21°

31°

Polizia municipale

L'autodetector trova 5 auto non in regola: 88mila euro di debiti verso il Comune

Due vetture sono state sequestrate, una sarà rottamata

Autodetector su un'auto della Polizia municipale
Ricevi gratis le news
16

Comunicato stampa del Comune

Continua senza sosta l’azione dell’Autodetector, lo strumento installato su un auto della polizia municipale in grado di rintracciare veicoli in circolazione gravati da fermi amministrativi fiscali, i cui proprietari o conducenti hanno accumulato debiti verso il Comune per violazioni dal Codice della Strada non pagate per oltre 1000 euro.

Nella giornata di martedì lo strumento ha segnalato un autoveicolo Audi A2 in sosta su suolo pubblico in via Emilia Ovest gravato da ben 5 fermi amministrativi il cui proprietario e conducente aveva accumulato debiti per circa 19.000 euro. Il veicolo non è stato pignorato in quanto il proprietario, dopo aver pagato un consistente anticipo, ha raggiunto un accordo con Parma Gestione Entrate per la rateizzazione del debito. Nello stesso giorno gli agenti operanti, hanno rintracciato in zona via Pasubio una Lancia Y che ha fatto suonare l’allarme dello strumento e il cui proprietario, dopo aver accumulato debiti per circa 41.000 euro, circolava con il veicolo gravato da 10 fermi amministrativi fiscali. Il veicolo, pignorato dall’ufficiale di riscossione, è stato affidato in custodia all’ Istituto Vendite Giudiziarie che ne curerà la vendita al pubblico incanto.

Anche una Renault Megane con numerosi fermi e un debito a carico di 9.000 euro è stata segnalata in sosta in pubblica via priva dell’assicurazione obbligatoria. Tuttavia le pessime condizioni del veicolo hanno indotto gli agenti a rimuovere lo stesso iniziandone le pratiche per la rottamazione. 

Nei giorni scorsi lo strumento ha operato nel quartiere Mordacci dove le telecamere dell’autodetector, inquadrando la targa di una Mercedes Classe A di recentissima immatricolazione, hanno trovato corrispondenza nel database del computer segnando che il veicolo era gravato da 3 fermi fiscali per un debito complessivo verso il Comune di circa 16.000 euro. Il proprietario del veicolo, pur di non farsi pignorare lo stesso, ha concordato un piano di rientro con l’Ufficiale di Riscossione di Parma Gestione Entrate con un ingente anticipo e una successiva rateazione mensile. Altro intervento è stato effettuato in via Buffolara dove l’allarme segnalava un Fiat Punto in movimento gravata da 4 fermi fiscali per un totale di 3.000 euro circa di debiti. Il veicolo anche in questo caso è stato pignorato e sarà messo in vendita sempre che i proprietari non raggiungano un accordo per il rientro dal debito.

Giova ricordare che in tutte le situazioni sopra descritte gli agenti della polizia municipale hanno contestato un ulteriore verbale, obbligatorio per legge, di 770 euro che si va ad aggiungere al debito pregresso e che quindi dovrà essere anch’esso saldato prima di poter riavere il veicolo in possesso.

Il servizio con l’Autodetector è continuativo e lo strumento ha dimostrato una altissima affidabilità motivo per il quale la polizia municipale consiglia a tutti i proprietari di veicoli gravati da fermi di recarsi in viale Fratti presso la sede di Parma Gestione Entrate per trovare un accordo per rientrare del debito. E’ infatti l’unico modo per togliere dal proprio veicolo i fermi che potrebbero portare al pignoramento e quindi alla perdita definitiva della proprietà dello stesso.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    05 Aprile @ 09.17

    CERTO , E, PER ESSERE "PERSONE CIVILI" , sprechiamo l' "autodetector" coi divieti di sosta e lasciamoci sfilare sotto il naso le auto rubate e senza assicurazione !

    Rispondi

  • Federico

    05 Aprile @ 01.56

    ce gente che dice tanto anche se non paghi la multa non ti fanno niente meditate gente leggete bene

    Rispondi

  • filippo

    04 Aprile @ 22.26

    Io spero che lo utilizzino anche per i divieti di sosta e per i tanti, troppi! che la piazzano "5 minuti" su marciapiedi e ciclabili. E' una roba da incivili e non se ne può veramente più di vedere suv mollati su 30 cm di marciapiede con le 4 frecce (modalità superpoteri). Avete rotto! Ah per qualcuno che sosteneva che i divieti di sosta servono per far cassa, risponderei pacatamente che di solito è una questione legata alla sicurezza della circolazione....ma NON delle auto, ma degli altri utenti, bici e pedoni. Allargarsi con la bici perché il genialoide di turno l'ha mollata in divieto "5 minuti" è molto pericoloso. Vedi il bimbo di Milano 2 anni fa investito in bici da un tram perché ha dovuto allargarsi per schivare il suv di Mister 5 minuti. Viva l'autodetector! Viva chi si comporta da persona civile! Filppo.

    Rispondi

  • salamandra

    04 Aprile @ 21.08

    Ugo, nel primo caso c'è scritto che il proprietario ha pagato un consistente anticipo. Al di là dei soldi recuperati credo sia un deterrente fenomenale.

    Rispondi

  • Ugo

    04 Aprile @ 20.18

    sarebbe interessante sapere quanti soldi realmente vengono recuperati calcolando che per ora la maggioranza delle auto sono rottami che non valgono piu' di 1000 euro quindi anche vendendole all'asta non si ricava nulla , cosi a occhio il gioco non vale la candela sembrano le famose auto blu in vendita su ebay rottami a prezzi astronomici invendibili ma guardacaso tutte con lo stesso prezzo/offerta...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Trintignant, "per me la carriera è finita"

cinema

Trintignant, "per me la carriera è finita"

Balletto

social

L'evoluzione della danza di Michael Jackson...in 4 minuti Video

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

8commenti

Lealtrenotizie

Public money, ecco tutte le condanne

SENTENZA

Public money, ecco tutte le condanne

Scuola

I bravissimi della maturità: diplomati con 100 e 100 e lode

incidente

Schianto tra due auto a Ramiola: feriti due giovani Foto

weekend

Sgranfignone, anatra, disfide tra cuochi: il sabato è a tutto gusto L'agenda

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Busseto

Raffica di furti, rubata anche una macchinetta spartineve

Cinema

Ciak, a Parma si gira: la mappa dei set

Parma calcio

Rigoni, esperto in salvezza

IL CASO

Sgarbi: «Leonardo per l'ultima cena si ispirò all'affresco di Monticelli d'Ongina»

Lutto

Tarsogno dà l'addio a Lidia Calestini, la regina delle rezdore

L'appello

«Basta con i botti alle feste d'estate: per gli animali sono pericolosi. Usate quelli silenziosi»

12Tg Parma

Public Money, condannati in primo grado Costa, Villani e Buzzi Video

parma calcio

Chiude la prima parte del ritiro crociato: il video-bilancio di Sandro Piovani

calcio

Sorteggio di Coppa Italia: inizio nostalgia (e rivalità) per il Parma il 12 agosto

12Tg Parma

Felino, lite condominiale finisce a pugni Video

Dda

In progetto furto delle salme di Pavarotti e Ferrari: condannata banda sardo-parmigiana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

5commenti

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

reggio emilia

Ladri "con i bigodini": raid nei saloni, caccia alla banda dei parrucchieri

Chiaia di Luna

Lo spaventoso crollo di rocce a Ponza

SPORT

calcio e tribunale

Avellino non ammesso al campionato. Escluse altre due società di serie B e tre di serie C

ciclismo

Tour, 13ª tappa: tripletta Sagan in volata a Valence

SOCIETA'

gazzareporter

“Cala” la luna in Val Baganza

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita