16°

27°

comare & co.

I 7 momenti epici della storia recente di Parma

I 7 momenti epici della storia recente di Parma
Ricevi gratis le news
12

C’eravate anche voi? Probabilmente sì. Tra i momenti che rimarranno scolpiti nella storia recente di Parma ce ne sono alcuni per certi versi indimenticabili, piccole epopee ducali che hanno visto frotte di cittadini tutti insieme, radunarsi, partecipare, esserci. Momenti di festa, di svolta, di protesta, di solidarietà. Attimi dell’ultimo decennio che spesso ritornano nei discorsi, della serie: “Ti ricordi quando…”.

2005 - L’adunata degli Alpini in città. Mai festa fu più di successo. La genuinità delle Penne nere aveva contagiato tutti: 2000 pullman, 20 treni, 5 tendopoli nei parchi della città. E oltre alle decine di migliaia di Alpini, nelle strade si erano dati appuntamento tutti i parmigiani dagli 0 ai 99.

2006 - La vittoria dell’Italia ai Mondiali di calcio. Bandiere e clacson impazziti, bagni nelle fontane del centro, gioia incontenibile. Chi non si ricorda la notte del 9 luglio 2006? Il centro sembrava scoppiare. Il cielo era azzurro su Berlino, ma anche a Parma non scherzava.

2011 – Le pentole in piazza Garibaldi. Il terremoto politico che avrebbe portato alle dimissioni e poi all’arresto dell’allora sindaco Vignali era cominciato a suon di pentole, sotto i portici del Grano.

2012 - La vittoria del grillino Davide contro il democratico Golia. Quando Pizzarotti vince al ballottaggio con Bernazzoli, Parma è al centro del Paese. Grillo la definisce “la nostra Stalingrado” e in quel pomeriggio che incorona il grillino alla guida della città, i parmigiani si riversano in piazza, incuriositi, per vedere da vicino il cambiamento.

2014 - Il Parma in Europa League (e invece no). È passato esattamente un anno da quando i crociati si sdraiavano sul prato del Tardini con la scritta “Il sogno è realtà” sulle T-shirt. Quella domenica sera il centro si era trasformato in una roccaforte gialloblù… nessuno immaginava come sarebbe andata a finire.

2014 – Dopo anni di battaglie No Termo, la città fa i conti con l’accensione dell’inceneritore di Ugozzolo. Decine di migliaia di firme, centinaia di sit-in, manifestazioni, comunicati, interventi. Con l’inaugurazione del Termovalorizzatore si chiude un’era.

2014 – La riscossa del fango. Dopo la terribile alluvione che mette in ginocchio un quartiere il 13 di ottobre, la città dimostra di essere più forte: in migliaia imbracciano pale e infilano stivali. La solidarietà ha il volto di mezza città piegata a sudare e a sporcarsi i vestiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicot

    21 Maggio @ 17.00

    federicot

    me le sono perse tutte! E' record!!!!!

    Rispondi

    • silviococconi

      21 Maggio @ 19.17

      e allora come fai a parlare e protestare ?! ...

      Rispondi

  • RENZ

    21 Maggio @ 15.35

    R E N Z

    La vittoria dell’Italia ai Mondiali di calcio del 2006 fu festeggiata anche a Parma come ovunque e l'adunata degli alpini del 2005, dal "indotto" alquanto sovrastimato, furono notizie di routine; mica momenti epici della storia recente di Parma; lo furono invece altri momenti opportunamente citati nell'articolo. Io metterei nella lista anche gli arresti dell'inchiesta "green money" 24 giugno 2011 che, ben più delle "pentole", ha portato alle dimissioni di Vignali il 28/9/2011, e il Crac Parmalat del 2003. Momenti BEN PIU' pregnanti, per la vita della Città, dell'adunata degli alpini.

    Rispondi

    • 21 Maggio @ 15.47

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Non invidio chi fa il bastian contrario di "professione". Se sui Mondiali potrei anche convenire (ma ci sono fatti che comunque ci appartengono al di là del localismo: come la sera del New York Ballet al Regio poche ore dopo l'attentato alle Torri Gemelle), quella sull'adunata degli alpini è invece una sciocchezza assoluta. Glielo dice un cronista che ha avuto la fortuna di immergersi per più giorni in quella splendida festa, che abbracciò Parma (e qualcuno temeva la stravolgesse, tanto che ci fu chi abbandonò la città in quei giorni). Mi limito a ricordare un Ave Maria alpino da brividi intonato alle 23 all'ingresso della Cittadella. E all'indomani dell'Adunata, la città era più pulita di prima. Quindi, solo a un commentatore superficiale può sembrare un fatto minore. Quanto a carc Parmalat e arresti, è ben specificato nell'articolo che si parla di fatti "che hanno visto frotte di cittadini tutti insieme, radunarsi, partecipare, esserci". Ma qualcuno, pur di criticare, si limita a guardare le figure.......

      Rispondi

      • silviococconi

        21 Maggio @ 19.20

        Giusto Redazione, una volta tanto hai ragione !

        Rispondi

      • RENZ

        21 Maggio @ 17.24

        R E N Z

        invece della Treccani, cito Lei: "...quella sull'adunata degli alpini è invece una sciocchezza assoluta." Memorabili i canti che si levavano al cielo anche prima delle 23... dopo una giornata di sbevazzate e salamini, altro che Ave Maria... roba da "brividi" veramente. Con questo non dico che sia stata una cosa brutta, anzi... ma non un fatto "epico" dei parmigiani, in quanto si tratta di un evento esogeno che quando arriva arriva... ma è opera degli alpini di tutta Italia, non può dirsi un fatto parmigiano nella sua genesi e nelle conseguenze "storiche" come gli altri fatti citati. Il Crac Parmalat invece è stato un grave lutto collettivo, ha portato a tutti dolore e sconforto e a molti che avevano comprato le obbligazioni anche seri danni, ma il peggio furono le conseguenze sul "sistema Parma" che sono state perfino peggiori di quanto ipotizzato al tempo e ancor oggi, dopo 15 anni, le ferite sanguinano copiosamente, il “crac Parma calcio” di oggi può dirsene una conseguenza.

        Rispondi

        • 21 Maggio @ 17.28

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Senta, io ho molto affetto per i nostri lettori. Ma quando uno risponde senza averti neppure letto non so più come andare avanti. Ripeto (e chiudo): 1) se si parla di raduni di parmigiani il crac Parmalat evidentemente c'entra come i cavoli a merenda. Se lei non legge gli articoli che commenta (eppure sembrerebbe avere il tempo per farlo) non so cosa farci. 2) Ridurre l'adunata degli alpini a sbevazzate o simili significa, molto semplicemente, non averla frequentata. Buona serata.

          Rispondi

        • federicot

          21 Maggio @ 22.40

          federicot

          beh sono stato alpino .... evito quei raduni come le pocce. Ti assicuro che soprattutto bevono , poi faranno anche altro.

          Rispondi

  • gigiprimo

    21 Maggio @ 14.18

    vignolipierluigi@alice.it

    PS.: anche il 2011 lo si potrebbe giudicare epico per la sconfitta del buon Bernazzoli. La quarta volta che il pd cede le armi.

    Rispondi

  • gigiprimo

    21 Maggio @ 14.13

    vignolipierluigi@alice.it

    tralasciamo 2005 e 2006 e il 2014 relativo agli 'Angeli del fango' il resto lo si potrebbe definire 'tragico', partendo dal 2011 al 2014 compresa l'alluvione!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Doppietta Ronaldinho, sposa entrambe le fidanzate

nozze

Ronaldinho, che doppietta: sposa entrambe le fidanzate Video

Il New York Times: "Weinstein sarà arrestato domani "

Harvey Weinstein in una foto d'archivio

Molestie

Il New York Times: "Weinstein sarà arrestato domani"

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco

PGN

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto

carabinieri

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto

parma

Presa la "banda del caveau": tradita (anche) dal tunnel scavato in via Cavour

COLORNO

Quel bimbo imboccato a forza fino a fargli rigurgitare tutto

COLORNO

Violenze alla materna, il giudice: «In classe un clima di terrore»

incidente

L'auto finisce fuori strada e si ribalta: un ferito a Citerna

Busseto

Straziante addio alla piccola Carla

SERIE A

Parma: il futuro in tre mosse

La storia

I coniugi Mussolini chiamano il figlio Benito, ma il tribunale dice no

1commento

Pronto soccorso

La vita in «trincea» di medici e infermieri

Ex Eridania

Allarme: tartarughe in agonia nelle vasche del parco

2commenti

gazzareporter

"Il Parco Falcone e Borsellino maltrattato"

Fidenza

Senza tesserino niente acqua gratis

triplice "salto"

Domenica festA al Tardini per la promozione del Parma: il programma

felino

Sfalci: arrivano le multe contro l'incuria e abbandono dei terreni

BASSA

Bimbi maltrattati a Colorno, le indagini continuano: genitori dai carabinieri Video

2commenti

MAESTRE ARRESTATE

Una mamma: «Anche mio figlio maltrattato 4 anni fa» Video-choc

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il nodo Savona e lo scontro istituzionale con Mattarella

di Stefano Pileri

EDITORIALE

Le gesta del trio Salvini, Di Maio, Berlusconi

di Vittorio Testa

4commenti

ITALIA/MONDO

roma

Scritta "Br" sul monumento a Moro e ai caduti di via Fani: un denunciato

carabinieri di cavriago

Auto di lusso a prezzi bassissimi: ma è una truffa. 5 arresti

SPORT

Foruma Uno

"Libere" a Montecarlo, attacco tedesco: "Ferrari irregolare"

Bufera

In ginocchio durante l'inno per protesta. Bufera Nfl

SOCIETA'

cultura

Il documentario sulle pastore alla volata finale del crowdfunding

Stati Uniti

Trump concede la grazia postuma al grande Jack Johnson

MOTORI

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv