo nel quale potersi incontrare e confrontare, valorizzare le iniziative volte all’integrazione e alla promozione del dialogo interculturale.
Ad illustrare quello che è stato il lavoro svolto e gli obiettivi raggiunti durante l’estate, riguardo la situazione dei profughi arrivati sul nostro territorio, Marcella Saccani, che ha sottolineato come una volta rotte le diffidenze e messi da parte i pregiudizi, lo spirito d’accoglienza dei 170 migranti arrivati, abbia positivamente prevalso. «Grazie ai volontari, alle associazioni, alle amministrazioni e ai sindaci delle varie zone montane, -.dichiara Marcella Saccani - la condivisione di obiettivi delle comunità è stato fondamentale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • erion

    03 Ottobre @ 18.11

    Se continuate a vedere la soluzione dei problemi italiani si e stranieri allora non ci siamo e non avete capito niente,se Italia ha questo debito di 1900 miliardi non è che sono gli immgrati che hanno rubbato i vostri soldi pubblici, ma siete voi che non fatte altro che lamentarsi e spreccare un po destra e un po sinistra un po fascioleghisti e un po comunisti...siete fatti cosi dai vedete sempre il vostro male nello straniero! ti sfoghi facilmente

    Rispondi

  • Marco

    03 Ottobre @ 08.52

    E'giusto che chi spende denaro pubblico ne renda conto. Quindi mi chiedo: da quali voci di bilancio dell'amministrazione vengono i fondi per pagare queste iniziative? Cultura o Servizi sociali? Accettabile nel primo caso (ma discutibile visti i tagli nel settore); inaccettabile nel secondo. Inaccettabile perchè non c'è trippa per gatti e nemmeno per pseudo mediatori culturali. La Grecia sta per licenziare 30.000 pubblici dipendenti, se non vogliamo trovarci nelle stesse condizioni ( e rapportati alle dimensioni della nostra P.A. sarebbero ben più di 30.000) e se vogliamo salvare certi servizi sociali minimi per i disabili e gli anziani, voci di spesa come questa andrebbero tagliate. Subito.

    Rispondi

  • giuliana

    29 Settembre @ 10.43

    Il sospetto è che si crei un problema per poi inventarsi le soluzioni. E' impressionante il numero di associazioni nelle quali lavorano (retribuite) tantissime persone, sorte attorno ad un problema inesistente. Se i centri multiculturali fossero stati necessari, sarebbero sorti spontaneamente sul territorio. Se vengono imposti dall'alto non rispondono ad un'esigenza concreta. A quanto ammontano le cifre che ruotano, a vario titolo, intorno a queste associazioni? Nessuna delle associazioni culturali esistenti sul territorio avrebbe sbattuto la porta in faccia ad un immigrato che avesse voluto partecipare. Le associazioni nate intorno al multiculturalismo suicida che ci è stato imposto sono tutte perfettamente inutili. Costose e inutili. Se poi tocchiamo la nota dolente dei clandestini finti profughi, quanto costano alle tasche dei contribuenti italiani? A Lampedusa, il Viminale dà alla coop "Lampedu­sa Accoglienza", che assicura l'assistenza, 33 euro al giorno a persona. Tre le voci di spesa, pure le "bionde". Sono un insulto alle persone italiane che devono sopravvivere con una misera pensione sociale, o con l'elemosina (circa 200 euro al mese) che viene elargita (si fa per dire) ai disabili. Assessore, non si vergogna neanche un po'?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

4commenti

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

2commenti

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

LIRICA

Macbeth inaugura il Festival Verdi 2018 al Teatro Regio

La "prima" è in programma giovedì 27 settembre

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTE

Ciclista investito in via Langhirano

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

PGN

La festa di Casaltone, Benassi e i Megaborg al Mu, e il nuovo «Operaswing»

ITALIA/MONDO

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

CULTURA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPORT

Calciomercato

Inter, vicino il rinnovo di Icardi

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

SOCIETA'

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

PARMA

Ponte Romano, sopralluogo in vista dell'inaugurazione Foto

MOTORI

motori

Il tempo libero secondo Mercedes

IL TEST

Fiat 500X si rifà il trucco. Ecco come va