GAZZAFUN

“Cuand a s’ pärla ‘d Pärma vecia am grat ancòrra!”: divertiti con il dialetto e rispondi al quiz!

Nuovo appuntamento con il dialetto in collaborazione con la Consulta per il dialetto parmigiano che vede come protagonista un testo di Dario Paterlini.

Leggi sotto il testo e poi rispondi al quiz: CLICCA QUI

Nota: visita il sito della Consulta per il Dialetto Parmigiano per fare richieste dirette scrivi all’indirizzo mail segreteria@consultadialettoparmigiani.org .

PERSONAGGI PARMIGIANI: DARIO PATERLINI

 

….Dario Paterlini amava dire: “O pran ridù int la vìtta … e magnè poch”. Cuand a s’ pärla ‘d Pärma vecia am grat ancòrra!”. Diceva per spiegare che ebbe, come tutti allora, i pidocchi, (i pjoc’). E continua:

 “In-t-la me ca a ghéra il lozi e l’ éra tuttna nota musicäla”.  La realtà era meno poetica perché, ad esempio, il cesso era in co­mune ad un intero piano e perciò, di notte, si usavano i vasi, che, non di rado, capitava si rovesciassero.

“Par ca, ghéra sémpor odór ‘d fort e, quand gh’éra l’aria basa, il scäli i spusävon cme i rognón. In ca mèjja a säva äd frescumm fìnna i mataras.

Gh’éra di scarafas milenäri chi parävon scärpi äd varniza e dill pónghi (pantegane) con di barbiz (baffi)acsì che, s’a t’ ghé däv la man, i t’ compagnävon finna in ca. I gat, putost che fär bujja, i dvintäv’n amigh(bujja è la lite). La paräva la ca äd Pinochio. Coj mobil po l’ éra tutt un cioch!”. (cioch è il rumore). Continua: “A s’ éra bél mi, da ragas … a paräva un cummor(cetriolo) A gh’ äva sémpor la candela al näz. Int il bräghi gh’ äva la coraméla e, a l’ostariaigh piävon i solfanél”. (vi accendevano i fiammiferi).“A ca mèjja finna ‘l moschi i gh’ävon il bocaróli e, d’ogni tant, i dävon zo dala deblèssa.

Sua madre morì quando egli era ancora un bambino. Venne allevato dalla nonna e dal padre che fece quel che potè. Il padre, muratore, dopo la scuola lo portava con se. Parlando di lui dice: “L’ à bvu tant scudlén me pädor, povrètt, che cuand i l’ àn tirè su, dop déz an, al gh’äva la pónta, e i so os j éron vióla”. (la pónta è un difetto del vino). Dario non perse mai il gusto della battuta e dell’ironia…(continua)

 

Il racconto completo da cui sono estratti i termini oggetto del quiz VERO o FALSO li puoi trovare nel Sito della Consulta cliccando su PERSONAGGI e quindi Dario Paterlini

 

Clicca sotto per le precedenti puntate del dialetto in collaborazione con la Consulta per il Dialetto Parmigiano:

- Prima puntata: “Al me dialètt pramzàn”: allena la tua parmigianità con il quiz della consulta per il dialetto 

- Seconda puntata: Quei simpatici ”Bagolón”: fai subito il nostro quiz

- Terza puntata: "Al bal äd la vitta": sapete godervi la vita... in dialetto?

- Quarta puntata: La magia del dialetto: da rezdora a melgon, fai subito il quiz

- Quinta puntata: "Bruno, è vera che al Castlètt a magnävov il pónghi ?": divertiti con il nostro quiz

- Sesta puntata: "L'elogio del tacchino": leggi il testo in dialetto e rispondi al nostro quiz

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.