19°

Strajè-Stranieri

Giacomo, un parmigiano a Hong Kong

Giacomo, un parmigiano a Hong Kong
Ricevi gratis le news
0

Maroua El Baoui

Quando il made in Italy fa la differenza, anzi il made in Parma. Si parla dello spirito d’intraprendenza e d’innovazione di un parmigiano che ha scelto di sperimentare le sue capacità e competenze nel sud est asiatico. A far la differenza, rispetto a tanti altri, è stato lo spirito d’intraprendenza di Giacomo Stoppa, classe 1984, che ha saputo coltivare le sue intuizioni tanto da poterne raccogliere i frutti. Pendolare di lungo, lunghissimo raggio e laureato in Economia all’Università degli Studi di Parma, ha saputo dare al mondo economico-finanziario cinese un nuovo spirito. Il suo primo contatto con il mondo del lavoro e con Hong Kong risale al 2004: «Tutto nacque dall’idea di esportare nel mercato orientale la tradizionale pausa caffè alla macchinetta. In quegli anni nelle città orientali esistevano distributori automatici che vendevano ogni tipo di prodotto, ma che distribuissero caffè e bibite calde, ancora, non esistevano. Studiai, insieme a quelli che erano, al tempo, i miei soci dei prodotti che potessero essere utilizzati nelle macchinette per bevande calde istantanee. Ci impegnammo a fondo per incontrare i gusti dei consumatori orientali come, ad esempio, il the al latte istantaneo», racconta Giacomo. 
Questo tipo di lavoro andò avanti per qualche anno sempre a Hong Kong inframmezzato da pause studio e fughe in Italia per sostenere gli esami universitari: «In quel periodo non ho fatto altro che studiare e lavorare. La mia vita sociale era ai minimi storici anche perché nell’ufficio in qui lavoravo c’erano solo cinesi. Un giorno, però, mi chiamò la responsabile degli scambi culturali dell’Università di Hong Kong per dirmi che sarebbero arrivati in città degli studenti stranieri. Per l’occasione organizzavano una piccola festa per cui mi chiedevano se volevo partecipare in qualche modo all’evento. Io non mi lasciali sfuggire l’occasione e per un paio d’ore distribuì caffè e bevande calde gratis dalla mie macchinette. Conobbi molti ragazzi con i quali cominciai ad uscire, tante persone nuove che mi insegnarono a vivere la città non solo dal punto di vista lavorativo. Hong Kong oggi è per me la città più bella del mondo, anche se Parma resterà sempre casa mia». 
Prima della partenza, Giacomo compie il suo abituale rito: il giro per i negozi. Ma lo shopping non è legato ai saldi o al vestiario: acquista chili di Parmigiano da regalare agli amici ad Hong Kong e le sue scorte per i mesi di lontananza, vasetti di pesto e crudo di Parma in confezioni sotto vuoto, un «must» irrinunciabile, come dice Giacomo: «Al mio Parmigiano e al crudo non posso proprio rinunciare, ad Hong Kong si mangia bene ma, ragazzi, non si può paragonare a Parma».
La vera rivoluzione nella vita di Giacomo però avviene nel 2007, quando arriva la proposta che fa svoltare la sua carriera lavorativa. Conosce infatti Stefano Passarello, un giovane imprenditore italiano, che vive e lavora a Hong Kong da diversi anni e che propone a Giacomo di sperimentare un'esperienza imprenditoriale diversa. Passarello apre uno studio di consulenza aziendale che mira a dare un supporto a chi decide di allargare i propri affari nel sud est asiatico. 
Il servizio offerto è leggermente diverso da quello abitualmente fornito perché Giacomo, avendo già sperimentato tutto quello che c’è da sapere riguardo alla gestione contabile e amministrativa a Hong Kong, dalla fase di apertura al mantenimento di un’attività in oriente è in grado, in prima persona di gestire nella pratica tutti questi aspetti. Dai bilanci ai mille altri aspetti burocratici necessari, è la persone ideale, una delle poche che può veramente dare l’impulso giusto all’attività: «Dal 2007 ad oggi abbiamo fatto passi, da gigante. La nostra attività, la P&P è in crescita e siamo riusciti a distinguerci rispetto a tutte le altre realtà che lavorano in questo campo. Noi, per motivi vari, frutto soprattutto delle nostre esperienze passate qui in Asia, abbiamo imparato sul campo il lavoro che in prima persona gestiamo dall’inizio alla fine. Questo ha fatto la differenza: dare un volto alle cose. Spero un giorno di raggiungere risultati tali da poter tornare a Parma più spesso, o di poter lavorare più spesso dall’Italia, sperando nel frattempo che in Italia, come in Europa la situazione economica migliori». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno