17°

30°

Comune

Arrivano le colonnine per fare il pieno all'auto elettrica

Sono quattro gli impianti attivi ma l'obiettivo è arrivare a dieci

Arrivano le colonnine per fare il pieno all'auto elettrica

L'assessore Gabriele Folli inaugura la colonnina per la ricarica delle auto elettriche

Ricevi gratis le news
11
E' stata inaugurata in piazzale Rondani una colonnina pubblica per la ricarica di veicoli elettrici in piazzale Rondani. Al momento sono quattro gli impianti attivi: oltre a piazzale Rondani, si trovano in via Monte Altissimo, in viale delle Rimembranze e al parcheggio “Du Brasè”, vicino al municipio. 
I possessori di mezzi elettrici potranno usare le colonnine per ricaricare le batterie grazie a sistemi realizzati con tecnologia Enel.
Il progetto è più ampio: prevede un totale di dieci colonnine nell’area urbana e un finanziamento regionale per l’acquisto, da parte del Comune, di nuovi mezzi rispettosi dell’ambiente.  
L'appuntamento celebra la mobilità "a zero emissioni" in tutte le principali città dell’Emilia-Romagna: Bologna, Reggio Emilia, Rimini, Piacenza, Ferrara, Ravenna, Forlì, Cesena, Modena e Imola. Una rete in collaborazione con tutti i gestori di energia elettrica presenti nella regione: Enel, Hera, AEMD-Iren. In Emilia-Romagna adesso sono 100 le colonnine a tecnologia Enel installate. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicot

    25 Marzo @ 10.11

    federicot

    www.autolib.eu

    Rispondi

  • Goldwords

    25 Marzo @ 10.05

    @Tio grazie. Chiaro il ragionamento, certo che, siccome sono abituato a far di conto, mi pare al momento, ribadisco, al momento, non interessante la cosa, poi mi risulta comprensibile che bisogna iniziare e su questo concordo. Non ricordo chi ha fatto il commento, ma è qui sotto, penso potrebbe essere utile, stile Reggio, chi entra in centro per lavoro o altro, avere l'auto non inquinante, sia gas o elettrica, ma a questo punto, non vedo come possa caricare l'auto se entra in centro scarica e se ne va!!? Poi, appunto, chi va in centro? Cosa ci si va a fare? Io sono settimane, escluso al Regio, che non vado e come me, penso tanti altri, non ci sono necessità di andare, tutti i servizi sono fuori dal centro. Il dormitorio del centro si sta sempre più allargando, il centro è destinato a morire. Guardatevi nelle case, quante volte andavate prima e andate ora in centro a far spesa o comprare? Qual è lo scopo di andare in centro oggi? Meglio le colonnine nei posteggi dei supermercati, diciamo anche va, se no poi dicono che critico e basta!! Tio, scusa, ma visto che tu conosci l'ambiente dei M5S, Folli ha la mappa dei cassonetti nel borsello? :) Nessuno gli fa presente che è una tamarrata quella? Diteglielo per favore!!!

    Rispondi

  • Alessandro

    25 Marzo @ 09.32

    quando faranno i distributori di idrogeno e ci saranno solo macchine ad idrogeno si ricomincerà a respirare

    Rispondi

  • Romeo

    25 Marzo @ 09.16

    Sempre a criticare. Se non ci sono colonnine in una città uno di sicuro è più scoraggiato a comprare un auto elettrica. Per favorire lo sviluppo delle auto a benzina prima si sarà pur sviluppata la rete di benzinai, o no? E se avete sentito l'intervista al sindaco ha detto che ha intenzione di sostituire man mano il parco auto del comune con quelle elettriche e di prendere nuove auto elettriche per il car sharing. E per chi dice che inquina uguale...bhe direi proprio di no. Quello che cambia è la delocalizzazione dell'inquinamento. Se tutte le auto in circolazione fossero elettriche di sicuro i pm10 in città sarebbero molto più bassi. L'inquinamento sarebbe localizzato nelle centrali. C'è una bella differenza. In ogni modo, il futuro non è certo del combustibili fossili, e prima ci adattiamo e prima vivremo meglio.

    Rispondi

  • salamandra

    25 Marzo @ 09.12

    Goldwords, se ci si limita al punto di vista dei costi relativi al consumo le auto elettriche sono decisamente convenienti; il costo per chilometro è circa 1/4 di quello di un auto a benzina. Se si considerano i costi di acquisto e manutenzione le cose cambiano però, e non di poco. A Reggio mi sembra che il trasporto merci in centro sia fatto esclusivamente con veicoli elettrici. Probabilmente allo stato attuale delle cose sono veicoli per lo piú adatti a servizi come poste, corrieri e consegna merci in zone inibite alla normale circolazione. Per uso privato è già piú difficile ma non ce la vedo male come seconda auto a patto di ammortizzare i costi. Facile prevedere che, almeno inizialmente, saranno ampiamente sottoutilizzate. Però è chiaro che se non si mettono le colonnine è poi difficile che tali veicoli si diffondano. Un po' come il metano se non ci fossero distributori a Parma.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino

Sport

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino Foto

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

LONDRA

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

Modelle e mode estive

MODA

Il bikini "girato" che non intralcia l'abbronzatura: ecco come fare Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La favola di Natale dei Pogues

IL DISCO

La favola di Natale dei Pogues

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Intervento del Nucleo Antiviolenza della Polizia Municipale

Nucleo antiviolenza, da sinistra, l'ispettore scelto Debora Veluti, l'assessore Cristiano Casa, il comandante della polizia municipale Gaetano Noè e il vicecomandante Giacomo Fiume - Foto d'archivio

donne

Chiusa in casa per anni, picchiata e allontanata dai figli: fugge e fa bloccare il compagno

Il caso di strada Argini Enza

Dopo il colpo di pistola, l'aggressione con un forcone

Il Parma a processo

La Procura: «Pena da scontare in B»

Paura

Adolescente scompare nel nulla. Ore di angoscia per i genitori

Salsomaggiore

In vacanza a Peschici, salva un anziano in mare

ritiro

Parma, calcio giocato per scacciare l'incubo della sentenza Il commento di Piovani

Casalmaggiore

Trova 1.100 euro in strada e li porta ai carabinieri

agricoltura

Il pozzetto recuperato che aiuterà ad evitare la crisi idrica da Beneceto a Sorbolo Foto

medesano

Roccalanzona, caduta dalla bicicletta: feriti due 30enni

Agricoltura

Organizzazioni divise sull'accordo commerciale col Canada

Santa Maria del Taro

Addio a Elisa Bottini, scomparsa a soli 37 anni

COLORNO TORRILE

Un comitato contro la fusione

PARMA

Nuovo violento temporale: due alberi caduti, "acqua alta" nei sottopassi  Video

Nel video, il momento più forte del temporale a Coloreto

2commenti

APPENNINO

Grandine e vento, l'assessore regionale: "Entro pochi giorni la prima stima dei danni" Video

L'assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo ha visitato Bardi, Calestano e Neviano

gazzareporter

Rami pericolanti: vigili del fuoco in via Mantova

MARTORANO

Spara alla moglie e si getta nel vuoto: lei è salva per miracolo, lui è in Rianimazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le donne e quei maschi da educare

di Georgia Azzali

CHICHIBIO

«Trattoria Cattivelli» - Una storia che va oltre la buona cucina

ITALIA/MONDO

castelnovo ne' monti

Concussione, peculato e mobbing: arrestato il vicecomandante dei vigili dell'Unione Val d'Enza

Piacenza

Si schiantano contro un albero dopo un folle inseguimento da parte della polizia

SPORT

parma calcio

Fallito il Bari, cambia l'avversaria: l'amichevole di sabato è col Foggia

CALCIO

E' finita per la Reggiana: salta la vendita, niente iscrizione al campionato

4commenti

SOCIETA'

SALUTE

Due studi universitari: niente fumo e più sesso per un cuore sano

1commento

GAZZAFUN

Le scuole sono chiuse ma gli esami non finiscono mai: oggi quiz di geografia

MOTORI

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani

ANTEPRIMA

Volkswagen (s)maschera il piccolo Suv T-Cross Fotogallery