18°

Comune

Arrivano le colonnine per fare il pieno all'auto elettrica

Sono quattro gli impianti attivi ma l'obiettivo è arrivare a dieci

Arrivano le colonnine per fare il pieno all'auto elettrica

L'assessore Gabriele Folli inaugura la colonnina per la ricarica delle auto elettriche

Ricevi gratis le news
11
E' stata inaugurata in piazzale Rondani una colonnina pubblica per la ricarica di veicoli elettrici in piazzale Rondani. Al momento sono quattro gli impianti attivi: oltre a piazzale Rondani, si trovano in via Monte Altissimo, in viale delle Rimembranze e al parcheggio “Du Brasè”, vicino al municipio. 
I possessori di mezzi elettrici potranno usare le colonnine per ricaricare le batterie grazie a sistemi realizzati con tecnologia Enel.
Il progetto è più ampio: prevede un totale di dieci colonnine nell’area urbana e un finanziamento regionale per l’acquisto, da parte del Comune, di nuovi mezzi rispettosi dell’ambiente.  
L'appuntamento celebra la mobilità "a zero emissioni" in tutte le principali città dell’Emilia-Romagna: Bologna, Reggio Emilia, Rimini, Piacenza, Ferrara, Ravenna, Forlì, Cesena, Modena e Imola. Una rete in collaborazione con tutti i gestori di energia elettrica presenti nella regione: Enel, Hera, AEMD-Iren. In Emilia-Romagna adesso sono 100 le colonnine a tecnologia Enel installate. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicot

    25 Marzo @ 10.11

    federicot

    www.autolib.eu

    Rispondi

  • Goldwords

    25 Marzo @ 10.05

    @Tio grazie. Chiaro il ragionamento, certo che, siccome sono abituato a far di conto, mi pare al momento, ribadisco, al momento, non interessante la cosa, poi mi risulta comprensibile che bisogna iniziare e su questo concordo. Non ricordo chi ha fatto il commento, ma è qui sotto, penso potrebbe essere utile, stile Reggio, chi entra in centro per lavoro o altro, avere l'auto non inquinante, sia gas o elettrica, ma a questo punto, non vedo come possa caricare l'auto se entra in centro scarica e se ne va!!? Poi, appunto, chi va in centro? Cosa ci si va a fare? Io sono settimane, escluso al Regio, che non vado e come me, penso tanti altri, non ci sono necessità di andare, tutti i servizi sono fuori dal centro. Il dormitorio del centro si sta sempre più allargando, il centro è destinato a morire. Guardatevi nelle case, quante volte andavate prima e andate ora in centro a far spesa o comprare? Qual è lo scopo di andare in centro oggi? Meglio le colonnine nei posteggi dei supermercati, diciamo anche va, se no poi dicono che critico e basta!! Tio, scusa, ma visto che tu conosci l'ambiente dei M5S, Folli ha la mappa dei cassonetti nel borsello? :) Nessuno gli fa presente che è una tamarrata quella? Diteglielo per favore!!!

    Rispondi

  • Alessandro

    25 Marzo @ 09.32

    quando faranno i distributori di idrogeno e ci saranno solo macchine ad idrogeno si ricomincerà a respirare

    Rispondi

  • Romeo

    25 Marzo @ 09.16

    Sempre a criticare. Se non ci sono colonnine in una città uno di sicuro è più scoraggiato a comprare un auto elettrica. Per favorire lo sviluppo delle auto a benzina prima si sarà pur sviluppata la rete di benzinai, o no? E se avete sentito l'intervista al sindaco ha detto che ha intenzione di sostituire man mano il parco auto del comune con quelle elettriche e di prendere nuove auto elettriche per il car sharing. E per chi dice che inquina uguale...bhe direi proprio di no. Quello che cambia è la delocalizzazione dell'inquinamento. Se tutte le auto in circolazione fossero elettriche di sicuro i pm10 in città sarebbero molto più bassi. L'inquinamento sarebbe localizzato nelle centrali. C'è una bella differenza. In ogni modo, il futuro non è certo del combustibili fossili, e prima ci adattiamo e prima vivremo meglio.

    Rispondi

  • salamandra

    25 Marzo @ 09.12

    Goldwords, se ci si limita al punto di vista dei costi relativi al consumo le auto elettriche sono decisamente convenienti; il costo per chilometro è circa 1/4 di quello di un auto a benzina. Se si considerano i costi di acquisto e manutenzione le cose cambiano però, e non di poco. A Reggio mi sembra che il trasporto merci in centro sia fatto esclusivamente con veicoli elettrici. Probabilmente allo stato attuale delle cose sono veicoli per lo piú adatti a servizi come poste, corrieri e consegna merci in zone inibite alla normale circolazione. Per uso privato è già piú difficile ma non ce la vedo male come seconda auto a patto di ammortizzare i costi. Facile prevedere che, almeno inizialmente, saranno ampiamente sottoutilizzate. Però è chiaro che se non si mettono le colonnine è poi difficile che tali veicoli si diffondano. Un po' come il metano se non ci fossero distributori a Parma.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale in auto con una ragazza: è morto "Zanza" , re dei playboy della Riviera romagnola

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Harlem Gospel Choir

Auditorium Paganini

Arriva l'Harlem Gospel Choir

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

4commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

3commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

genova

Crollo del ponte, ferrovia a pieno regime dal 4 ottobre

SPORT

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

BASEBALL

Parma Clima: Yomel Rivera raggiunge i compagni in Arizona

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel