13°

23°

Trasporti

Nuovi filobus, il rebus delle uscite

La porta resta chiusa: un passeggero con la stampella non riesce a scendere alla sua fermata. Su tutte e quattro le porte c'è scritto "exit", ma non sempre vengono aperte

Nuovi filobus, il rebus delle uscite

I nuovi filobus

Ricevi gratis le news
8

I nuovi filobus elettrici rossi, da pochi giorni in servizio sulla linea 5 nei giorni feriali, rappresentano sicuramente un gradito miglioramento per chi si serve dei mezzi pubblici. E’ un peccato, quindi, dover segnalare uno spiacevole episodio accaduto due sabati fa alle 10.30 in via della Repubblica; al fatto hanno assistito tanti passeggeri che erano presenti sul filobus.
Essere costretti a scendere alla fermata successiva a quella desiderata non fa piacere a nessuno, e sicuramente fa ancora meno piacere a chi cammina con una stampella. Sul nuovo filobus contrassegnato dal numero 1016, un signore con la stampella non ha potuto scendere dalla porta anteriore (la prima delle quattro che ci sono) perché la fermata era stata sì prenotata, ma l’autista non ha aperto quella porta, mentre era stata aperta la porta successiva.
A nulla è servito richiamare l’attenzione dell’autista (chiuso nella cabina di guida) né battere con la stampella sul vetro della porta di uscita. Il bus è ripartito e la persona con la stampella è scesa alla fermata successiva, però si è dovuta spostare alla seconda porta perché anche a quella fermata la prima porta non è stata aperta. Eppure, all’interno dei nuovi filobus snodati olandesi Van Hool, sopra a tutte e quattro le porte compare la scritta «uscita-exit» a caratteri maiuscoli; solo nella seconda e nella terza porta c’è anche la scritta luminosa «uscita-exit» (assieme a «fermata prenotata-stop requested»).
Recapitolando: si può scendere solo dalle porte dove c’è scritto due volte «uscita»? Una sola scritta «uscita» non vale? Dubbi anche per chi sale sui nuovi filobus snodati: su tutte le porte non compare alcun cartello (i «rituali» segnali stradali in miniatura) per indicare se si può salire o se la salita non è permessa.
E’ facile comprendere che molte persone che salgono cercano queste indicazioni per evitare di salire dove non si può. Ci sono solo due cartelli (carrozzina per disabili e carrozzina per bambini) rispettivamente nella prima e terza entrata (partendo da davanti): indicano che queste carrozzine devono entrare dalle porte indicate. Allora i passeggeri possono salire da tutte le porte?
I tanti parmigiani che non vogliono compiere scorrettezze sui nuovi filobus elettrici gradirebbero chiarezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Chiara

    07 Maggio @ 08.49

    Io mi sono posta la stessa domanda..dove devo scendere??dal momento che mi sono posizionata davanti la porta centrale e invece mi è stata aperta solo quella in fondo??ho chiesto a un'autista e la risposta è stata che dovrebbero aprirsi le porte centrali,ma va molto a discapito degli autisti stessi!!e,si è vero,se suoni e non sei davanti alla porta giusta di discesa non sempre ti viene aperto!per non parlare che da lunedì sono tornati sulle strade due autobus vecchi,motivo??ho chiesto pure questo.,semplice sono rotti!!e per fortuna che erano nuovi!!

    Rispondi

  • gherlan

    07 Maggio @ 08.23

    Probabilmente tutte e quattro le porte possono servire sia per salire che per scendere, questo perché essendo il mezzo molto lungo può risultare difficile posizionare le salite in corrispondenza esatta della fermata (tra la prima e l'ultima ci sarà forse una decina di metri). In tali casi, è obbligatorio lasciare scendere prima di salire, come avviene in metropolitana. Con due osservazioni: che sarebbe opportuno ricordare tale obbligo con una scritta sul lato esterno della porta e aprire sempre e comunque tutte e quattro le porte, appunto come avviene in metropolitana. Perlatro concordo con T. H. Salamanca sulla frettolosità di un articolo il cui autore poteva almeno premurarsi di chiedere informazioni alla TEP.

    Rispondi

  • Geko

    06 Maggio @ 23.03

    Quante polemiche inutili... Quanti rispettano sugli autobus "normali" le direttrici di salita e discesa anche quando l'autobus è vuoto??!! E se l'autista non apre la porta anche dove non previsto viene preso in malomodo!! MA FATEMI IL PIACERE...TUTTI FINTI PERBENSTI EMBLEMI DELLA CORRETTEZZA!!!

    Rispondi

  • presente

    06 Maggio @ 22.38

    Da che mondo è mondo le porte centrali sono quelle adibite all' uscita mentre quella anteriore e quella posteriore all' entrata. Prova ne è che la scritta luminosa compare solo sulle porte centrali... Il fatto è che certe persone pensano che a loro sia tutto dovuto, purtroppo non si rendono conto di avere uguali diritti e uguali doveri di ogni altro cittadino...

    Rispondi

  • Max

    06 Maggio @ 19.19

    Piu che rebus mi sembra sempre la solita furbizia,oltre che un pizzico di rincoglionimento.Senza stare tanto a girarci intorno al " exit " o al " exit-uscita " da che mondo è mondo la prima e l'ultima porta sono per salire,le centrali sono per scendere.Ci vuol molto?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

8commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno