17°

28°

GAZZAFUN

Quei simpatici ”Bagolón”: fai subito il nostro quiz

Comprensione e traduzione del dialetto: fai subito il nostro quiz
Ricevi gratis le news
0

Eccoci alla seconda puntata "impara il dialetto" con Gazzafun, in collaborazione con la Consulta per il dialetto parmigiano, che questa volta ci presentano un bellissimo stralcio dal libro di Giuseppe Mezzadri “Apén’na da biasär”.

Leggi il testo sotto e dopo divertiti a rispondere alle nostre domande: CLICCA QUI

QUEI SIMPATICI ”BAGOLÓN”

Provo simpatia per quei ”bagolón” che le balle le raccontano tanto grosse quasi da non pretendere di essere creduti. Li trovo divertenti. Da non confondere però con i bugiardi.

Un esempio era il ”Tèllo” del detto ”Cala Tèllo e crèssa Cilién”. Cala Tèllo, non nel senso della statura ma nel senso di spararle meno grosse. Raccontava con la massima serietà, ad esempio, di quando sotto le armi era attendente di un colonnello e aveva il compito di accompagnare la sua figlioletta a scuola. Era una ragazzina di 13 anni circa che un giorno attirò l'attenzione di due depravati che le si avvicinarono con brutte intenzioni.

“Ò cavè un päl dal telefono e j ò miss a zvis’ciasädi!” (zvis’ciasädi sono scudisciate date con un rametto flessibile come, ad esempio, quelli del salice). 

Altro “bagolone” era Angelo un violinista che per un certo periodo fece parte dell’orchestra della Rai di Milano che, un giorno, venne diretta da Toscanini. Il maestro salì sul podio e l’orchestra attaccò. Non erano passati dieci minuti che la prova venne fermata da Toscanini che disse: «Alt! Chi in meza a gh’é un pramzàn!» Fermò tutti gli strumenti meno i violini e poi, dopo alcuni minuti, disse: «Lalù!» Indicando Angelo agli sbalorditi professori. 

Un altro simpatico ”bagolón” che, negli anni ’70, ho conosciuto personalmente dalla Nisén di borgo Paglia, era Renato classe 1912. Ero con un gruppo di amici che lo invitarono a raccontarmi le sue avventure in Africa. Non si fece pregare e io, che avevo con me il registratore, potei registrare la ”lezione” che riporto quasi integralmente.

Iniziò raccontando che aveva girato tutto il mondo ma che, il segno maggiore, lo aveva lasciato in Africa e, più precisamente in Etiopia, in ”Tiopìa” come diceva lui. La ”lezione” cominciò così:

“Al Nilo l’é grand cme la Pärma. Mi a l’ò pasè a nód e m’è córs adrè trenta cocodrìll mo an gh’ äva miga paura parchè al cocodrìll l’é cme ‘n ringol e al gh’à paura dal cioch. Al Nilo al nasa dal lago Tana, ch’l’é lóng di chilometro e po’ ‘l vén a cascär in Egitt. Al cocodrìll al fà ‘d j óv chi päron di mlón e il sarpent pitón, al gh’j a và a bévor. Anca la jena la béva j óv”.

La lezione, venne interrotta da Carlón: ”Renato, se tutti i bévon j’óv alóra a nin nasa miga ‘d cocodrìll”. ”Ragas siv co’ v’ diggh? Andigh a vèddor vojätor cme i fan a nasor!”. Renato è un po’ offeso dall’incredulità dei suoi amici ma continua ugual­mente: ”A Nairobi s’era bél: a gh’äva un casco ch’a paräva dent’r int ‘n ar­märi. L’é ste li ch’ò catè mojera, ‘na donna bassa di capelli e alta di talloni”.

Ad Addis Abeba Varesi passò delle belle giornate. Era giovane ed era in forma smagliante. “‘Na giornäda a séra in citè, a m’ vèdd davanti du león sedù int la sträda e mi va a tór ‘na rejj (rete) e cuchia tutt du. J éron masc e fèmna”.

Quando però la Seconda guerra mondiale entrò nella fase più cruciale anche per Renato cominciarono i tempi duri. ‘Na giornäda äva apen’na spianè ‘1 casco quand è rivè un stucas in picchiata e con ‘n aläda al m’à ciapè int la tésta. A m’è ‘ndè al sòttgola taca l’ombrìggol!”.

Arrivò poi anche la prigionia che durò 6 anni.

Renato ricorda la propaganda degli alleati: ”Italiani arrendetevi, dateci la via della capitale e non vi sarà torto un capello. I vostri pieni poderi vi saranno lasciati”. ”Poderi? Renato co’ sérot in sit?” (sit è un podere agricolo) Lo beccò qualcuno ma lui continuò: ”Vi hanno promesso i rifornimenti dal Nord e dall’Ovest ma non vi sono giunti”. “Cme j ò sentì acsì j ò ditt, co’ m’àni tòt p’r un bolgné ‘dla ferovia? E m’són aréz. I m àn ciapè dal ‘42, naitinfortitu”.

Durante la prigionia gli inglesi organizzavano il molto tempo libero dei prigionieri. Una delle cose che più aveva successo erano gli incontri di pugilato.

Renato era giovane e forte e quando fu sfidato da un pugile di Forlì accettò tranquillamente anche perché il Forlivese gli aveva detto ”Renato facciamo solo un’esibizione”. ”Finna a l’otäva ripreza an gh’é gnan ste mäl mo dopa o ciapè ‘na nuvla ’d puggn, al m’à dè còlli ‘d jopé.

O’ ciapè tant puggn ch’a m’éra gnu do orècci ch’ a  ‘n ghé vdäva pu. A gh’äva un näz ch’a ‘l paräva ‘na tomaca nostrana e j oc j éron gnu picén cme coj dil galen’ni. A m’ paräva d’aver fat n’ avtopsia. A m’ són desdè a l’ospedäl, che po’ ch’són stè quaranta dì.

Nota: nello stralcio di questo racconto tratto da libro di Giuseppe Mezzadri “Apén’na da biasär” potrai incontrare questi termini inseriti nel contesto.

Il libro è consultabile e interamente scaricabile gratis nel sito della Consulta per il dialetto parmigiano (per download vedi cartella TESTI e poi sottocartella  LIBRI DIGITALIZZATI).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

3commenti

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

sicurezza stradale

Massese, allarme per quelle righe orizzontali ormai "fantasma"

politica

Pizzarotti sulla vicenda Casalino: "Le minacce sono il metodo 5 Stelle"

1commento

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

ECONOMIA

Rinnovato il contratto integrativo in Barilla: previsto premio da 10.800 euro in 4 anni

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

6commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"