13°

28°

Strajè-Stranieri

Modifica il casco per il turbante: multato indiano Sikh a Treviso

Ricevi gratis le news
6

TREVISO – Aveva modificato il casco da moto per fargli contenere la sua lunga capigliatura, ma la spiegazione non ha convinto la polizia municipale di Treviso.
A incappare nei controlli degli agenti cittadini è stato un ciclomotorista di nazionalità indiana e di religione sikh, circostanza, quest’ultima, che, così come ha cercato di spiegare ai poliziotti comunali, gli impedirebbe di liberarsi dal turbante. Per farci entrare il capo, dunque, lo straniero si è ingegnato e ha ricavato lo spazio necessario sotto il guscio del casco togliendo l’imbottitura di serie, senza considerare che, però, in questo modo, lo strumento protettivo avrebbe perso l’omologazione e quindi la conformità di legge alle misure di sicurezza.
Parametro, quest’ultimo, che è ovviamente l’unico sul quale si è fondata la decisione degli agenti i quali non hanno potuto far altro che procedere secondo quanto prevede il codice della strada. Fermo amministrativo del mezzo per due mesi, cioè, multa di 80 euro e confisca del casco ormai inutilmente personalizzato.

Loro modificano il casco, magari svuotandolo, e i vigili urbani li multano. È una "battaglia" curiosa, quanto senza fine, quella che vede contrapposti i sikh e i vigili urbani in Veneto. Per gli indiani il casco tradizionale è qualcosa di importabile che mina le loro tradizioni, ma la legge è legge e fioccano le multe.
L'ultimo caso, ma ne sono stati registrati alcuni nel vicentino dove la comunità sikh è numerosa, è accaduto a Treviso dove un indiano ha modificato il casco per fargli contenere la sua lunga capigliatura e turbante, ma le sue spiegazioni di natura etnica non hanno convinto la polizia municipale che lo ha multato di 80 euro, gli ha confiscato il casco e messo in fermo amministrativo per due mesi il mezzo.
Lo straniero per far entrare il capo nel casco senza toccare la propria capigliatura e turbante aveva ricavato lo spazio necessario togliendo l’imbottitura di serie del guscio del casco rendendolo, però, perfettamente inutile ai fini della sicurezza. Una volta verificato che il guscio era stato svuotato dall’imbottitura protettiva, l’interessato si è giustificato spiegando che in nessun caso la confessione religiosa alla quale aderisce permette che in un luogo pubblico il fedele possa togliersi il turbante, dunque neanche percorrendo le strade.
«E' la prima volta che ci capita un fatto simile – ha spiegato il vice comandante del corpo di polizia locale di Treviso, Roberto Mazzon – e non sappiamo come si comportino gli altri utenti della strada della stessa religione e che vivono in Italia». «Consultando tuttavia i motori di ricerca di Internet - ha aggiunto, non conoscendo i "casi" vicentini – abbiamo capito che la questione posta oggi dall’indiano di Treviso non è poi così rara e che non mancano, in Italia, casi di conflitto fra le norme imposte dal codice della strada e gli utenti che indossano un turbante».
«Anzi, abbiamo notizie che in alcune città – ha concluso - i sikh non si preoccupano nemmeno di coprire il loro vistoso copricapo con qualcosa che somigli ad un casco mentre si spostano con il ciclomotore».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Pavesin Luciano

    15 Maggio @ 23.50

    Se vieni nel nostro paese, DEVI rispettare prima le leggi nostre, poi le tue. non sei obbligato ,ne a rimanere qui, ne' ad usare una moto, se non ti va bene vai in bicicletta, o torni dov'eri.Non vedo perche dovremmo noi adattarci a loro.

    Rispondi

  • mauro

    14 Aprile @ 14.12

    magari con un casco di una misura piu' grande ci sta dentro il turbante, senza modificarlo.

    Rispondi

  • Silvia

    13 Aprile @ 21.28

    Io ho un alunno sikh in classe che quest'anno si è tagliato i capelli e anche suo padre non porta il turbante. vivendo qui anche loro modificano alcune parti della loro religione più pratiche, senza però snaturarsi, se vogliono si integrano e rispettano le nostre regole.

    Rispondi

  • the clansman

    13 Aprile @ 21.15

    adesso arriverà un giovane avvocato pagato dalla sinistra per fare un ricordo contro le regole valide per gli italiani...

    Rispondi

  • Franco Bifani

    13 Aprile @ 20.01

    Ecco un altro esempio paradigmatico di integrazione; ma la vogliamo smettere con queste esternazioni di sub-culture tricotiche, tra veli e turbanti .

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

1commento

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno